Trani - Una graduatoria per definire i beneficiari di alloggi popolari

riserbato-lupelli-uva

 

Una graduatoria per definire i beneficiari di alloggi popolari. Questa mattina nella sala giunta del comune di Trani un incontro che il Sindaco Gigi Riserbato ha definito con il termine operativo. Vi hanno preso parte, oltre al Primo Cittadino, l’Assessore Comunale Servizi Sociali Rosa Uva, il Direttore Generale dello IACP Sabino Lupelli e i rappresentanti sindacali degli inquilini.

Propedeutica alla graduatoria e la pubblicazione del bando sul quale saranno indicati i termini per l’accesso al diritto alla casa. Ma ancora prima sarà necessario un lavoro di ricognizione per verificare il reale fabbisogno abitativo della città.

“L’incontro odierno – ha detto il Riserbato – è un ulteriore segnale concreto del lavoro che l’Amministrazione sta eseguendo a favore delle fasce deboli di cittadini. Il Bando – aggiunge il Sindaco – è condiviso con le associazioni di categoria degli inquilini che hanno comunque manifestato la necessita di piccole correzioni che saranno immediatamente recepite”.

Intanto il Comune ha fatto registrare un passo importante nella direzione di una più attenta capacità di risposta dell’Ente alle esigenze della cittadinanza con l’istituzione di un ufficio del piano casa. “Una novità dal valore storico per il Comune di Trani fino a questo momento privo di un ufficio del genere – commenta il Sindaco -. Una novità introdotta distaccando un’unità lavorativa da un altro ufficio per sopperire alla scarsità di personale nel quale il Comune verte. Questa figura – aggiunge il Sindaco - svolgerà un ruolo di tutoraggio con il personale dello IACP”.

 

Per il Direttore Generale dello IACP, Sabino Lupelli l’istituzione dell’ufficio casa “è una svolta epocale per il Comune di Trani”.

Lupelli si è soffermato sulle categorie di cittadini che potrebbero rientrare nei requisiti del bando affermando che “oggi la soglia di povertà riguarda anche le famiglie monoreddito e i giovani che non riescono ad accedere al mercato immobiliare”. Altro momento significativo per la definizione del bando è legato all’individuazione delle aree sulle quali si andrà a costruire. “Un impegno su tutti i fronti per lo IACP, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale”, dice il Direttore Generale che ricorda la già importante copertura sul territorio tranese sul quale lo IACP è presente con 660 immobili.

 

 

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI