Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 29 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:1064 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1565 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1085 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1788 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2549 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:2050 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:2043 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1993 Crotone

Manfredonia - Menzione d’onore per Cristanziano Serricchio

Nuovo riconoscimento per Cristanziano Serricchio, con buona certezza il miglior poeta pugliese vivente, che ha ricevuto in questi giorni un ulteriore attestato della valenza della sua opera che va ben oltre i confini geografici locali e nazionali.

 

Sotto il patrocinio del Consolato Generale d'Italia in Melbourne e dell'Istituto Italiano di Cultura, con il supporto della Camera di Commercio ed Industria Italiana, della Victorian Multicultural Commission, del Comune di Moonee Valley, ed il patronato INCA-CGIL Australia e A.L.I.A.S. (Accademia Letteraria Italo Australiana Scrittori) è stata conferita, al poeta nato a Monte Sant'Angelo, una menzione d'onore "per l'intensa attività letteraria".

 

Il prestigioso riconoscimento è stato tributato da una giuria altamente qualificata, presieduta da Giovanna Li Volti Guzzardi, di cui facevano parte:

il dott. Piero Genovesi - Rettore dell'Istituto I.A.I. de La Trobe University;

il dott. Raffaele Lampugnani - Docente della Monash University;

la dott.ssa Adriana Diomedi - Docente de La Trobe University;

la dott.ssa Flavia Coassin - Docente di lingua e letteratura italiana a La Trobe University e alla Flinders University;

il dott. Gerardo Papalia - Museo Italiano COASIT.

 

Cristanziano Serricchio, nato a Monte Sant'Angelo nel 1922, è figlio adottivo di Manfredonia ed alla nostra città ha portato lustro come poeta ma anche per l'attività di educatore dapprima, di preside dell'Istituto Magistrale poi, ed ancora come Assessore alla Pubblica Istruzione.

 

Un vero e proprio emblema della nostra cultura ed a lui stesso si deve la donazione del Castello allo Stato con il vincolo di renderlo museo. La figura di Serricchio si staglia e contraddistingue, nel panorama culturale sipontino, ormai da decenni e la sua sensibilità poetica, oltre che le elevate doti di saggista ed autore di romanzi, sono riconosciute pacificamente in tutto il territorio italiano.

 

Nel 1979 è stato insignito di medaglia d’oro dal Presidente della Repubblica Pertini quale benemerito della cultura, della scuola e dell’arte. Ha vinto numerosi premi letterari, fra i quali il Premio Bari-Palese, Calliope, Albissola, Traiano, Adelfia, Frascati, Lucera, Bitritto, Ignazio Ciaia, Benedetto Croce, Palazzo al Bosco. Nel 2003 Mario Luzi gli ha conferito il Premio Circe Sabaudia “Una vita per la poesia”. Recentemente ha ricevuto il Premio di Poesia “Voce del Gargano” ed un riconoscimento per meriti poetici dal Sindaco di Bari.

 

Le sue poesie sono state, inoltre, tradotte in varie lingue ed è impresa ardua contare tutte le collaborazioni con riviste giornali e trasmissioni televisive che lo hanno visto protagonista.

 

“Un uomo equilibrato e concreto, nato tra le rocce e le pietre”, lo definisce il poeta piemontese Franco Loi, "Un grande artista, e un grande uomo, che sa coniugare l’intensa attività intellettuale e letteraria con quella civile, in un impegno personale totalizzante" ha detto di lui il Sindaco di Manfredonia, Angelo Riccardi. E' per queste ragioni che, sconfessando il detto latino del "nessuno è profeta in patria", nel luglio scorso la Città di Manfredonia ha attribuito a Cristanziano Serricchio, il premio Laurentino d'oro "per aver speso tutta la sua vita nel celebrare gli aspetti culturalmente più rilevanti della nostra città e del nostro territorio" e perché, come dice il primo cittadino sipontino "al centro della sua poesia vi sono la nostra terra, di cui ha cantato il gran cuore, la gente, le radici, la natura, la cultura antica, le speranze di riscatto".

 

L'ars poetica di questo signore, ormai quasi novantenne, la sua abilità nel guardare al concreto della realtà e narrarlo attraverso la poesia e la scrittura, sono beni da riconoscere, ma soprattutto da mostrare alle future generazioni. "La cultura è uno strumento necessario per formare la coscienza di nuovi cittadini, ed il professor Serricchio con i suoi scritti sa donare squarci di vita del nostro territorio con i sentimenti che lo caratterizzano", la conclusione del Sindaco Riccardi.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI