Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 06 Agosto 2020

Manfredonia - Ze’ Peppe balla con le stelle

E’ il tema della 59esima edizione del Carnevale di Manfredonia. La presentazione in una scintillante festa all’auditorium dei Celestini presenti il sindaco Riccardi e le autorità cittadine. Le novità di questa edizione.
“Ze’ Peppe balla con le stelle” è il tema della 59esima edizione del Carnevale “Dauno” di Manfredonia. Lo ha svelato la presidente del Comitato organizzatore della manifestazione, Filomena Rignanese, nel corso della presentazione di questa edizione 2012, presente il sindaco Angelo Riccardi, numerosi assessori e autorità cittadine e soprattutto una gran folla di cittadini. Una festa all’insegna di “Sant’Andune maschere e sune”, ricca di attrazioni musicali e carnevalesche, condotta con brio da Michela Borgia che ha presentato alcune sue canzoni di successo, coadiuvata da “Lello e Ciccio”  ovvero gli inossidabili e fosforescenti “Forbicioni”. Sullo sfondo dell’auditorium comunale dei Celestini addobbato per l’occasione, campeggiava il grande cartellone illustrante il tema del Carnevale realizzato dal caricaturista sipontino Francesco Granatiero.
L’edizione 2012 si preannuncia con delle novità interessanti. Una edizione “tradizionale, emozionante, partecipata”, l’ha definita la presidente Rignanese. “Tradizionale perché si inserisce – ha spiegato - nel solco della tradizione, nel recupero e nella custodia, se pur in veste moderna, degli eventi classici e caratterizzanti della manifestazione, come i Venti minuti col tuo carnevale, le sfilate, il Veglioncino dei bambini, i giovedì grasso. Emozionante per ciò che donerà in termini nuovi con alcune attività innovative, con alcuni piccoli cambiamenti strategici. Partecipato perché stiamo richiedendo la collaborazione di tutti nella realizzazione delle varie manifestazioni. Chiediamo a tutti – ha insistito - di vivere questa partecipazione e responsabilità, con la consapevolezza non di fare qualcosa solo per noi, ma di ragionare in termini di città aperta, pronta ad accogliere ospiti, turisti. Solo se noi saremo capaci di sognare presenteremo a tutti una città bella in grado di emozionare chi arriverà a Manfredonia. I nostri ospiti devono respirare bellezza, innovazione ed andar via con la voglia di tornare.”
Le novità: sfilata unica con il primo corso mascherato del 19 febbraio, il learning carnevale, ed il living carnevale. Per sfilata unica si intende – è stato spiegato – la Grande parata dei carri e dei gruppi insieme con la Sfilata delle meraviglie dei bambini prevista per domenica 19 febbraio. “È una scelta strategica – sostiene la presidente - presa in linea con l’obiettivo di maggiore promozione dell’evento”.
Il learning carnevale è una innovazione assoluta. Nei due giovedì grasso del 9 e 16 Febbraio saranno attrezzati in diversi punti della città luoghi di conoscenza e apprendimento delle arti del Carnevale, quali cartapesta, sartoria, gastronomia. Sarà il momento in cui i cittadini potranno da vicino prender coscienza, apprendere. Ci sarà all’interno di questo scenario un work shop su economia e Carnevale in collaborazione con l’Università di Foggia.
Il living Carnevale è la sfida che il Comitato lancia alla città, il vivere tutti l’evento, l’auspicio è che tutta la città possa scendere in Piazza ed esser protagonista. “Era negli anni passati usanza – ricorda Rignanese - mascherarsi tutti, nelle varie socie. L’intento è ora quello di  ravvivare le strade ed il tempo del Carnevale con mascherate libere. Si è chiesto ai gruppi partecipanti alla sfilata, in collaborazione con alcuni pubblici esercizi, di mettersi a disposizione, nelle due date degli storici “giovedì grasso” per animare serate di musica e ballo”.

Diverse sono anche le iniziative che stanno nascendo in collaborazione con alcune associazioni per l’animazione delle periferie ed indirizzate ad alcune fasce deboli quali anziani, disabili e minori disagiati. Le varie iniziative saranno indicate e precisate nel programma definitivo che alla città assieme alla storica rivista.
Compiacimento per il lavoro che si va svolgendo hanno espresso il sindaco Riccardi che ha rimarcato come “il Carnevale sia un evento importante anche per il rilancio economico della città in cui crediamo”, e l’assessore Cascavilla che ha evidenziato come “il Comune ha assicurato lo stesso contributo dell’anno scorso”.
Carnevale è anche gastronomia tipica: un assaggio è stato organizzato negli stand disposti dinanzi ala sede del Comitato Carnevale.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI