Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 07 Marzo 2021

Manfredonia- La raccolta civica di monete su ‘Ticinum’

È uscito sul n.1, Anno XI di ‘Ticinum’, il Bollettino dell’Associazione Pavese di Numismatica e Medaglistica, un intero capitolo dedicato alla collezione di monete conservata nella sede comunale di Manfredonia.

Lo spunto è stato offerto dalla pubblicazione ‘Prima e dopo Manfredi-Monete tra Siponto e Manfredonia nella collezione civica’, curata da Giuseppe Sarcinelli per le Edizioni del Rosone, che il sindaco Angelo Riccardi ha inviato in omaggio all’associazione.

Dopo i ringraziamenti rivolti al primo cittadino per la copia dell’interessante pubblicazione, Vincenzo D’Onofrio, autore dell’articolo, esamina la collezione di monete che, coprendo un arco di tempo tra il periodo pre-romano e l’età moderna, racconta la storia di Siponto prima e Manfredonia poi: attraverso augustali e tarì, fiorini e denari, emergono tracce di traffici e scambi economici intensi, a confermare il ruolo rilevante che il nostro porto aveva tra i centri urbani della Daunia.

Si tratta di materiale proveniente per lo più dalla donazione che Luigi Pascale fece al Comune di Manfredonia nel 1930: monete greche e romane del periodo repubblicano, monete imperiali romane, monete bizantine, medievali e delle Crociate, delle occupazioni francese e spagnola e della casa sabauda, a cui si sono aggiunti esemplari rinvenuti in diversi scavi successivi.

Di particolare interesse un sesterzio emesso da Tiberio e un solido di Teofilo, che ci parla di un territorio divenuto teatro di guerra tra Bizantini e Goti.

Mi inorgoglisce lo spazio dedicato da questa prestigiosa rivista numismatica alla nostra collezione, attualmente custodita presso Palazzo San Domenico. È nella volontà dell’Amministrazione, però, trovarle una collocazione più consona, in ambienti ristrutturati, climatizzati e dotati di sistemi di sicurezza, in modo da renderla fruibile al pubblico -ha dichiarato il sindaco Angelo Riccardi-. Sono fermamente convinto che queste ‘escursioni’ nel nostro glorioso passato rafforzano il senso d’identità e di appartenenza territoriale nei cittadini, soprattutto nei giovani, oltre a costituire prezioso prodotto da offrire ai visitatori”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI