Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 03 Dicembre 2021

Giustizia ripartiva: 30 giovani dell’area penale sperimentano il volontariato

Tutti assieme per fare volontariato. Il Dipartimento per la Giustizia Minorile, Centro per la Giustizia Minorile per la Sicilia di Palermo, organizza una tre giorni sull’ educazione alla  legalità, alla solidarietà, alla mondialità intitolata “Fatti di Speranza”, 3° Incontro Regionale del Volontariato dei ragazzi dell’Area Penale. A Caltanissetta, da venerdì prossimo, 11 gennaio fino a domenica 13, confluiranno 30 giovani dell'Area penale segnalati dai Servizi Minorili della Sicilia, inclusi ragazzi detenuti, che si incontreranno con altri 30 ragazzi tra i 18 ed i 25 anni impegnati in associazioni ed enti che collaborano con i servizi per i minori per fare un’esperienza di volontariato. Insieme ad altri giovani, già usciti dal circuito penale, operatori dei Servizi Minorili e associazioni partner dell'iniziativa, i partecipanti saranno divisi in equipaggi per sperimentare praticamente la solidarietà con i disabili, anziani, nel campo della protezione ambientale. "Fatti di speranza" vuole, infatti, essere un happening tra ragazzi che sperimentano nel loro percorso di crescita le difficoltà del cambiamento. Un mini campo-scuola che favorisca l'entusiasmo ed il dialogo, nonchè l'incontro con storie di vita significative e testimonianze di persone che, con la loro passione, hanno affrontato la lotta per la legalità, l'impegno responsabile per l'altro ed il coraggio di cambiare, di non arrendersi ai quotidiani destini. Durante ogni momento di questa tre giorni ci sarà, dunque, l'incontro con un testimonial, una persona che ha vissuto sulla propria pelle un'esperienza, una vittima diretta o indiretta di illegalità, che racconterà i suoi stati d'animo e come dal dolore si può arrivare alla speranza.. In tal senso si focalizzerà l'attenzione sulla realtà del Benin e sull’esperienza dell'Associazione "Gruppo Aleimar” che in quel paese africano porta avanti un progetto. Tre ragazzi, che si distingueranno in queste “prove” di solidarietà, potranno partecipare ad un esperienza di solidarietà lunga un mese proprio nel Benin nell’ottica proprio della Giustizia Riparativa,..

Dopo il raduno previsto al Centro Polivalente Michele Abbate del Comune di Caltanissetta, alle ore 17 e trenta del venerdì 11 febbraio, è prevista una conferenza stampa, allargata alla città nel corso della quale assieme agli altri ospiti, tra i quali il vescovo nisseno, Mario Russotto, Rosalba Romano, del Centro Giustizia Minorile per la Sicilia, referente per la Giustizia Riparativa, illustrerà l’iniziativa. Nel corso dell’incontro sarà proiettato il video “Dal letame nascono i fiori” realizzato dal CGM siciliano. Alla sera, dopo la cena, i giovani parteciperanno all'’incontro, aperto anche alla città, sul tema "Onestà: dalle Parole ai Fatti" con la testimonianza di Chiara Frazzetto vittima di mafia.

Sabato 12 Febbraio, giornata volontariato presso Servizi, Enti e Associazioni di Volontariato del territorio di Caltanissetta, riservata ai ragazzi ed operatori degli equipaggi. In contemporanea si svolgerà, all' Anfe di Caltanissetta,  un  WorkShop per gli operatori dei Servizi Minorili, del territorio e del privato sociale, dal titolo "Volontariato e rieducazione penale: la sfida della Giustizia Riparativa". Il ricavato della cena "Sogni da Riaccendere", prevista la sera del sabato sarà devoluto a favore  del progetto in Benin. Domenica 13 Febbraio, giornata conclusiva. I partecipanti si incontreranno per scambiarsi le testimonianze ed esperienze testimonianze di gente normale che ha fatto qualcosa di speciale per dare una svolta alla propria esistenza. Durante l'incontro saranno premiati i ragazzi dell'area penale che si sono distinti in attività di volontariato.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI