Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 24 Settembre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:502 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1241 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:1976 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1508 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1486 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1455 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1729 Crotone

Il 756° compleanno della nostra Manfredonia

corteremanfredi01BIG

 

Nel gennaio del 1256 il Re Manfredi di Hohenstaufen (o di Svevia), figlio di Federico II ed ultimo re svevo di Sicilia, giunse a Siponto nel corso di una battuta di caccia e si avvide della profonda prostrazione in cui versavano i suoi abitanti. Disagio dovuto ad un agglomerato urbano ormai distrutto ed ancor più per un'area che era divenuta malarica per l'impaludamento in cui versava. Non si perse d'animo e decise di ricostruire tutto, a breve distanza, per presidiare un territorio di cui riconosceva la posizione strategica e, al contempo, per dare vita ad uno dei più importanti centri di governo di tutto il Regno.

La sua partecipazione alla nascita della nuova città è palese già dal nome che decise di darle e nel marzo dello stesso anno affidò i lavori al maestro costruttore Marino Capece, il quale riutilizzò tutti i materiali che poteva dalla vecchia Siponto ed organizzò l'importazione delle materie prime di cui difettava il territorio. Convenzionalmente si fa iniziare la storia di Manfredonia dal 23 aprile 1256, giorno in cui fu posata la prima pietra.

Per ricordare le proprie radici e per perpetuare le tradizioni culturali l'Istituto Comprensivo “Don Milani”, di Manfredonia, rinnova quel progetto che sta cominciando ad essere un appuntamento fisso, oltre che estremamente gradito, con la cittadinanza e che va sotto il nome di “Alla Corte di Re Manfredi”. I ragazzi di tale Istituto, insieme a quelli della "Mozzillo-Ungaretti", torneranno a proporre una serie di manifestazioni, atte a ricreare l'atmosfera medievale, che si concluderanno con il Corteo Storico.

"Il progetto nasce da numerose necessità - afferma la referente del progetto, prof.ssa Marina Scircoli - quali il favorire il rapporto tra tradizione ed innovazione nella valorizzazione del patrimonio storico; lo sviluppo nei ragazzi della capacità di trasferire l’esperienza didattica nella realtà concreta; lo stimolare gli allievi ad amare e tutelare il patrimonio artistico e culturale del territorio affinché ne possano diventare gli spontanei tutori; la sensibilizzazione di tutti i cittadini sulla ricchezza dei beni patrimoniali del territorio, perché possano riscoprire le proprie radici".

Il proficuo lavoro svolto, di cui potremo apprezzare la bontà sabato prossimo, ha visto all'opera una vera e propria equipe, coordinata dalla dott.ssa Maria Racanelli (Dirigente scolastica), così composta: prof.ssa Ciuffreda Mattia (laboratorio di scenografia, danza e drammatizzazione), prof.ssa D'Ascenzo Annarita (laboratorio musicale), prof. Nardella Luigi (laboratorio musicale), ins. Gargano Eugenia (relazione con Enti esterni, didattica alunni infanzia). Equipe che si è avvalsa anche di collaboratori esterni quali l'ins. Virgilio Elvira (comunicazione e pubblicizzazione del progetto), la dott.sa Rosmary Valente (Pro Loco Manfredonia fonti documentarie ed iconografiche storiche e corretta rielaborazione storica del Corteo e degli eventi correlati), la prof.ssa Virgata Aldina (laboratorio sartoriale).

"La nostra Città - afferma il Sindaco di Manfredonia, Angelo Riccardi - si riappropria di un pezzo della sua storia, densa di accadimenti, anche ogni qualvolta si svolgono le celebrazioni della sua fondazione. Mi auguro si possa diffondere nelle nuove leve, senza però escludere chi ha già raggiunto la maturità anagrafica, la consapevolezza del ruolo strategico che la cultura ha nel processo di crescita e di sviluppo di Manfredonia e, per tale ragione, ringrazio a nome mio e della Città tutti coloro che a vario titolo danno vita ad una così mirabile iniziativa".

Il prologo del Corteo Storico avverrà con la conferenza sulla figura di Re Manfredi e sulla nascita di Manfredonia, sul tema “La Musica alla Corte di Re Manfredi”, che si terrà oggi presso l’Auditorium di Palazzo dei Celestini alle ore 18,00. Interverranno: il Sindaco Angelo Riccardi, l’Assessore Annarita Prencipe, l’Assessore Paolo Cascavilla, il dott. Alberto Cavallini. Modererà Matteo Perillo.

Sabato 28 aprile, giorno deputato alle celebrazioni, il Corteo Storico partirà, alle ore 19.30, dal recinto della Dogana, molo di Ponente, e proseguirà lungo Corso Manfredi fino a raggiungere Piazzale Ferri. Durante il Corteo si esibiranno i “Federiciani” gruppo di sbandieratori, musici e figuranti, i “Liubo” artisti di strada, odalische, musici, dame, cavalieri e popolane dell'Istituto Comprensivo "Don Milani", dame e cavalieri e musici della Scuola Media “Mozzillo – Ungaretti”, le popolane dell’Associazione “Arcobaleno” ed i figuranti della Pro Loco di Ceprano. Alle ore 21.30 gran finale in Piazza del Popolo con esposizione del Tesoro di Manfredi, danze, musica, coreografie e spettacolo di odalische, mangiafuoco, giocolieri e giullari. A concludere fuochi pirotecnici.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI