Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 19 Giugno 2019

L’annuncio è arrivato da New York e in diretta mondiale tramite il web: l’Aranciata Rossa BIO IGP di Sibat Tomarchio ha vinto il Gold Sofi Award 2019 per la categoria “Migliore bevanda fredda Ready to Drink”. Un ambito riconoscimento, definito l’«Oscar internazionale del cibo», che lancia ufficialmente l’azienda siciliana nell’Olimpo del beverage e della gastronomia mondiale. Ad aver assegnato il premio è infatti la Specialty Food Association, la prestigiosa organizzazione che opera nel commercio e nell’industria alimentare statunitense, e che ogni anno riunisce un panel di esperti per proclamare le specialità più innovative ed eccellenti in ambito food (SOFI: Specialty Outstanding Food Innovation).

Nei mesi di marzo e aprile 2019, ben 58 giudici scelti tra chef, giornalisti di settore ed esperti culinari, hanno partecipato per circa due settimane alla rigorosa degustazione “alla cieca” di oltre duemila prodotti candidati da tutto il mondo, selezionando i 148 a cui conferire i premi Gold, Silver e Bronze. Tra questi, sul primo gradino del podio delle bevande fredde pronte da bere, l’Aranciata Rossa BIO IGP Tomarchio preparata con il 20% di succo di Arancia Rossa di Sicilia IGP.

«Questo premio è il riconoscimento dell’impegno della nostra realtà imprenditoriale – ha commentato Lorenzo Libè, direttore generale dell’azienda fondata ad Acireale nel 1920 – Da un lato è un traguardo raggiunto grazie alla passione, all’eccellenza e alla specialità che contraddistinguono da un secolo l’azienda; dall’altro è un nuovo trampolino di lancio per lo sviluppo futuro della nostra distribuzione all’estero». Il premio Sofi è infatti un’importantissima opportunità di business sia all’interno del mercato statunitense che estero in generale, perché consente ai prodotti vincitori di godere di vantaggi in ambito mediatico e di relazione con il trade specializzato.

«Dal 1972 il Sofi Award apre ai premiati le porte della migliore gastronomia mondiale, rendendoli ambasciatori della produzione d’eccellenza – ha continuato il direttore marketing Claudia Sutera – la nostra Aranciata Rossa BIO IGP sarà esposta al “Summer Fancy Food Show”, la più importante rassegna di specialità gastronomiche che si svolgerà dal 23 al 25 giugno al Javits Center di New York, e che sarà occasione per la cerimonia di consegna della statuetta d’oro. Saremo quindi presenti anche al “Winter Fancy Food 2020”, nelle gallerie on line dello SpecialtyFood che contano 133mila utenti mensili, in tutti gli eventi organizzati dall’Association. La nostra bevanda avrà copertura nei principali media statunitensi e posizionamento nei canali digital e social della SFA (Specialty Food Association)».

«Non succede tutti i giorni di varcare la soglia del gotha internazionale del food – conclude Libè - ciò significa che la qualità dei prodotti Sibat Tomarchio è ormai consolidata in tutto il mondo. Ringraziamo di cuore la giuria, composta da esperti di massimo livello, e il nostro distributore americano Lettieri & Co. LTD che ci ha coinvolto in questa avventura».

 

Una bella giornata di sole ha fatto da cornice al terzo appuntamento con Lungomare Fest per il 2019, una domenica vissuta all’aria aperta da migliaia di catanesi tra gli eventi e le manifestazioni artistiche, sportive, di promozione culturale e ambientale, dispiegate nei 2,6 chilometri del lungomare, ma anche a San Giovanni LI Cuti, aree chiuse al traffico veicolare e ai bus e letteralmente prese d’assalto da famiglie, pedoni e ciclisti. Un’edizione speciale di Lungomare Fest dedicata al Maggio dei libri nella zona di piazza del Tricolore (Monumento ai Caduti), con una vasta area dove sono stati sistemati gli stand di editori e librai,che hanno catturato l’interesse dei catanesi. In mattinata il sindaco Salvo Pogliese ha incontrato numerosi cittadini e alcuni operatori e commercianti di viale Ruggero di Lauria e viale Artale Alagona: ”Tutti - ha detto il primo cittadino - hanno elogiato l’organizzazione e il format di Lungomare Fest, un appuntamento atteso da ogni componente dell’iniziativa che anche stavolta si è caratterizzata per l'ordine nello svolgimento e la fantasia delle scelte. In particolare – ha aggiunto Salvo Pogliese – ho apprezzato l’esposizione ordinata di prodotti artistici con un centinaio di espositori, coordinati dalle associazioni 'Non solo Feste' e 'Le Pulci di Città', che hanno colorato la lunga striscia di marciapiede  del lungomare, offrendo i loro prodotti a prezzi convenienti. Ringrazio dirigenti e funzionari comunali ma soprattutto gli organizzatori e gli operatori che hanno collaborato fattivamente con gli assessori Balsamo, Mirabella e Parisi che hanno coordinato, ciascuno per le rispettive deleghe, ogni aspetto della giornata”.

Molto gettonati dalle famiglie anche le tantissime iniziative di intrattenimento per bambini e adulti che si sono svolte nelle aree antistante l’istituto Nautico, piazzale Sciascia (piazza Europa) e il monumento ai Caduti.

Il prossimo appuntamento di Lungomare Fest è fissato per domenica 2 giugno, un’edizione che verrà dedicata allo Sport nella giornata che il Coni ha riservato alla promozione dell’attività sportiva e che in Sicilia si celebrerà proprio nel lungomare di Catania.

Il sindaco Salvo Pogliese e l'assessore alla Cultura, Barbara Mirabella, hanno accolto nella sala Bellini di palazzo degli Elefanti gli studenti del liceo linguistico Boggio Lera di Catania e del liceo spagnolo Ies di Sanxenxo, in provincia di Pontevedra, impegnati in un progetto di gemellaggio.
Durante l'incontro, promosso dalla consigliera Paola Parisi con la collaborazione dell'ufficio studi della Presidenza del consiglio comunale, il primo cittadino e l'assessore hanno ringraziato la delegazione spagnola per aver scelto di condividere il rilevante progetto di interscambio con Catania. Hanno inoltre invitato i ragazzi del Boggio Lera a farsi promotori, nei confronti degli ospiti spagnoli, della cultura e delle bellezze storico-artistiche e paesaggistiche della propria città. 
Gli alunni del primo triennio di studi del liceo catanese erano accompagnati dalle professoresse Rossana Chiara e Eloisa Ballarò, mentre gli studenti spagnoli dai docenti Alba Maria Martinez Amenedo e Francisco Jose Martinez Rodriguez.
Il gruppo di Sanxenxo è impegnato a Catania, per una settimana, in un programma di attività che include anche visite guidate lungo l'itinerario del barocco e dei principali monumenti cittadini e un tour nelle vicine Aci Castello, Taormina, Siracusa.

A Palazzo degli Elefanti, il Sindaco di Catania Salvo Pogliese ha presentato, con al fianco gli assessori allo Sport, Sergio Parisi; alla Pubblica Istruzione, Barbara Mirabella e alla Mobilità, Pippo Arcidiacono e gli organizzatori, l’11^ Corri Catania che scatterà alle 10 in punto di domenica 12 maggio da piazza Università.

La corsa-camminata di solidarietà è ormai un appuntamento fisso della primavera catanese capace di coniugare sport, benessere, divertimento, spirito di aggregazione e condivisione.

“Corri Catania è un evento simbolo per la nostra città – ha evidenziato il Sindaco Pogliese – un evento vincente con una forza contagiosa ed entusiasmante e portato avanti con determinazione, tenacia e straordinaria capacità organizzativa dall’Asd Corri Catania”.

C’è attesa per la corsa-camminata aperta a tutti che ogni anno trasforma una domenica di primavera in una festa per la città.

“Ho partecipato dalla prima edizione in varie vesti – ha dichiarato l’assessore Parisi – e ogni anno è una grande emozione essere al via e vedere lo sport per tutti coniugarsi con la solidarietà è davvero vincente”.

Anche quest’anno il contributo entusiasta delle scuole catanesi costituisce una componente importante del successo dell’evento. “Corri Catania è pensata e strutturata in maniera corale e collettiva – ha sottolineato l’assessore Mirabella – è un evento vincente che coinvolge e che parla alle famiglie”.

Una conferenza molto partecipata che ha visto stringersi attorno all’evento le tante realtà istituzionali, militari, civili e sportive che “corrono” al fianco di Corri Catania e che hanno contribuito negli anni a far crescere la manifestazione.

Quest’anno il progetto di solidarietà promosso da Corri Catania è “La Scuola della Nascita” che ha l’obiettivo di realizzare al Dipartimento Infantile del Garibaldi Nesima un’area polifunzionale per la preparazione al parto delle future mamme e per la gestione dei neonati. Con soli 3 euro ogni partecipante riceve la maglietta ufficiale e il pettorale numerato per prendere parte a Corri Catania e contribuisce all’obiettivo solidale.

Presenti oggi il dott. Fabrizio De Nicola, Direttore Generale dell’Arnas Garibaldi e il prof. Giuseppe Ettore affiancato dai medici del Dipartimento Materno Infantile.

“Corri Catania coinvolge davvero un territorio intero e lo fa con capacità e generosità – ha dichiarato il dott. De Nicola – ed è la dimostrazione concreta che l’interazione fra istituzioni e società civile può dar vita a grandi cose”.

“Il “gioco di squadra” permette di raggiungere importanti traguardi e Corri Catania ne è la dimostrazione – ha detto il prof. Ettore - e rappresenta uno straordinario invito all’aggregazione e una spinta entusiasta alla solidarietà”.

“Il nostro grazie va a tutti coloro che condividono lo spirito e i valori di Corri Catania – dichiarano gli organizzatori Elena Cambiaghi, Giovanni Nania e Carmelo Prestipino – in testa il Comune di Catania che ha “sposato” con slancio la manifestazione. Un grazie che si estende chi patrocina l’evento come Fidal, Coni Sicilia, Croce Rossa di Catania, Amt, Sostare, Fce-Metropolitana; Csain Sicilia, Cus Catania e Panathlon; a quelle realtà che lo sponsorizzano

come Dais; Ragazzini Generali; Comer Sud; Strano; Mondo Convenienza; Turkish Airlines; Haus; Etnapolis; Bruno Euronics – Wiko; Mc Donald’s; Decò; IBL Banca; Rio Mare; STMicroelectronics; Gran Farmacia La Scogliera; Altair Club; Professionisti del Sorriso; Buy in Sicily; Cavagrande; Linker Pharma; Powerade e a tutte le realtà che attraverso la loro partecipazione danno il loro supporto all’evento.

Una conferenza stampa dal “sapore naturale” per la nuova edizione di CamBIOvita – l’expo del Sano Vivere, in programma al centro fieristico “Le Ciminiere” dal 26 al 28 aprile, presentata, alla fermata Giovanni XXIII della Metropolitana di Catania, promossa dalla èxpo, azienda leader nell’organizzazione di eventi.

Riflettori puntati sul “benessere”, declinato in tutti gli aspetti della vita quotidiana: dalla cucina e alimentazione, al turismo esperienziale e green; dalla bioedilizia e ambiente, all’erboristeria e cosmesi naturale, fino alle discipline olistiche. Erano presenti il Sindaco Metropolitano, Salvo Pogliese;  l’assessore regionale dell’agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea, Edy Bandiera; il direttore dell’Asp Catania, Maurizio Lanza; l’assessore allo Sport,  nonché presidente regionale Fin, vice presidente regionale CONI Sicilia, Sergio Parisi; Barbara Mirabella, founder di èxpo; il presidente della Ferrovia Circumetnea, Salvo Fiore; il direttore di Amt,Isidoro Vitale; il segretario nazionale Codacons, Francesco Tanasi; il presidente di Compagnia delle opere orientali, Toti Contraffatto; la responsabile eventi Coldiretti Catania, MariaChiara Santignazio; il presidente di Cna Floriana Franceschini; il segretario territoriale Cna Catania, Andrea Milazzo, il presidente dell’Ordine Architetti Pianificatori, Paesaggisti, Conservatori della provincia di Catania, Alessandro Amaro; il delegato dell’ordine degli Ingegneri, Giuseppe Marano, il presidente Istituto Nazionale di Bioarchitettura Catania, l’architetto Dario Antignano; il presidente dell’unione regionale cuochi, Domenico Privitera; il referente per Aic Sicilia, Salvo Recupero; l’amministratore e il responsabile dello svulippo di Canapar, Antonio Caruso e Giovanni Milazzo; il presidente di Fiab Catania, Marco Oddo.

“Si tratta, di un’iniziativa lodevole – ha commentato il sindaco metropolitano Salvo Pogliese – che punta l’attenzione sul rispetto dell’ambiente, sull’ecosostenibilità e su una forma di turismo green verso le quali il nostro territorio mostra sempre grande attenzione e interesse. Dalla mobilità sostenibile alla valorizzazione delle eccellenze del territorio , questo genere di eventi contribuiscono alla crescita di Catania che si propone come polo di attrazione nel mediterraneo, punto di riferimento sia per l’enogastronomia che per il turismo esperenziale”.

Grande attenzione sarà riservata duqnue alla campagna a favore del pesce azzurro e acquacoltura del Mediterraneo, grazie al MIPAAF,- FEAMP il Ministero delle Politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo.

Salute e prevenzione saranno al centro delle attività, che l’assessorato alla salute della regione Siciliana e l’Asp di Catania dedicheranno ai visitatori del salone, con spazi interattivi nell’ambito dei quali gli utenti potranno effetture check-up e screening gratuiti, consulenze da parte di esperti nutruzionisti e medici specalizzati anche nella prevenzione dei tumori al seno.

Si scoprirà e si valorizzerà il territorio viaggiando in modo eco-compatibile, alla ricerca di uno stabile equilibrio tra cultura, sport, salute e ambiente, su cui l’assessorato regionale al Turismo sta puntando.

Ma non solo anche il comparto agricolo, con un’interessante proposta food, coinvolgerà i visitatori in vere e proprie sense experience in grado di incuriosire sui nuovi ma diffusi stili di cucina e di vita in generale. E ancora tutti gli approfondimenti sui rimedi naturali e le tecniche per curare in modo sano e alternativo i malesseri della vita quotidiana, da preparare anche in casa. Progetti che rientrano nell’ambito di iniziative valorizzate dall’assessorato regionale all’agricoltura.

 “Iniziative come queste confermano la grande importanza e la qualità  del comporta agricolo – ha sottolineato l’assessore regionale Edy Bandiera - creando un valore un aggiunto che si lega alla produzione e trasformazione dei prodotti di una terra, come la nostra, che è meravigliosa. Oramai il consumatore non chiede solo di assaporare il prodotto, ma di immergersi in un’esperienza plurisensoriale. Qualità – conclude –valorizzazione e promozione rappresentano  i pilastri di un modello di sviluppo che seguiamo e non a caso, in questo anno, la regione sta mettendo in campo 146 miioni di euro per le aziende siciliane e anche un bando per l’agricoltura biologica e l’idennità compensativa che serve a garantire gli agricoltori che producono prodotti straordinari”.

La cucina come strumento di buona salute grazie al progetto”Healing Chef”, con l’università degli studi di Catania per ribadire, ancora una volta, gli aspetti positivi e i vantaggi di osservare un regime alimentare sano e secondo i canoni della Dieta Mediterranea.

A prendere parte alla conferenza, il presidente dell’associazione provinciale cuochi etnei, Angelo Scuderi; gli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore E. Fermi F. Eredia e l’Istituto di Istruzione Superiore I.P.S.S.E.O.A. KAROL WOJTYLA. Questi ultimi saranno protagonisti sull’area palco Decò Gourmet, brillantemente condotta dal giornalista enogastronomico Antonio Iacona, per far riscoprire il piacere della tavola, con profumi genuini e materie prime di alto livello, nella tecnologica cucina allestita da ectrolux proesssional.

Novità di questa edizione l’anteprima regionale di Tesla, che presenterà in fiera, Model 3,  un auoto elettrica ad energia sostenibile 100%. Durante le giornate sarà in esposizione statica e il team Tesla sarà disponibile per rispondere a domande e curiosità sulla vettura, come il tetto interamente in vetro, gli interni premium e il display touchscreen da 15 pollici.

Rispetto dell’ambiente, aiutando i consumatori a sentirsi bene. Sarà un altro focus della tre giorni del “benessere” , che si traduce nell’uso di prodotti plastic free, ecologici e computabili e nella fornitura dei servizi di riciclo, svolgendo l’attività in maniera sostenibile. E a pensarci sarà la linea green Tusibio, adottando prodotti totalmente computabili, biodegradabili e riciclabili: scatole, box, shoppers, sacchetti, contenitori, imballaggi sostenibili e stoviglie monouso derivanti dalla canna di zucchero, dalle foglie della palma fino alla cellulosa.

Consapevolezza è la parola chiave degli obiettivi, congiunti, di camBIOvita Expo e Blu Lab Academy che, anche per questa edizione, hanno rinnovato il fortunato sodalizio.  Consapevolezza di ciò che i ristoratori ci propongono. Consapevolezza di ciò che mettiamo nel piatto. Consapevolezza di ciò che mangiamo. 

 “Sono davvero orgogliosa di questa edizone di cambiovita expo che annovera oltre 150 stand e 20 ore di convegni e momenti formativi – ha commentato Barbara Mirabella, founder della èxpo - ulteriore dimostrazione della grande qualità delle eccellenze all’interno del salone. Il fil rouge che percorrerà questo straordinario giardino del ‘sano vivere’, sarà la salvaguardia degli ecosistemi e della biodiversità, che mirano alla coesione sociale dell’intera comunità. L’agorà del green style potrà essere raggiunta facilmente, in bici in metro, o in bus lasciando a casa l’auto e presentando al botteghino il biglietto vidimato o la tessera di abbonamento del bus, della metropolitana, per ottenere una riduzione del 50% sul costo del biglietto d’ingresso”.

Senza dimenticare la “Call For Action” indetta da OAPPCCT e FOAPPCCT, per dare spazio alle idee e ai progetti di bio architettura. I lavori più belli e meritevoli che riescono ad incarnare il senso del design eco-sostenibile e naturale, saranno premiati. Bando sul sito CamBIOvita Expo.

In prima fila anche il al mondo olistico, della meditazione e dello yoga. Un connubio di realtà pronte a mostrarne al pubblico il vero spirito e profondità della manifestazione.

E proprio come recita il vecchio adagio “mens sana in corprore sano”, anche quest’anno lo sport approderà alla kermesse bio, grazie alla collaborazione con il Coni regionale presente con tutte le discipline per grandi e piccini. Spazio anche per attivita di training con gli esperti di Virgin Active – Catania, che punterà i riflettori sulle principali attività ginniche per migliorare la qualità della vita, diventando strumenti per la cura della salute.          

Insegnare a ridurre i rifiuti casalinghi in modo del tutto autonomo e trasformare gli scarti organici in terreno fertile, detto "compost", è l’importante mission dall’azienda Dusty, che sarà presente in fiera, insegnando che bastano davvero poche e semplici mosse, per rispettare l’ambiente della propria comunità.

Verranno divulgate con grandissima attenzione le tecniche e le criticità del compostaggio che lavora con trucioli, segatura, scarti da cucina, paglia, foglie secche, carta e cartone.

Il tutto poi sarà arricchito anche da un’area Kids che proporrà ai bambini una serie di attività e laboratori creativi.

Confermata l’area glamour che prenderà vita a partire dalle 18:00, con aperitivi naturali, DJ set, live music, per chiudere in bellezza ogni giornata in cui si sono sperimentati tanti esempi di vita sana.

Venire a CamBIOvita significa, dunque, predisporsi al cambiamento: siete pronti?

Count-down per Expo Canapa Sud – La fiera nella fiera

Protagonista, durante la presentazione, anche Expo Canapa Sud, il più importante salone del Sud Italia dedicato alla cannabis e alle sue proprietà terapeutiche, che saranno sviscerate durante la IV edizione del ciclo di convegni dal titolo: “La canapa per la salute e l’industria”, organizzato dall’azienda siciliana, Canapar, che ha la mission di ottimizzare e sviluppare la coltivazione della cannabis.

Tre le giornate dedicate alla canapa in tutte le sue sfaccettature. Durante la prima, saranno messi in luce gli aspetti normativi e sociali e quelli agronomici della canapa.  Sabato 27 aprile si analizzeranno, invece, le prospettive di sviluppo della coltivazione della canapa industriale in Sicilia, sessione in cui, sarà raccontato e approfondito il caso Canapar. Nella giornata di domenica 28 aprile, infine, saranno presenti alcuni tra i più autorevoli e informati medici, professori e farmacisti italiani che si confronteranno sull’importanza della cannabis in ambito terapeutico.

A chiudere i lavori dell’ultima sessione del convegno, saranno i presidenti delle associazioni di pazienti che affronteranno il delicato tema dell’uso della cannabis medica. Liberarsi dal dolore cronico e dall’artrosi, combattere i deficit cognitivi e l’epilessia e poi ancora contrastare gli effetti collaterali della chemioterapia. Si parlerà dunque degli effetti benefici della cannabis terapeutica.

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI