Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 03 Dicembre 2021

Manfredonia - Pino Aprile presenta ‘Terroni’

Io non sapevo che i piemontesi fecero al Sud quello che i nazisti fecero a Marzabotto…

Ignoravo che, in nome dell’Unità nazionale, i fratelli d’Italia ebbero diritto di saccheggio delle città meridionali…

Non sapevo che in Parlamento, a Torino, un deputato ex garibaldino paragonò la ferocia e le stragi piemontesi al Sud a quelle di “Tamerlano, Gengis Khan e Attila”.

Né che si incarcerarono i meridionali senza accusa, senza processo e senza condanna… briganti per definizione, perché meridionali. E, se bambini, briganti precoci; se donne, brigantesse o mogli, figlie, di briganti; o consanguinei di briganti (sino al terzo grado di parentela); o persino solo paesani o sospetti tali. Tutto a norma di legge…

Non sapevo che il paesaggio del Sud divenne come quello del Kosovo, con fucilazioni in massa, fosse comuni, paesi che bruciavano sulle colline e colonne di decine di migliaia di profughi in marcia.

Non volevo credere che i primi campi di concentramento e sterminio in Europa li istituirono gli italiani del Nord, per tormentare e farvi morire gli italiani del Sud, a migliaia, forse decine di migliaia…

È un brano tratto da ‘Terroni’, il libro campione d’incassi del 2010 scritto dal giornalista Pino Aprile, che il sindaco Angelo Riccardi ha voluto portare a Manfredonia.

Perché, a centocinquant’anni dall’Unità d’Italia, la differenza tra Nord e Sud si è addirittura accentuata. E il libro di Pino Aprile analizza i motivi sociopolitici di questo processo, senza paura di rivelare realtà talmente scomode che anche i libri di storia hanno sempre sottaciuto”, spiega il primo cittadino Riccardi che, sabato 19 febbraio 2011, presenterà il volume insieme all’autore e al giornalista Micky De Finis.

A partire dalle ore 17.00, dunque, al Laboratorio Urbano Culturale ‘Peppino Impastato’ luci puntate su tutto quello che è stato fatto perché gli italiani del Sud diventassero meridionali.

Credevamo di sapere tutto sulla storia d’Italia, e sui sacrifici fatti dai nostri padri per l’unità nazionale; ma Pino Aprile, giornalista e scrittore pugliese che ha diretto importanti settimanali e ha collaborato con Sergio Zavoli, ha aperto una nuova, sconvolgente finestra da cui guardare. E dopo nessuno potrà più dire -Non lo sapevo”, ha sottolineato il sindaco di Manfredonia, promotore dell’iniziativa.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI