Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 03 Dicembre 2020

Il Parco Nazionale del Gargano terra dei dinosauri

Sui luoghi della storia , della geologia , della nostra storia . E’ ancora possibile incontrare i dinosauri nelle loro dimensioni reali ?  E’ ancora possibile vedere le loro orme ? C’è un posto ,in Italia , nel cuore del Parco Nazionale del Gargano dove è stato ricostruito l’habitat naturale così come era ben 120 milioni di anni fa . Questo posto è un borgo , quello di Celano frazione di San Marco in Lamis in provincia di Foggia . Lì  tra piante locali e specchi d’acqua, fra tracce e impronte, ci si può imbattere in creature (in dimensioni reali) vissute proprio su questo territorio 120 milioni di anni fa. Questo parco paleontologico di grande interesse , dove sono state ritrovate orme di dinosauri , sarà palcoscenico della Settimana del Pianeta Terra dal 14 al 21 Ottobre ideata ed organizzata dalla Federazione Italiana Scienze della Terra con ben 129 eventi in tutta Italia . “ Abbiamo scelto i borghi ed i parchi naturali – ha affermato Rodolfo Coccioni , Vice Presidente della Federazione Italiana Scienze della Terra e coordinatore nazionale dell’evento – perché rappresentano un grande patrimonio storico e geologico . L’Italia è al primo posto in Europa per numero di geoparchi ed è al secondo nel Mondo solo dietro alla Cina . Inoltre proprio nel nostro Paese ci sono molti borghi che rientrano nel patrimonio Unisco ”. A Borgo Celano, frazione di San Marco in Lamis, c’è un luogo dove immergersi nel passato attraverso strutture e tecnologie attuali del Parco Nazionale del Gargano; un percorso interattivo interno al museo, per tuffarsi in un tempo e in uno spazio lontani milioni  di anni .
Alla luce degli eccezionali ritrovamenti di orme di dinosauri rinvenute nel territorio di San Marco in Lamis, il museo propone pannelli illustrativi, filmati, diorami e ricostruzioni di luoghi basati su studi scientifici, al fine di preparare il visitatore al percorso esterno.
Intanto sarà Torino ad ospitare il congresso nazionale della Società  Italiana di Geologia Ambientale dedicato alla Geologia Urbana , nell’ambito degli eventi della Settimana del Pianeta Terra organizzata su tutto il territorio nazionale dalla Federazione Italiana di Scienze della Terra ed in programma dal 14 al 21 Ottobre . La conferenza  che si svolgerà nel capoluogo piemontese è organizzata dalla SIGEA , dal  Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università degli Studi di Torino e dall'Ordine Regionale dei Geologi del Piemonte .“ A Torino arriveranno geologi, ingegneri, architetti , agronomi, forestali  - ha affermato Rodolfo Coccioni, Vice Presidente della Federazione Italiana di Scienze della Terra e coordinatore dell’evento nazionale - interessati alla problematica del rapporto tra Torino e l’ambiente geologico (suolo, sottosuolo, risorse minerarie, acque superficiali, acque sotterranee) per fornire un quadro aggiornato sulla gestione del territorio torinese. A tal fine, si vogliono coinvolgere i “decisori” (politici e amministratori pubblici), il personale tecnico delle istituzioni pubbliche competenti nonché le imprese di settore. Dopo un inquadramento geologico generale, il convegno si concentrerà sulle risorse e sui pericoli geologici relativi al territorio torinese, sulla pianificazione territoriale, sulle principali opere ingegneristiche realizzate negli ultimi anni e sul loro impatto sull’ambiente geologico. Una parte del convegno sarà dedicata alle iniziative che la Città di Torino opera per la divulgazione delle Scienze della Terra”.
Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI