Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 01 Marzo 2021

Avvicendamento al comando del gruppo aeronavale della Guardia di Finanza

Nella giornata odierna ha avuto luogo il passaggio di consegne al comando del Gruppo Aeronavale della Guardia di Finanza di Taranto.

Il Tenente Colonnello Rocco Nicola SAVINO, proveniente dal Comando della Stazione Navale di Manovra di Taranto, è subentrato nel comando del Reparto al Colonnello pilota Francesco Saverio GUARINI, designato a capo della missione estera in Albania quale Comandante del Nucleo Frontiera Marittima in Durazzo.

Il Comando Gruppo Aeronavale della Guardia di Finanza di Taranto rientra nella componente aeronavale d’altura del Corpo ed, unitamente agli altri quattro Gruppi Aeronavali di La Spezia, Cagliari, Trapani e Messina, dipende gerarchicamente dal Comando Operativo Aeronavale di Pratica di Mare.

L’area d’interesse operativo del Comando Gruppo Aeronavale di Taranto va ben oltre i confini della regione Puglia, abbracciando tutto il Mare Adriatico ed il bacino dello Ionio settentrionale, sul quale opera in cooperazione e coordinamento con i reparti aeronavali costieri del Corpo presenti nelle regioni affacciate su questi mari.

Dotato dei mezzi aerei e navali tecnologicamente più evoluti e di maggiore autonomia operativa è orientato ad esercitare l’azione di vigilanza in alto mare, in forza del diritto internazionale, ove la presenza istituzionale del Corpo si rende necessaria, ponendo in essere un attività di prevenzione attraverso il monitoraggio, da un lato, del traffico marittimo di passaggio dal mare aperto ai bacini interni e, dall’altro, operando proiezioni in profondità per acquisire obiettivi di interesse specifico.

Il reparto è infatti deputato a sviluppare l’innesco di attività di polizia economico finanziaria in acque internazionali, con particolare riguardo alla prevenzione e repressione del contrabbando, funzione propria ed esclusiva della Guardia di Finanza a tutela degli interessi economici e finanziari nazionali e comunitari.

Compito primario è il contrasto ai traffici illeciti provenienti dall’alto mare, costituendo, questo Reparto, grazie alla sua specificità, la linea più esterna contro le minacce rivenienti dal traffico di sostanze stupefacenti, dal traffico d’armi e di rifiuti tossici e nocivi nonché dall’immigrazione clandestina.

Proprio tale specificità ha portato alla proiezione internazionale del comparto aeronavale d’Altura della Guardia di Finanza ed alla sua alta considerazione in ambito FRONTEX, l’Agenzia europea per il controllo delle frontiere esterne, che si è avvalsa di uomini e mezzi, anche del Gruppo Aeronavale di Taranto, per l’invio in missioni di cooperazione in Grecia, Spagna e Francia.

Per il corrente anno, inoltre, a seguito della ripresa e notevole incremento di sbarchi di clandestini sulle coste del Salento e su quelle ionico calabresi, nonchè dei notevoli successi conseguiti nello specifico settore, grazie al perfetto coordinamento ed alla collaborazione con i due Reparti Aeronavali regionali di Bari e Vibo Valentia, che ha portato al sequestro complessivo, nei soli primi mesi dell’anno di nr.21 imbarcazioni di vario tipo, all’arresto di nr.27 scafisti ed al fermo di nr. 1714 migranti, il Gruppo Aeronavale è stato prescelto quale “Local Coordination Center” dell’operazione “AENEAS 2011”, voluta e finanziata da FRONTEX per contrastare tale fenomeno presente alle frontiere meridionali d’Europa, cui partecipano, oltre alle unità aeronavali del Corpo e delle altre Forze di polizia operanti sul mare, anche assetti aerei stranieri.

 

 

 

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI