Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 20 Novembre 2019

Procede senza sosta a Catania il tour culturale dello scrittore e giornalista casertano Clemente Cipresso. Altro importante momento culturale si è svolto ieri sera, venerdi 28 Giugno, alla libreria Pescebanana di Catania, per la presentazione di Frantumi di Calma apparente, Effigi Editore.  
L'Evento, trasmesso in diretta su Planet Hit Radio per il programma 
Viva voce Social, ha visto il coinvolgimento di diversi attori del panorama culturale catanese. "Una presentazione fuori dall'ordinario" è stata definita da Umberto Bruno, fondatore e proprietario della libreria Pescebanana di Catania. A condurre la serata, la giornalista Valeria Barbagallo affiancata da Andrea Romano che ha catturato il pubblico con la sua splendida voce ed Angelo Ariosto, matematico ed attore di teatro che ha invece commosso il pubblico con una intensa lettura dei versi del libro. Emozionante anche Dario Miele con i suoi versi tratti dalla raccolta poetica "Tra le tue dita", Edizione Akkuaria. Oltre alla letteratura e alla musica, è stata esposta in sala un'opera in acquerello realizzata da Manuela Samperi. La serata si è conclusa con il super ospite, "Signor Simone", pescatore di lungo corso di Acicastello che ha incuriosito il pubblico con i suoi racconti di una vita in mare. Presenti, inoltre, Mario Cunsolo, presidente del Circolo Letterario Pennagramma di cui lo stesso Clemente Cipresso fa parte,  
la scrittrice Caterina La Rosa e  
Stelvio Albiani, fondatore del progetto Orme Generation. Ai presenti sono state offerte le gustose prelibatezze di Cioccolato artigianale offerte da FranCes's Chocolate di Francesca Tornello, partner dell'evento.  
"La mia idea è stata quella di mettere in rete le diverse declinazioni dell'arte in una visione complessiva della cultura e della libera espressività" ha dichiarato Clemente Cipresso.  
Una bella iniziativa dunque, che può che far bene a una città presa negli ultimi amni dal dissesto finanziario e dalla votazione definitiva al Senato della legge di conversione del Decreto Crescita che, tra le altre cose, contiene le norme per aiutare i comuni in dissesto tra cui, appunto, Catania.


Una grande festa, un momento di forte partecipazione emotiva che ha saputo unire professori, dirigente, studenti  e personale scolastico.  Nel corso dell'evento sono state consegnate le targhe ai diplomandi delle classi 5° nautico e 5° professionale mentre i diplomi sono stati conferiti ai componenti dell'Accademia Corso Ufficiali
e dell'Accademia Tecnici Superiori Logistica Integrata. A coordinare la manifestazione la  dirigente del Politecnico del Mare Brigida Morsellino e il presidente dell'Accademia Mediterranea della Logistica e della Marina Mercantile prof. ing. Antonio Scamardella. «Per i nostri alunni- afferma la dirigente Morsellino- quello di oggi è la fine di un percorso,ricco di impegni e soddisfazioni, e l’inizio di un nuovo capitolo della loro vita. Un percorso a tappe che li ha già visti e, successivamente, li vedrà impegnati in prove dov’ è fondamentale dimostrare il proprio valore e la propria partecipazione. Per ottenere simili risultati il merito è di tutti coloro che formano la grande famiglia del “Duca degli Abruzzi” e che voglio ringraziare personalmente uno per uno». «La consegna dei diplomi a questi ragazzi per noi è motivo di grande orgoglio- dichiara il presidente dell'Its Scamardella- giovani che con il loro entusiasmo e la loro partecipazione hanno fatto la differenza. Sono loro la nostra forza e noi vogliamo raggiungere obiettivi sempre più grandi ed ambiziosi». La festa di fine anno ha visto la partecipazione del Sindaco di Catania Salvo Pogliese, dell'assessore Cantarella, del presidente della municipalità "Picanello-Ognina_Barriera-Canalicchio"Massimo Ruffino, del Comandante Marco Trogu della direzione marittima Catania, del Comandante Milella, del Comandante Armamento Augusta 2 Francesco Napolitano, del Comandante Cosimo Bonaccorso della direzione Marittima Catania, del Vicedirettore Alis Dottor Antonio Errigo, del Direttore del personale e responsabile dell'ufficio comunicazioni della Caronte e Tourist Dott. Tiziano Minuti, del Comandante Quaranta rappresentante Rimorchiatori Riuniti di Augusta, del Comandante Rosario Giuffrè della BLUJET, del Preside del Nautico di Siracusa "A.Rizza" prof Lino Aloscari, del Comandante d'armamento della Grimaldi Tommaso Sorrentino, dei dirigenti ELETTRA Dott.ssa Lea Carrozzi e l'ing. Elio Rubino, dei rappresentanti della aziende Nicolosi Trasporti, DN Logistica, Sud Trasporti, Italtrade. Personaggi del mondo politico, imprenditoriale e della Marina che si sono alternati sul palco per premiare i ragazzi. Davanti alla platea alcuni studenti hanno ribadito che la scuola e l'accademia riescono a dare molte opportunità ma sono loro i veri protagonisti del proprio futuro. Studiare, impegnarsi e lavorare sodo sono le qualità necessarie per affrontare le responsabilità della vita.

 

 

 

 

Un’inaugurazione “green” all’insegna del rispetto ambientale quella della quarta casa dell’acqua cittadina, firmata Comune e Sidra, che il sindaco Salvo Pogliese ha aperto alla fruizione dei cittadini in piazza Eroi d’Ungheria nella 5^municipalità Monte Po, Nesima, San Leone e Rapisardi.
Così anche questa zona della città avrà un distributore d’acqua purificata e microfiltrata, fredda, a temperatura ambiente ed anche gasata, seguendo a ruota le altre “Case dell’Acqua” già operative a San Giovanni Galermo-Trappeto Nord, piazza Nettuno e piazza Aldo Moro, particolarmente gradite agli abitanti dei quei quartieri.
“ Un servizio di grande valenza – ha detto il sindaco Pogliese- per molteplici motivi. Innanzi tutto perchè fa risparmiare in maniera considerevole le famiglie che utilizzeranno quest’acqua. Un distributore d’acqua che dal punto di vista ambientale ci consente di limitare le emissione di anidride carbonica e un minore utilizzo della plastica dei contenitori monouso delle bottiglie, permettendo un netto risparmio e una tutela ambientale molto significativa. Nei prossimi giorni anche Librino e piazza della Repubblica avranno una casa dell’acqua e non è escluso che altri punti di emissione verranno creati in altre zone secondo un piano che stiamo elaborando”.
La fornitura d’acqua è aperta a tutti, basta acquistare una card ricaricabile( che ne permetterà l’erogazione) al prezzo di 5 euro, 2 euro una tantum per l’attivazione, i tre euro rimanenti copriranno i costi dell’acqua che variano dai 4 centesimi a litro per l’acqua naturale e a temperatura ambiente, ai 5 centesimi per quella refrigerata naturale e ai 7 centesimi per quella refrigerata gassata.
“Le Case dell’Acqua – ha detto il presidente Sidra Vitale- hanno creato un rapporto diretto fra la Sidra e la città ed hanno evocato nei cittadini la tradizione della fontanella di quartiere.. Fondamentale è stata per questo la collaborazione con l’Amministrazione e le Municipalità con i quali valutiamo le proposte per nuove aperture di Case dell’Acqua sul territorio”.
“ Un servizio in più e di qualità nel quartiere – ha dichiarato il presidente della Municipalità Patanè – per il quale ci siamo battuti e siamo riusciti ad ottenere la collaborazione dei commercianti per la vendita delle card. Plastic free e risparmio saranno un traino per questi erogatori il cui avvio è stato più volte sollecitato dagli abitanti, inoltre con la collaborazione di Legambiente si stimolerà i cittadini all’uso delle bottiglie di vetro o di alluminio”. All’apertura della Casa dell’Acqua hanno partecipato anche l’ assessore ai Lavori Pubblici Pippo Arcidiacono, il presidente del Consiglio comunale Giuseppe Castiglione, il direttore Osvaldo De Gregoris, i consiglieri Sidra Dario Moscato e Marco Navarria, il rappresentante di Legambiente Catania Davide Ruffino e il commissario capo Laura Romano del Commissariato di Ps Nesima.
Secondo un’analisi condotta sulla base di altre esperienze italiane, non appena le “Case dell’Acqua” a Catania saranno almeno sei, mediamente in un anno ci sarà una minore dispersione nell’ambiente di 1.750 mila bottiglie di plastica e verranno emessi 250 mila kg di anidride carbonica in meno.
I distributori sono in grado di erogare fino a cinquecento litri d’acqua ogni ora.
L’ inaugurazione è stata arricchita dalla presenza dei manufatti artistici degli studenti del Liceo Artistico Lazzaro e dalla presenza dei ragazzi dell’istituto Omnicomprensivo Musco di Zia Lisa che seguono un progetto di socialità inclusiva per la disabilità.

Sabato 1 giugno, alle 15,30, con partenza da piazza della Regione, attraversamento delle vie Mario Milazzo, Principe Umberto, Giovanni Burgio, Giorgio Arcoleo, Roma, piazza Municipio, Vittorio Emanuele, Duca degli Abruzzi, Carcere e conclusione sul sagrato della Chiesa di Santa Maria del Monte, si terrà a Caltagirone, come ogni anno, il tradizionale e folkloristico corteo della “Rusedda”, composto dagli agricoltori della zona originariamente su muli, cavalli e carretti e oggi soprattutto trattori, automobili e camion, tutti accuratamente addobbati con la “rusedda”, la pianta di cisto raccolta nel bosco di Santo Pietro che una volta serviva agli “stovigliai” per ardere i forni. Il colorato corteo viene preceduto da un vessillo (triunfu) con l’immagine sacra della Conadomini ed è caratterizzato dall’intermittente suono delle “brogne” (grandi conchiglie), trasformate in strumenti a fiato. Ad aggiungere interesse ci sarà la presenza della squadra a cavallo della Polizia di Stato, oltre an quella dei tamburi e delle majorette di Aspra. 

La “Rusedda” è uno degli eventi – clou legati alla devozione per Maria Santissima di Conadomini, copatrona di Caltagirone, in onore della quale la parrocchia retta da don Mauro Ciurca è anche in questi giorni al centro di una serie di eventi religiosi e non, compreso l’allestimento, da parte del Comune di Caltagirone, lungo la Scala di Santa Maria del Monte, della cosiddetta “Infiorata”. La “Rusedda”, una manifestazione che il sindaco Gino Ioppolo definisce “assai sentita e profondamente radicata nella nostra comunità, in particolare nella sua tradizione agricola, e in quanto tale significativa e da valorizzare”, si avvale del coordinamento organizzativo dell’associazione “Senza Frontiere”, col particolare impegno del consigliere comunale Giuseppe Carnibella. La partecipazione è riservata agli iscritti.                                                                             

Gli ambulatori mobili del progetto “Missione Salute” delle Misericordie d’Italia sosteranno oggi e domani (24 e 25 maggio)  in piazza della Repubblica, con il patrocinio del Comune di Catania,   per offrire visite mediche e screening gratuiti a chi vive in condizioni di forte disagio socio-economico e in situazione di estrema marginalità.
I servizi sociali dell'amministrazione comunale, che ha anche concesso suolo pubblico e gruppo elettrogeno, hanno indirizzato diverse persone in difficoltà verso l’ambulatorio che ha già  registrato un importante riscontro nell'attività di assistenza. Il sindaco Salvo Pogliese e l'assessore Giuseppe Lombardo hanno raggiunto le postazioni e incontrato i referenti del progetto: Alfredo Di Stefano, presidente delle Misericordie della provincia di Catania, Giovanni Bertuna, coordinatore della Provincia per l'area emergenza, Maria Luisa Parisi, delegata per le attività degli ambulatori.
Volontari, medici ed infermieri si sono messi a disposizione della collettività per tutta la mattinata e lo saranno ancora questo pomeriggio, dalle 15 alle 20.30, e domani dalle  9.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 20.30.  Le visite mediche comprendono controlli generici ma anche cardiologici e dermatologici, e inoltre screening (test HIV ed Epatite), cure di base infermieristiche, informazioni e assistenza di base.
Il progetto, che rientra nella più ampia azione “Links” finanziata dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, ha l'obiettivo di contrastare il fenomeno della non inclusione sociale seguendo l'esempio messo in atto dal Papa  in occasione della prima “Giornata mondiale dei Poveri”, quando ha fatto allestire ambulatori mobili in Piazza San Pietro per aiutare le persone impossibilitate ad accedere alle cure mediche.
La Missione Salute,  partita nei mesi scorsi da Sanremo, ha attraversato l'Italia per approdare in Sicilia con tappe a Catania e, dal 31 maggio all'1 giugno, a Palermo.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI