Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 19 Gennaio 2019

Open Day al Nautico

Gen 16, 2019 Hits:269 Crotone

Sanremo: i premi di Miche…

Gen 14, 2019 Hits:843 Crotone

La Beethoven tra Santa Se…

Gen 08, 2019 Hits:1074 Crotone

La befana fa visita al Re…

Gen 08, 2019 Hits:1061 Crotone

Una originale lettura di …

Gen 07, 2019 Hits:1079 Crotone

Maria Taglioni dance proj…

Gen 04, 2019 Hits:1355 Crotone

Rotary club Crotone e coo…

Dic 21, 2018 Hits:1480 Crotone

“Quella del 17 settembre è una data spartiacque, che  segna una svolta per la nostra città rispetto a un sistema di gestione dei rifiuti gravato delle pesanti lacune che abbiamo ereditato e per le quali, tuttavia, chiediamo scusa ai catanesi ma adesso finalmente si volta pagina dopo un lungo periodo di pessima gestione e pesanti vicende giudiziarie che hanno investito il settore dei rifiuti” . Lo ha detto il sindaco Salvo Pogliese annunciando l’avvio in tutta la città di Catania del nuovo servizio di raccolta dei rifiuti, nel corso di una conferenza stampa  alla quale hanno partecipato gli assessori all'Ecologia, Fabio Cantarella, e alla Cultura, Barbara Mirabella,  e Rossella Pezzino de Geronimo, amministratore unico della Dusty , società aggiudicataria della gara-ponte per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani. Presenti all'incontro anche il comandante della Polizia locale Stefano Sorbino, Lara Riguccio, responsabile della Direzione comunale Ecologia, e Daniele Pario Perra dell’ufficio Progetti Dusty.
Con la nuova gestione continuerà e sarà migliorato sia il servizio di raccolta differenziata porta a porta per le zone già servite, il 25 per cento del territorio comunale, sia quello di prossimità con la sistemazione di nuovi cassonetti con indicazioni precise su cosa e come differenziare. Aumenteranno inoltre le zone di spazzamento meccanico e manuale delle nostre strade cittadine.
“Il nostro obiettivo primario -ha spiegato Pogliese- è l’aumento delle percentuali di raccolta differenziata, che abbiamo trovato ferma al 7,2 per cento,  al fine di migliorare la vivibilità della Città e contenere i costi di gestione e di smaltimento dei rifiuti in discarica, con una drastica diminuzione del conferimento dei rifiuti indifferenziati. Una delle principali novità che registriamo è che la città non avrà più due aree di raccolta, al 75 e al 25 per cento, ma una sola area e un solo interlocutore che ci aiuta in termini di flessibilità e gestione dei servizi.
Saremo inflessibili –ha proseguito il primo cittadino- sia nei confronti dell'Azienda, se non si atterrà alle regole, sia nei confronti dei cittadini che non collaboreranno,  se necessario con un incremento dell'importo delle multe e del numero delle sanzioni per avvicinarci per quanto è possibile al 30 per cento di differenziata". Pogliese, infine, ha ricordato “questa gara ponte arriva dopo cinque proroghe e tre gare settennali andate deserte. Stiamo già operando per la gara settennale e a breve andremo in consiglio comunale per una modifica dell’Aro e poi, seguendo le linee guida Anac, per definire il capitolato e andare in gara in tempi brevi”.
L'assessore Fabio Cantarella ha sottolineato “la necessità di un coinvolgimento organico di tutta l'amministrazione comunale, dell'azienda che gestisce la raccolta e dei cittadini ai quali si chiede un cambio di passo per avere una città degna della bellezza che la caratterizza. Bastano piccoli gesti quotidiani.  Creeremo anche uno spazio online per favorire una comunicazione più efficace  fra cittadini e amministrazione. Particolare attenzione riserveremo alla raccolta di carta e cartone, che al momento in città segna zero, e ai mercati dove arriveremo pure alla sospensione della licenza per chi sporca. Strategico sarà il ruolo della Polizia municipale che dovrà operare in stretta sinergia con il settore ecologia”.
L'assessore Mirabella ha spiegato che la Pubblica Istruzione punterà molto  sul  coinvolgimento delle scuole e sulle attività di sensibilizzazione rivolte ai bambini  ma anche ai genitori “perché è necessario più di un foglietto nel diario per favorire l'adesione a un nuovo modo di pensare e di agire”.
Il piano di raccolta è stato spiegato nei dettagli da Rossella Pezzino De Geronimo.
“E' una grande sfida – ha messo in evidenza l'amministratore Dusty-  che  affrontiamo con il massimo impegno e con un piano di comunicazione molto ampio perché vogliamo far passare il messaggio che i rifiuti rappresentano in realtà una importantissima risorsa. E vogliamo  ridare fiducia alla gente: i catanesi devono sapere che questa volta la raccolta differenziata si fa davvero”. La responsabile Dusty ha anche ricordato come fino al 2011 “a Catania la differenziata fosse arrivata a superare il 15 per cento e poi è seguito il tracollo dei valori fino all’attuale 7 per cento da cui dobbiamo gradualmente risalire”. 
Diverse le azioni messe a punto dalla Dusty per favorire l'approccio alla differenziata:
 “EuroDusty” è l'incentivo che permette con 3 kg di rifiuti differenziati puliti e separati di ottenere un buono sconto euro dusty del valore di 1 euro  da utilizzare nei negozi gestiti dai commercianti ecologicamente più virtuosi. In più ogni settimana il cittadino più virtuoso riceverà un buono sconto del valore di 200 euro;
“Stai in touch e scarica l'App” offrirà subito un caffé in omaggio a chi scaricherà l'app e avvierà quindi un percorso di fideilizzazione;
“Che musica la differenziata!” è il contest per la realizzazione di canzoni e performance a tema che ogni settimana varrà un premio di 500 euro;
“DustyEducational” è il programma da realizzare con l'assessorato alla scuola per sensibilizzare  studenti e famiglie.
Per maggiori informazioni e per permettere la prenotazione gratuita dello smaltimento dei rifiuti ingombranti sono operativi i numeri verde 8009131155 e 0956141491.

 

Si apriranno oggi, martedi 31 luglio, i festeggiamenti in onore della Madonna delle Grazie, che animeranno gran parte del mese di Agosto coinvolgendo, a partire dalla parrocchia S. Antonio Abate, la comunità dei fedeli e l’intera città. Si tratta di oltre due settimane nelle quali al percorso di preparazione e di preghiera, legato alle più antiche devozioni belpassesi - e dedicato quest’anno ai giovani, alla storia e al cardinale Benedetto Dusmet, “Angelo della Carità” - si affiancheranno una serie di occasioni per stare insieme: la Sagra delle Acciughe e delle Angurie, prodotti tradizionalmente legati alla Madonna delle Grazie, la Sagra del dolce, il torneo di tennis-tavolo amatoriale, gli spettacoli musicali, le esibizioni dei carretti siciliani.

Il cammino di preghiera avrà inizio quindi martedi 31 luglio con la “Quindicina”, nella quale ogni sera saranno coinvolti gruppi e realtà sociali e culturali della città che animeranno le celebrazioni e proporranno un tema di riflessione che ruota intorno alla parola ‘cuore’: i protagonisti delle serate saranno bambini, giovani, coppie di sposi, genitori, adulti, mondo del volontariato, associazioni culturali e artistiche di Belpasso.

Dopo la veglia vigiliare del 14 Agosto, il momento culminante della Festa arriverà mercoledi 15, giorno della solennità della Madonna delle Grazie, con la grande celebrazione serale cittadina, l'omaggio dei beni della terra, la processione esterna e a conclusione l’Allegoria della Parola, una performance artistica finalizzata a lanciare un messaggio di fede alla città. A seguire, giovedi 16 Agosto, ancora un processione con le stazioni viventi dedicate a Maria, “Giovane donna di Nazareth”.

“Il messaggio della Festa di quest’anno - sottolinea il parroco, padre Orazio Scuderi - è semplice e allo stesso tempo molto profondo: Maria, giovane donna di Nazareth in ogni tappa della sua esistenza ha accolto la Parola e l’ha conservata, meditandola nel suo cuore. La Madonna per prima ha compiuto questo cammino e ci indica la strada. Da fedeli ci accostiamo ancora una volta a questa proposta e la offriamo all’intera comunità cittadina rinnovando una tradizione che accompagna il nostro quartiere e tutta Belpasso da secoli”.

“La Festa della Madonna delle Grazie - aggiunge Angelo Pellegrino, presidente del Comitato Festeggiamenti - vuole essere innanzitutto una testimonianza di fede, che affonda le sue radici nella storia stessa dei nostri padri e che oggi continuiamo a rivivere forse in maniera più moderna ma con lo stesso originario spirito di devozione verso Maria. A questo si aggiungono molti momenti di intrattenimento e di fraternità che attraverso la Festa e l’immagine della Madonna proponiamo all’intera città”.

 

Siamo entrati nelle giornate – clou della festa di San Giacomo Maggiore Apostolo, patrono di Caltagirone. Uno dei principali appuntamenti è senza dubbio la “Scala illuminata”, l’atteso spettacolo di luci e colori che, le sere di martedì 24 e mercoledì 25 luglio, trasformerà il monumento – simbolo di Caltagirone (la splendida Scala di Santa Maria del Monte) in un fantasmagorico arazzo di fuoco. Anche quest’anno oltre 3000 “coppi” in carta multicolore, dentro i quali ardono lumi alimentati da diversi quintali di olio d’oliva, verranno disposti in modo da formare un disegno diverso. I disegni di quest’anno, scelti dall’apposita commissione, costituiscono un “tuffo” nella migliore tradizione: sono, per la sera del 24 luglio, quello di Padre Benedetto Papale, raffigurante motivi ornamentali, con coppi dai colori bianco, rosso e verde, e, per la sera del 25 luglio, quello  di Salvatore Montalto, incentrato sulla figura di San Giacomo e con coppi che, oltre ai  tradizionali colori bianco, rosso e verde, come da caratteristica dei disegni di Montalto presentano anche un quarto colore, il blu cobalto.

L'installazione è curata dal maestro Enzo Ripullo e dai suoi “Angeli della Scala”, che permetteranno anche quest'anno che la magia della Scala illuminata prenda vita. L’evento è patrocinato dal Comune e dalla Regione siciliana.

La collocazione dei coppi avviene nella notte precedente alla festa. Alle 21,30 di martedì 24 e mercoledi 25, la Scala piomberà nel buio. Quest'anno il via all'accensione sarà dato dai rintocchi delle due campane del Municipio. Così la gente assiepata lungo i gradini – per ragioni di sicurezza, l’accesso sarà regolamentato - accenderà con appositi stoppini le migliaia di lucignoli, trasformando la Scala in un grande tappeto sfavillante.

“La Scala illuminata – sottolinea il sindaco Gino Ioppolo -, realizzata con tecniche e materiali perfettamente in linea con la tradizione, rappresenta un evento di grande effetto e imponente richiamo turistico, che connota indissolubilmente la festa di San Giacomo”.

 


 

 

“Lo slogan scelto quest’anno  -il Catania è Catania- è quanto di più azzeccato ci potesse essere per descrivere il rapporto fortissimo che lega il club calcistico con la tifoseria e la Città. I successi della squadra rossazzurra rappresentano uno stimolo per crescere tutti insieme nel segno dell’unità della comunità catanese”.

Lo ha detto il sindaco di Catania Salvo Pogliese nell’incontro augurale in vista dell’apertura della stagione agonistica con tecnici, dirigenti e atleti che si è svolto nel salone Bellini di palazzo degli elefanti.

“Coltiviamo fondate speranze -ha aggiunto il primo cittadino- che a breve arrivino le buone notizie che tutti aspettiamo. Intanto salutiamo e incoraggiamo questi calciatori e ringraziamo la dirigenza per avere promosso una campagna acquisti di primissimo livello per competere ai traguardi che sono consoni alla tradizione e alla tifoseria: la nostra collaborazione è massima perche ci sentiamo parte di un unico disegno di crescita della nostra Città, per superare insieme ostacoli e difficoltà che naturalmente non mancano”.

Un incoraggiamento per la nuova stagione agonistica 2018-2019 è arrivato anche dall’assessore allo Sport Sergio Parisi: “Siamo disponibilissimi -ha detto il delegato allo Sport per la giunta Pogliese- per trovare insieme alla dirigenza forme di collaborazione che siano concrete per mettere la squadra rossazzurra nelle migliori condizioni per esprimersi sul campo”.

Prima della presentazione ai giornalisti e gli addetti ai lavori dei quadri tecnici e dirigenziali, sono intervenuti il presidente del Calcio Catania Giovanni Franco e l’amministratore delegato Pietro Lo Monaco che hanno ringraziato il sindaco Pogliese per gli incoraggiamenti e l’ospitalità.

Infine, prima della foto ricordo ai piedi dell’Elefante in piazza Duomo il Calcio Catania ha offerto le nuove maglie rossazzurre al sindaco Salvo Pogliese e all’assessore Sergio Parisi.

 

 

 

Moda, arte e design sono stati ancora una volta grandi protagonisti a Catania grazie al Madeinmedi, Mediterranean Design & Fashion Week. Una settimana, dal 9 al 14 luglio, all'insegna della creatività e della professionalità, tra sfilate, shooting, concorsi per new faces, showreel, praemium a prestigiosi nomi e mostre di design. Un ricco programma, ideato dal producer dell'evento Marco Aloisi, che ha fatto conoscere i giovani designer siciliani diplomati dell'Accademia Euromediterranea di Catania. 

Tra i principali appuntamenti di questa edizione, il seminario con lo stilista campano Luca Larenza che ha ricevuto anche il Praemium Madeinmedi 2018 e che ha raccontato ai numerosi presenti l'evoluzione del suo percorso artistico dalla street art alla moda. Oltre 150 ragazzi, provenienti da tutta la Sicilia, hanno partecipato al casting "Are you ready?" durante il quale è stata selezionata anche la modella che sarà protagonista dello shooting fotografico per I Love Sicilia, noto magazine siciliano media partner del Madinmedi. Per la sfilata di venerdì 13 luglio, una location inedita: “INDUSTRIE”, grande main floor in via Acquicella Porto. Qui sono state presentate le collezioni di Antonio Attisano, Bianca Aloisi con il brand HurricaneB, Shahira Fawzy, e la capsule collection Harim for YKK. 

Antonio Attisano ha portato in passerella otto look caratterizzati da un forte dinamismo: linee ampie e morbide, leggerezza, trasparenze e rouches, contrasti di colore tra tonalità calde sabbia e tinte fredde blu cobalto. La forma estetica della follia nella collezione Praise to Folly di Bianca Aloisi: la follia vista come un motore vitale nella gonna in pelle bianca verniciata, pensata come una lavagna su cui scrivere appunti spaiati e convulsi. La base cromatica è sempre una tinta neutra, nera o bianca, su cui vengono sovrapposti o intrecciati tessuti dai tinteggi acidi, dal verde caustico al fucsia neon. E poi innesti di ritratti, dalla resa drammatica e poetica. La designer egiziana Shahira Fawzy, presente anche quest’anno, ha fatto sfilare la collezione Hellenic Alexandria: un viaggio nella storia, ai tempi di Cleopatra e Giulio Cesare. YKK, azienda leader nella produzione di accessori da chiusura e main sponsor della kermesse ha fornito agli studenti dell’Accademia Euromediterranea i materiali per creare una capsule collection e un fashion film. Per l’edizione 2018 protagoniste sono state le zip watreproof su di una collezione beachwear: quattro differenti proposte mare tra contrasti cromatici e tagli ben definiti. A raccontare la capsule collection “Harim for YKK” un fashion film che ricorda il famoso festival musicale californiano: Coachella. 

A seguire le sfilate dei giovani designer dell'Accademia Euromediterranea: Fiorenza Sciuto, Maria Randazzo, Rossella Leanza, Rossana Lupica, Valeria Amara, Karine Ivanova, Francesca Messina. Intertwined, intrecciati, è il nome della collezione di debutto di Fiorenza Sciuto, studentessa del quarto anno di Fashion Design. Come le opere dell’avanguardia futurista, Fiorenza ha cercato di rendere visibile qualcosa di cui quasi non ci accorgiamo ma che ci circonda in ogni momento. Les Femmes, “Le Donne”, è il nome della collezione di debutto di Maria Randazzo. La donna è infatti l’assoluta protagonista di queste creazioni, una donna fatale e femminea, capace di smontare con la sua sensualità gli stereotipi di virilità della moda maschile. Caos studiato e strutturato nella collezione di Rossella Leanza. La plastica nell’umido. Si tratta di uno sbaglio che è consapevole, di look a prima vista caotici e “sporchi” ma dietro cui sta un attento studio che la designer ha portato avanti. Rossana Lupica lancia il suo "S.O.S." dal gusto eccentrico, per dare all’uomo la possibilità di essere meno noioso, di osare col proprio stile e spingersi oltre. Forme morbide che vogliono quasi librarsi in aria e sconfiggere la gravità: questa l’idea alla base della collezione En plein Air di Valeria Amara. Tutto è nato da una passeggiata lungo la High Line di New York, quando Valeria è entrata in contatto per la prima volta con l’architettura decostruttivista di Zaha Hadid, l’architetto iracheno che è stata la fonte della sua ispirazione. La collezione Daily Life Poetry di Karine Ivanova nasce da un momento di riflessione sui ritmi esageratamente frenetici della vita di oggi: una vita vissuta dentro i cellulari, in cui si ha troppo poco tempo per qualunque cosa e di cui è difficile ritrovare i valori. Da qui il desiderio di Karine di presentare una collezione in cui, attraverso delle suggestive stampe, siano rappresentate delle scene della più semplice vita quotidiana, che diventano dei fatti estetici. Da una personalità briosa come quella di Francesca Messina, nasce la collezione Messy Life, iper-femminile che mira a vestire una donna che vuole mostrarsi nella sua natura dirompente e allo stesso tempo eterea. Il mondo del cinema e quello della musica sono stati le fonti principali d’ispirazione per Francesca. 

In questo spazio dal sapore underground, grandi protagonisti sono stati anche i gioielli degli studenti Harim Raffaele Censabella e Fabrizio Fazio, la mostra + showreel di Marlen Privitera e Agnese Ieraci, lo showreel di Marzia Minacapelli, Bruna Costanzo, Tecla Mangano. Un viaggio immaginario nell’esotico arcipelago indonesiano è stato la fonte d’ispirazione principale per Raffaele Censabella. “Utopia”, immaginazione, è, infatti, il nome della sua prima linea di gioielli, protagonista del Madeinmedi 2018. I paesaggi esotici dell’isola di Bali, la predominanza della natura e i contorni delle piantagioni di riso sono gli elementi cui rimandano i pezzi della collezione di Raffaele, moderna per una donna che vuole essere sempre glamour nelle occasioni più importanti. Grintosa come il rock a cui si ispira è la linea di gioielli “Art of Music” di Fabrizio Fazio: quattro pezzi, un pendentif, un paio di orecchini, un bracciale schiava e un anello, dal design moderno e minimal che rispecchiano decisamente il carattere deciso del designer. Silver e color legno sono le due predominanze cromatiche della collezione, dati dall’utilizzo dell’argento e del legno incassato nel metallo lucido e lasciato al suo colore originale. Per gli showreel i ragazzi dell'Accademia hanno voluto rappresentare il percorso creativo intrapreso, comunicando tutta la loro arte dalla fotografia al lavoro di organizzazione. 

Protagonisti della serata conclusiva presentata da Nino Graziano Luca, la famosissima modella, di origini russe, Ania Chiz, che ha iniziato la sua avventura professionale dalla Sicilia, venendo ingaggiata da giovanissima dall'agenzia Castdiva Models Management. Dopo importanti esperienze lavorative, adesso è una nota modella professionista che sfila per importanti case di moda, come Prada, Dior, Giambattista Valli, Dolce&Gabbana. Menzione speciale alla squadra di pallanuoto femminile Ekipe Orizzonte rappresentata dalla campionessa olimpica Tania Di Mario, a conclusione del progetto fotografico firmato dagli studenti Harim e finalizzato ad esaltare il connubio tra sport e arte. Grande partecipazione di L'Oréal Professionnel che, con il coordinamento di Giovanni Ventura, ha curato l'hair styling dell'intero calendario del Madeinmedi.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI