Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 21 Agosto 2019

La Biblioteca Frassati co…

Lug 24, 2019 Hits:872 Crotone

Taormina Film Fest: il ma…

Lug 08, 2019 Hits:3358 Crotone

A Nicole Kidman il "…

Lug 02, 2019 Hits:1337 Crotone

Maria Taglioni: 11 diplom…

Giu 24, 2019 Hits:1392 Crotone

Giuseppe Castagnino nomin…

Giu 14, 2019 Hits:1684 Crotone

Giornate Internazionali d…

Giu 13, 2019 Hits:2121 Crotone

La questione parcheggio a Borrello è stata al centro, attraverso un punto aggiuntivo all'ordine del giorno, dell'ultima seduta del Consiglio Comunale di Belpasso, presieduta da Nino Rapisarda.

L'Assise cittadina è stata chiamata ad approvare una variante al Prg  comunale al fine di riaffermare una precedente  volontà di destinare l'area a parcheggio espressa nel 2008, ponendo  dunque un vincolo edilizio alla zona,  storicamente edificabile.

Al  termine della seduta con 16 voti favorevoli e 2 astenuti è stata  predisposta la variante al Prg con immediata esecutività.

Negli scorsi giorni, intanto,  il Sindaco Alfio Papale, interpretando la posizione dell'Assise, aveva convocato un tavolo di trattative con il legale rappresentante dell'impresa che sta lavorando sulla zona. La società Aragona  sta, infatti, procedendo per la realizzazione di un complesso residenziale.

L'impresa è apparsa ferma nel continuare la sua opera e aveva proposto di realizzare nell’eventualità un altro parcheggio, sostenendo i possibili oneri, per una parte in un'area di proprietà propria e in parte in un'area adiacente.

Il Consiglio Comunale di Belpasso tornerà a riunirsi in seduta straordinaria stasera,  Mercoledì 9 Febbraio 2011 alle ore 19.30,  per affrontare l'emergenza idrica nel territorio.

Domani Giovedì 10 Febbraio alle ore 10,15 in P.zza Università, per  il sesto anno, avrà luogo la cerimonia di commemorazione della “Giornata del Ricordo”, in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano -dalmata e della vicenda del confine orientale, promossa dal Comune di Catania e coordinata dall’Associazione Culturale “La Contea” e dal vice presidente vicario del Consiglio Comunale Puccio La Rosa. Contestualmente l’associazione culturale “La Contea” rende noto che, così come già fatto negli scorsi anni, oltre a promuovere un momento di commemorazione ha avviato le procedure della quinta edizione del premio “Io Ricordo”. In particolare – spiega Puccio La Rosa – attraverso l’iniziativa programmata s’intende dare piena esecuzione alla legge, n° 92 del 30 marzo 2004 del parlamento Italiano, che ha istituito la data del 10 febbraio quale “Giorno del Ricordo” al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe e della più complessa vicenda del confine orientale nel secondo dopoguerra. In questo senso è stato previsto un momento ufficiale di ricordo dei tragici eventi, domani 10 Febbraio, attraverso la deposizione di una corona d’alloro in Piazza Università alle ore 10,15, in prossimità della lapide che celebrativa del centenario dell’unità d’Italia, alla presenza delle autorità civili e militari cittadine. Le iniziative proseguiranno quindi, nella stessa mattinata, con una cerimonia commemorativa, nell’atrio di Palazzo degli Elefanti, nel corso della quale sarà consegnato il premio “Io Ricordo” realizzato, dall’associazione “La Contea”, per ringraziare quanti negli anni s’impegnano per conservare e rinnovare la memoria di migliaia di nostri connazionali vittime delle foibe. La breve cerimonia ufficiale, giunta ormai alla sua quinta edizione, – aggiunge il vice presidente vicario del Consiglio Comunale – intende onorare, con l’amministrazione comunale, la memoria delle migliaia di vittime delle foibe e degli oltre 350mila Italiani costretti all’esodo e ad abbandonare le proprie case e le proprie terre, all’indomani della fine della seconda guerra mondiale, solo perché Italiani.  Alla cerimonia commemorativa in programma è prevista la partecipazione, oltre che delle istituzioni, di picchetti d’onore di forze armate e forze dell’ordine e di rappresentanze delle associazioni d’arma e di studenti delle scuole elementari, medie e superiori della città.

Le strategie difensive, i motivi d’impugnazione, le prime sentenze dei giudici di merito, i termini e le modalità di pagamento: saranno questi alcuni dei temi che verranno affrontati in occasione del convegno “Cartelle di pagamento e riscossione. Strategie difensive”, organizzato dall’Odcec di Catania (Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili), presieduto da Margherita Poselli, che si terrà venerdì 11 febbraio (a partire dalle 15.30) presso l’Aga Hotel di Catania. L’incontro mira ad analizzare e approfondire l’iter che il professionista e i contribuenti affrontano per districare la “matassa” delle cartelle, con l’obiettivo di rendere tutto più snello e soprattutto più comprensibile.

 

L’apertura dei lavori sarà affidata al presidente Poselli, seguiranno gli approfondimenti dei relatori: Carlo Ferrari, tributarista a Catania e Roma, che analizzerà l’argomento “I vizi della cartella di pagamento e i motivi di impugnazione. Estinzione della società ed effetti in ambito tributario e contenzioso tributario”; mentre Vincenzo Taranto, tributarista e presidente della Camera avvocati tributaristi di Catania, affronterà il tema: “La sospensione della riscossione, blocco pagamenti della P.A. in presenza di cartelle esattoriali. Pignoramenti presso terzi e intimazioni di pagamento. Eventuali strategie difensive”. A coordinare i lavori sarà Mario Indelicato, consigliere Odcec Catania. La partecipazione al convegno è gratuita e valida ai fini della formazione professionale continua per gli iscritti all’Albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili e degli avvocati.

Collegandosi all'indirizzo www.odcec.ct.it sarà possibile trovare tutte le informazioni utili sulla programmazione dell’evento.

Fra i pulizieri delle scuole della provincia di Catania in rivolta per il salario, almeno 150 lavorano nel Calatino e una trentina a Caltagirone. Protestano anche loro contro la drastica riduzione dell’orario di lavoro in quanto l’azienda che ha ottenuto l’appalto, avendo subìto una drastica riduzione delle risorse statali, intende portare le loro ore di lavoro da 6 ad appena 2 e mezza al giorno, per una paga di 15 euro giornaliere.

E’ una situazione definita dai sindacati “drammatica e insostenibile”.

Una nota alla Prefettura a sostegno dei lavoratori è stata inviata dal sindaco di Caltagirone Francesco Pignataro.

Il Consiglio Comunale di Belpasso, guidato da Nino Rapisarda,  negli scorsi  giorni ha ribadito la volontà  di destinare il terreno, compreso tra via Vitt. Emanuele e via Capuana in zona Borrello, a parcheggio così come affermato in un precedente atto di indirizzo.

L’area  di proprietà dell'Opera Pia e poi  ceduta in permuta a privati era storicamente edificabile, ma nel 2008 il Consiglio Comunale aveva fatto un atto di indirizzo per destinarla a parcheggio. Nel Dicembre 2010, invece, è stata data dalla Commissione Edilizia ai nuovi proprietari una concessione per la realizzazione di un complesso residenziale.

A Gennaio 2011 il Consiglio Comunale in un’apposita Assemblea ha, dunque, ribadito la volontà di destinare l'area a parcheggio su
principale esortazione del Consigliere Sebastiano Sinitò.

Sulla questione è anche intervenuto il sindaco Alfio Papale: “Abbiamo notificato all’impresa che sta operando sull’area di Borrello l’invito a sospendere qualunque attività in attesa che il Civico  Consesso possa prendere delle decisioni in merito. E’ mio intendimento convocare una riunione con i capigruppo e il legale rappresentate dell’impresa per individuare le soluzioni più idonee.  Così come emerso dall’ultima riunione di Consiglio, se si dovessero trovare le giuste coperture finanziere siamo pronti anche a pagare eventuali spese o danni purché venga realizzato un parcheggio”.

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI