Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 29 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:1079 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1574 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1094 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1798 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2558 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:2059 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:2050 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:2004 Crotone

Manfredonia - Un’avventura tra le sei corde

A nove anni dalla sua nascita, il Festival Internazionale di Chitarra “Città di Manfredonia” si colloca tra le iniziative culturali di maggior prestigio e spessore vantate dalla nostra Città. Anno dopo anno ha visto avvicendarsi artisti di fama internazionale, consegnando alla Comunità il privilegio della musica classica d’eccellenza.

 

Promosso, organizzato e diretto per otto edizioni dal Comune di Manfredonia e dall’associazione culturale “Duo Caputo –Pompilio”, quest’anno l’organizzazione è stata affidata a Pandemia Produzione Eventi Culturali, soggetto gestore del LUC Laboratorio Urbano Culturale “Peppino Impastato” di Manfredonia, in collaborazione con l’associazione “Duo Caputo-Pompilio” e la supervisione del Comune di Manfredonia.

 

Un atto di fiducia con cui il Comune ha voluto delegare a giovani appassionati la cura e la crescita del Festival. Un’operazione che ha un duplice valore: il mantenimento della tensione originaria, definita dalla volontà di avvicinare la musica colta ai giovani, e la sperimentazione di nuove pratiche di condivisione organizzativa.

 

Il LUC sarà la nuova location della rassegna. Sopperendo alle note difficoltà dettate dai tagli ai trasferimenti pubblici in tema di cultura, l’organizzazione del Festival ha beneficiato dell’encomiabile slancio di alcuni sponsor e conta di chiudere il bilancio dell’iniziativa in pareggio grazie ai proventi della vendita dei biglietti. Le esibizioni, gli approfondimenti e le occasioni di formazione arricchiranno un festival che ha la musica classica per protagonista: 5 concerti, una conferenza e 3 masterclass per un programma che dal gran solista internazionale passa attraverso il dialogo della chitarra con altri strumenti, con il cinema e con la danza e si conclude con le passionali atmosfere del flamenco.

 

Venerdì 21 ottobre alle 21:00 si apre il sipario del Festival con la chitarra solista di Carlos Jaramillo, noto in Spagna come uno dei chitarristi di maggiore levatura, premiatissimo e promotore di innumerevoli iniziative volte a diffondere la cultura musicale.

 

Sabato 22 ottobre è la volta del Duo Seminara – Devecchi che tra musiche originali e rivisitazioni propone un programma che coniuga tradizione e modernità. “L'inventiva compositiva del Duo si esprime nell'esecuzione di musiche di loro produzione che, se pur saldamente ancorate ad un trattamento tradizionale dello strumento, traggono spunto da diverse matrici stilistiche per esprimersi in un variegato cocktail sonoro”.

 

Domenica 23 ottobre è la serata in cui le note del violino del virtuoso sloveno Volodja Balžalorsky si intrecceranno a quelle della chitarra del bosniaco Saša Dejanović per far rivivere l’estro dei più grandi geni della storia della musica.

 

Sabato 29 ottobre il quartetto “Lupiae”, composto da Riccardo Calogiuri, Gabriella Lubello, Giorgio Pierri e Alessandro Quaranta propongono il concerto “Viaggio nella musica del mondo”, un ricomporre sapori, armonie e sogni dei popoli attraverso la musica che li caratterizza.

 

Domenica 30 ottobre il sipario del Festival si chiude con le note andaluse del quintetto diretto da Peppe Cairone. Il Festival, partito dalla Spagna, ritorna, infine, nella patria del flamenco. Lo spirito iberico rivive con i suoi antichissimi ritmi, con i suoi suoni lenti e pieni, ma anche rapidi ed improvvisi ed il festival con una sottile vena sognatrice vi da appuntamento all’anno prossimo.

 

 

 

Programma dei concerti ( presso il LUC Lungomare Nazario Sauro 37, ore 21:00)

  • Venerdì 21 ottobre - Carlos Jaramillo (Spagna)
  • Sabato 22 ottobre - Duo Chitarristico Seminara – Devecchi
  • Domenica 23 ottobre - Violin & Guitar Evening - Volodja Balzalorsky - violino (Slovenia), Saša Dejanovic - chitarra (Croatia)
  • Sabato 29 ottobre - Quartetto "Lupiae"
  • Domenica 30 ottobre - Peppe Cairone - Flamenco Quintet -

 

 

Programma delle masterclass e conferenze (Le masterclass si svolgeranno presso il Nicotel)

  • Masterclass: Ruben Parejo

Sabato 22 ore 9:00 -12:00/ 15:00- 18:00

Domenica 23 ore 9:00 -12:00/ 15:00-18:00

 

  • Conferenza: Francesco Scaramuzzi

Sabato 22 ore 18:00 Per un pugno di corde: l'utilizzo della chitarra nella musica da film.

 

  • Masterclass: Duo Caputo-Pompilio

Sabato 29 ore 9:00-12:00/15:00-18:00

Domenica 30 ore 9:00-12:00/15:00-18:00

 

  • Masterclass: Giuseppe Somenzari

Sabato 29 ore 18:00 Le intavolature nel 500. I trattati di danza di Fabrizio Caroso e Cesare Negri.

 

Prevendita presso il LUC (Lungomare Nazario Sauro 37)

Singolo concerto € 5,00 Abbonamento (5 concerti ) € 18,00

Ingresso gratuito per i minori di anni 18

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI