Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 19 Gennaio 2019

Open Day al Nautico

Gen 16, 2019 Hits:269 Crotone

Sanremo: i premi di Miche…

Gen 14, 2019 Hits:843 Crotone

La Beethoven tra Santa Se…

Gen 08, 2019 Hits:1074 Crotone

La befana fa visita al Re…

Gen 08, 2019 Hits:1061 Crotone

Una originale lettura di …

Gen 07, 2019 Hits:1079 Crotone

Maria Taglioni dance proj…

Gen 04, 2019 Hits:1355 Crotone

Rotary club Crotone e coo…

Dic 21, 2018 Hits:1480 Crotone

Un protocollo d'intesa mirato all’orientamento post-diploma per tanti studenti che decidono di intraprendere una carriera lavorativa diversa dal contesto universitario. Questo lo scopo del documento firmato lo scorso 3 ottobre, presso i locali dell'azienda metropolitana trasporti di via Sant'Euplio a Catania, tra la dirigente dell’I.S.I.S. Politecnico del Mare “Duca degli Abruzzi” Brigida Morsellino e il presidente dell'Amt avvocato Puccio La Rosa. Accanto a loro, il dirigente della partecipata ingegnere Isidoro Vitale, il responsabile della formazione per l'Amt Giuseppe Mascali, il professore Alessandro Costarelli per la funzione strumentale dell'alternanza scuola-lavoro e una parte degli studenti dell'istituto per l'indirizzo “Macchinisti”. «Insieme a tante aziende di primo piano nazionale ed internazionale- spiegherà nel corso della relazione introduttiva la Dott.ssa Brigida Morsellino, dirigente scolastico del Politecnico del Mare- vogliamo costruire un collegamento saldo tra formazione e mondo del lavoro. Oggi tanti rappresentanti di imprese vogliono dialogare con il nostro panorama didattico. E’ fondamentale, quindi, sviluppare un “trade union” per capire come qualificare adeguatamente quello che sarà il personale dirigente del domani». A questo progetto parteciperanno circa 100 alunni dell'istituto superiore di Catania per un percorso di alternanza scuola-lavoro che durerà per l'intero 2019. Conoscere, capire e progettare il proprio futuro attraverso i diversi procedimenti che possono unire l’offerta dei ragazzi alla domanda delle imprese. «Sono orgoglioso di questa collaborazione con una scuola che conosco perfettamente- afferma il presidente dell'Amt avvocato Puccio La Rosa- la nostra azienda è molto complessa e prevede per i suoi mezzi una serie di passaggi che includono la sistemazione, la messa a punto, la verifica finale e il monitoraggio dei bus lungo le linee di trasporto con il sistema di radiolocalizzazione. Con questa collaborazione- continua La Rosa- gli studenti avranno occasione di vedere a Pantano D'Arci il più grande autoparco di tutto il Sud Italia. Non solo, assisteranno anche all'arrivo di 42 nuovi mezzi e allo svecchiamento quasi completo del nostro parco auto».

 

Sarà una festa della città accanto al suo mare e si chiamerà Lungomare Fest. Grandi e piccini, domenica 7 ottobre e per sei domeniche l'anno, avranno a disposizione un ventaglio di attività di vario genere per esaltare il valore della mobilità sostenibile e della solidarietà.
Una vera e propria kermesse con eventi e promozione dello sport anche paralimpico, spazi musicali e teatrali con reading letterari e concerti, esibizioni e gare di danza e twirling, mostre d'arte, proiezioni di cortometraggi,  sfilate di costumi e marionette, autobooks, trekking culturali, tour guidati, pop up market e mercatini artigianali, degustazioni, giochi e laboratori per bambini, screening sanitari, passeggiate in bicicletta e con altri mezzi elettrici o a pedalata assistita.
A presentare l'intenso programma domenicale, il sindaco Salvo Pogliese insieme agli assessori alla Cultura, Barbara Mirabella, alle Attività produttive, Ludovico Balsamo, allo Sport, Sergio Parisi, all'Ambiente, Fabio Cantarella, alla Mobilità urbana e Sanità, Pippo Arcidiacono, alle Smart Cities, Alessandro Porto. Il Lungomare sarà idealmente suddiviso in quattro zone che diventeranno contenitori di iniziative: l'area di piazza Nettuno e viale Ruggero di Lauria, l'area di viale Artale Aragona con via Marittima e la piazza con la Torretta saracena, quella di piazzale Sciascia con il parcheggio Europa aperto dalle 10 alle 21.30, e  infine l'area di piazza Tricolore dove campeggia il monumento ai Caduti. In tutte le zone del Lungomare le attività si svolgeranno a partire dalle 9.30 e fino alle 22.30.
“Lungomare Fest – ha detto il sindaco – coinvolgerà i cittadini di tutte le età, non sarà solo una strada chiusa al mare ma un vivacissimo contenitore di eventi e iniziative per esaltare i talenti della nostra citta. Saranno presenti gli artigiani che hanno aderito alla nostra proposta e con oltre cinquanta stands. Chi vorrà 'immergersi' nel fitto programma di eventi avrà a disposizione attività e servizi collaterali, come ad esempio la possibilità di parcheggiare gratuitamente a piazza Europa o, se si preferisce, usare la metro con le fermate di piazza Europa ed Ognina. Tra le attività previste tanto sport nell'area di piazza Tricolore e anche una gara internazionale di motonautica. La città si riapproprierà dell’affaccio sul mare e per l'occasione si aiuteranno le attività  commerciali della zona grazie all’intesa tra la nostra Amministrazione e le associazioni di categoria che come da nostra impostazione sono state consultate e coinvolte nel progetto”.
“Il Lungomare Fest – ha sottolineato l'assessore Mirabella - è il frutto di un lavoro capillare di raccordo tra i vari assessorati e le tante istituzioni cittadine, le scuole, il volontariato, il mondo dell'associazionismo nei vari settori e privati che hanno aderito entusiasticamente all'iniziativa con attività in larga parte gratuite per tutte le età”.
L'assessore Parisi si è soffermato oltre che sulle gare, esibizioni e dimostrazione sportive anche di livello internazionale, sulla “restituzione alla città di piazza Consiglio d'Europa, meglio come conosciuta come piazza Nettuno, che in occasione del 7 ottobre avrà un nuovo volto con un rinnovato playground, e sulla partecipazione di numerose associazioni sportive, anche paralimpiche”.
“Grazie al lavoro integrato degli assessorati – ha messo in evidenza Cantarella -  la città riconquisterà i suoi spazi ripuliti malgrado la presenza di un alto numero di persone poco attente alle problematiche ambientali. Una maniera per sensibilizzare a mantenere pulito dopo lo sforzo straordinario fatto dagli operatori del nuovo gestore dei rifiuti”.

Sono anche previste iniziative di educazione ambientale, in collaborazione con Wwf e Legambiente e Dusty, con un'attenzione ai più piccoli che possono segnare il cambiamento anche all'interno delle famiglie, e la presentazione di un dizionario dei rifiuti per chi ancora avesse dei dubbi su come differenziare.
Di screening sanitari e promozione della salute con attività ecosostenibili durante la giornata di festa si è occupato l’assessore l'assessore Arcidiacono, sottolineando come le iniziative della manifestazione si pongano “in continuità con l'apprezzata Settimana europea della mobilità sostenibile”.
Un'attenzione particolare sarà data ai progetti di solidarietà e alla disabilità
“Questo lavoro sinergico – ha dichiarato l'assessore Balsamo - è la migliore dimostrazione dell'amore che abbiamo verso la città. Sarà anche l'occasione per un rilancio delle attività commerciali del lungomare e delle zone limitrofe che si apprestano ad apportare anche con nuove proposte di creatività”.
Alla conferenza stampa hanno partecipato, tra gli altri, il presidente del Consiglio comunale Giuseppe Castiglione, i rappresentanti di  Fce Circumetnea, Salvo Fiore, Trenitalia, Coni, Amt,  Accademia Belle Arti Catania, Virgilio Piccari e Daniela Costa, Liliana Nigro, Telethon, Maurizio Gibilaro,   Dusty, Rossella Pezzino  De Geronimo, Parcheggio Europa, nonché i rappresentanti di Wwf, Re.Ba, Pop Up Market, Terra di Crianza, Fita, Blue Sound 2, Orchestra itinerante Sambazita, Corti in Cortile, ASD Dancemania, ASD  Freetime, Gruppo Smile, ASD Elianto – Lucy Star – The Sound of Boots, ASD Live Dance, Tribute band Nek, Tribute Band office Coldplay, Pulci di Città, Liberamente, Impara l'Arte, Catania Art, Artigiani Hobbisti, Fiab, Legambiente Catania, Acquedotte-Arte-Architettura-Aree Urbane, Mobilità Sostenibile Catania, Mobilita.org, Associazione Mediterranea Autobus Storici, Ccn di Via Etnea , Associazione Guide Turistiche Catania, Comitato Porta Uzeda Liberata, Comitato centro contemporaneo, Guide Turistiche di Etna e Dintorni Fie.

Dopo un itinerario di oltre mille chilometri, 60 prove competitive, 40 controlli orari  e circa 25 ore di guida a bordo di auto d’epoca tra i luoghi più suggestivi della Sicilia, si è conclusa ieri (sabato 29 ottobre) la ventunesima edizione del Raid dell’Etna, la manifestazione ideata e organizzata da Giovanni Spina e Stefano Consoli
I ruggiti dei motori di ben 84 equipaggi, dopo aver attraversato l’Isola, hanno salutato il pubblico ieri mattina sotto il Vulcano, trasformando la città di Catania - davanti agli occhi di curiosi e inguaribili appassionati - in un palcoscenico dove poter rievocare, ammirare ma soprattutto celebrare una pagina della storia dell’automobilismo.
 «È stata un’edizione che è riuscita a regalare con spirito sportivo tutta la passione e l’emozione che contraddistingue il Raid da più di vent’anni - dichiarano gli organizzatori Spina e Consoli – In sette giorni abbiamo respirato insieme ai partecipanti provenienti da ogni parte del mondo, il profumo della nostra Isola e l'entusiasmo dei siciliani (e non solo) per i motori. Un ottimo risultato ottenuto su tutti i fronti».


 Gli equipaggi, tornati da una settimana di esaltanti giorni di gara anche ad alta quota (nella mattinata di ieri la tappa sull’Etna), sono stati celebrati durante la tradizionale festa di premiazione tenutasi nella cornice di Palazzo Platamone alla presenza dell’assessore all'Ambiente  del comune di Catania Fabio Cantarella. Dopo la sfilata in Piazza Università, sorridenti e orgogliosi del traguardo raggiunto sulle loro amate quattro ruote, sono saliti sul podio i primi classificati di questa ventunesima edizione del Raid dell'Etna: Sergio Mazzoleni e Silvia Gotti con la Porsche 356 Speedster del 1956 (vincitori del "Trofeo Eberhard & Co." e del “Porsche Tribute”); Franco Rossi e Tiziana Rigoletto (“Grand Prix Grandi Navi Veloci”); Dieter Glockner ed Edith Fiermann a bordo della loro Bentley 4 ¼ Le Mans del 1936 (“Condorelli Fidelity”). L’equipaggio che ha percorso più chilometri su strada vincendo il trofeo “Classic Michelin” è stato quello inglese composto da John e Moira Hilbery con ben 2.804 km. di percorrenza per raggiungere la Sicilia.

Ad aggiudicarsi la “Coppa delle Dame - Trofeo Eberhard & Co”  (la gara di regolarità tutta al femminile) sono state Maria Marchesi e Silvia Gotti; mentre “La Coppa Gentlemen Driver Perofil” è stata vinta da Massimo Mocchetti e Pasquale LitterioAssegnata anche la “Coppa Lady Driver Oroblù” Maria Vittoria Bellomi ed Edith Fiermann.

Una vittoria raggiunta con successo che consolida ancora una volta quella passione verso i motori che lega intere generazioni e che non potrà mai cambiare nel tempo.

L’atmosfera delle bridal week di Londra, Milano e New York, per la giornata finale di Wedding and Living, il Salone Nazionale della Sposa e della casa, organizzato dalla Expo, chiude la sesta edizione con un successo da record. Un successo dai mille volti in un tripudio di “emozioni” tra un turbinio incessante di visitatori, eventi, sfilate, concorsi e i migliori top player di settore. Tra le novità della fiera la speciale visita per i BtoB di varie delegazioni di wedding planner, provenienti anche dalla Russia, per creare attività di networking con gli operatori del settore, nell’ambito della nuova Vision di Èxpo che punta, grazie alla lungimiranza dell’assessorato al turismo della regione Sicilia, a valorizzare l’Isola come capitale del destination wedding.

A questo si aggiunge anche la consueta cura dei dettagli e l’impeccabile organizzazione profusa dalle due anime di Expo, Barbara e Marco Mirabella, coadiuvati da tutto lo staff, che hanno dato vita ad una fiera show articolata e molto glamour, battuta da tutti i media e uffici stampa di settore.

Graditissimi dai visitatori, la presenza del sindaco Metropolitano, Salvo Pogliese, l’apporto del Codacons Sicilia, Dipartimento Grandi Eventi, che ha assicurato ai consumatori acquisti sicuri, fornendo un vero e proprio decalogo con 10 regole, per un matrimonio perfetto senza “sorprese”. Immancabili le partnership ufficiali della kermesse, con Aurelio e Stefano Trubia di Madísì – MatrimoniodiSicilia.com, i giornalisti della rivista ufficiale Ilowedding e Marco Renzi che, per tre giorni, ha raccontato, nello speciale salotto tv in fiera di MI sposo Tv, i “best moment” dell’evento.

“Sono felice per il successo globale di Wedding and Living. Gli stand bellissimi e l’offerta qualificata dei nostri partner ed espositori ha soddisfatto tutti i visitatori – commenta Marco Mirabella - la nostra è una fiera specializzata e non generalista, gli espositori non hanno avuto neanche un momento di sosta, confrontandosi con le coppie di futuri sposi, interessati a scoprire in anteprima le tendenze 2019 e a prenotare già in fiera i servizi per un matrimonio perfetto. Siamo già pronti a battere questo ennesimo risultato nella nostra kermesse di gennaio “Sposami” la più grande, storica ed elegante d’Italia”.

Tra gli stand dell’area “Living”, anche la qualificata presenza dell’ordine degli architetti di Catania, gli specialisti del settore, che nei sofisticati spazi espositivi, hanno raccontato una casa che rispecchia chi la vive non tralasciando il confort e la coerenza degli spazi abitativi. 

Gli stand di “wedding”, hanno dato sfoggio di incantevoli dimore d’epoca o in riva al mare, lussuose scenografie per eventi, lune di miele da sogno, le emozioni in foto, le macchine lussuose, raffinate note musicali, partecipazioni, wedding cake, wedding planner, e abiti da sogno.

“Ringrazio mio fratello Marco, il mio staff, i miei fornitori, il mio official partner MadiSì, gli stupendi standisti ed espositori che hanno reso questa fiera, come sempre mozzafiato – commenta la founder di Expo, Barbara Mirabella - la nostra tecnologica Area eventi, disegnata in stile “tropical dark”, da Panta Rhei Wedding , è stata meravigliosamente stracolma di pubblico che, smartphone alla mano, ha colto le nuove tendenze presentate in passerella. I nostri concorsi hanno registrato una eccezionale richiesta di iscrizioni, grazie anche all’imponente campagna pubblicitaria, alle attività di guerilla marketing e al camper dell’amore, che è stata strabiliante. Nella visione di una sempre più capillare crescita del marketing territoriale e del destination wedding – conclude - siamo orgogliosi di aver lanciato, primi in Italia, una fiera consumer e, al contempo, BtoB. Incontri stimolanti, che pongono le basi per promuovere e qualificare l’offerta siciliana nel mondo”.

I MOMENTI CLOU DELLA SERATA FINALE

Il momento più atteso in assoluto sono state le sfilate moda sposa, sposo e cerimonia di Bridal, Novias e Polisano Spose. E poi ancora gli intriganti scatti di Dino Sidoti, Vincenzo Costa e foto Mary.

C’è stato anche spazio per un flash mod e una proposta di matrimonio che ha lasciato tutti senza parole.

Una toccante suspense per l’estrazione del coupon “VIENI IN FIERA E VOLA A DUBAI CON FLY DUBAI” che partirà alla volta della meta per eccellenza dei superlativi, a bordo di un Boeing737Max in businessclass, con un soggiorno di una settimana in una meravigliosa struttura, offerta da Kingston Travel

Un mega selfie di gruppo ha celebrato LA COPPIA PERFETTA 2018.

La sposa vincitrice indosserà un abito di Atelier EME’ e lo sposo un completo glamour di Thomas Pina per Polisano Spose.

In un’esplosione di gioia corale, l’anchorman Emanuele Bettino ha incoronato, i perfetti innamorati,  Gianmarco Brancato, Stefania Messina, scelti da una giuria di qualità formata da: Stefano Trubia di matrimoniodisicilia.com, Francesca Putrino, giornalista e influencer, Peppino Patanè, fashion Stylist , Daniela Marino, director of operation del Sicilia Conventions and Visitors Bureau,  Isabella Altana dirigente ufficio legale Codacons e Sandro Vergato per Mi Sposo TV. L’appuntamento con Wedding and Living, è già fissato per l’anno prossimo, stessa garanzia di qualità e bellezza come tutti gli eventi “firmati” Expo.

Alla presenza del notaio Carmelo Sinatra che ha certificato un’estrazione assolutamente casuale del coupon, Loredana Brasile, si è aggiudicata il volo in business class da Catania a Dubai grazie Fly Dubai e il soggiorno a Dubai grazie a Kingstone Travel.

 

 

 

 

 

Terra che apre i porti, mare che salva, isola che accoglie; la Trinacria e i quattro Mori, simboli di incroci e di scambi, di invasioni e coesistenza, perennemente in bilico fra passato e futuro: Sicilia e Sardegna, due isole gemelle nella loro unicità, unite da un legame profondo che crea un’unica anima, immersa nel Mediterraneo, Mare nostrum, luogo d’inclusione, tradizioni e riti ancestrali, avvolto di mistero e di bellezza, specchio di civiltà e frontiera che avvicina, da cui parte un canto di pace con la forza leggera della parola e delle evocazioni. Una chiave di lettura particolare, per riscoprire in versi il nostro Patrimonio culturale.

Dopo il debutto a Roma (il 30 agosto 2018) nella cornice dell’Isola Tiberina, nell’ambito della XXIV edizione del Festival L’Isola del Cinema, approderà sabato 29 settembre alle ore 20.00 a Taormina presso Casa Cuseni - Museo delle Belle Arti e del Grand Tour (Via Leonardo da Vinci 5,7) e domenica 30 settembre a Palazzo Biscari di Catania (Via Museo Biscari, 10) la prima tappa del Tour internazionale dell’evento-spettacolo Eco di Sardegna, tratto dall’omonimo libro di poesie di Bice Previtera (Raffaelli Editore, 2018), per la regia di Marta Bifano e Mauro Conciatori e sotto la direzione artistica della stessa autrice.

Un reading sinestesico, dove le arti s’incontrano nel segno della cultura: una jam session fra parola, ritualità, suono e movimento. Si spazierà dalla poesia al teatro, alla musica e alla danza, con il M° Andrea Manzoni al pianoforte, l’attore Marco di Stefano, la danzatrice Tanya Khabarova e le suggestive percussioni di Michele La Paglia. Lo spettacolo, a ingresso gratuito proprio per garantire l’accessibilità del patrimonio culturale a tutti, curato dalla Loups Garoux Produzioni, è una mise en scene di componimenti poetici ispirati alla terra di Sardegna – luogo simbolo per diffondere l’universalità della poesia – con due particolarità: la traduzione letteraria a fronte in gallurese (a cura di Luigi Piga e Quirina Ruiu) e l’interpretazione pittorica di tutti i brani (da parte dei due artisti sardi Silvia Carta e Gian Lucio Lai).

Doppia anima siciliana e sarda per l’autrice messinese Bice Previtera, doppia vocazione scientifica e artistica, che la conduce a diventare medico e manager in ambito economico-sanitario e appassionata di arte e letteratura, con particolare riguardo alla poesia, cui si è dedicata fin dall’età di 14 anni. Oltre a Eco di Sardegna (Raffaelli, 2018), ha pubblicato Inventario delle attese (1980-2010) (Cattedrale, 2012) e In filigrana (2011-2014) (Curcio, 2015).

L’iniziativa ha ottenuto il patrocinio dell’Unione Europea, rappresentata dal ministero per i Beni e le Attività Culturali (Mibact) per l’Anno europeo del Patrimonio Culturale e ambisce ad aderire al Programma europeo Europa Creativa 2014-2020, teso a salvaguardare la diversità linguistica e culturale europea e a rafforzare la competitività del settore culturale e creativo, così da favorire una crescita economica intelligente, sostenibile e inclusiva. Attraverso un importante dialogo avviato con le Istituzioni, nell’ottica dell’integrazione intersettoriale, il Progetto Eco di Sardegna punta a sensibilizzare sulla funzione sociale della cultura, intesa come dono di pubblica utilità, in cui gli Enti scolastici nei vari livelli di istruzione rivestono un ruolo fondamentale e dove una governance partecipata fra pubblico e privato può concretamente generare sviluppo economico, occupazione e rilancio turistico per l’intero Paese.

Il Tour toccherà diverse città lungo tutto lo Stivale, da Napoli a Verona, da Firenze a Rapallo, da Siena a Bernalda, passando per la Sardegna, per poi far tappa in alcuni Paesi dell’Unione Europea. Ovunque protagonisti spazi non scenici - palazzi, paesaggi naturali, siti archeologici, piazze - selezionati per essere restituite alla fruizione pubblica.

 

 

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI