Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 23 Gennaio 2021

Manfredonia - Due nuovi mezzi di trasporto per disabili a coprire distanze geografiche e sociali

Questa è una giornata importante, in cui Manfredonia si ritrova unita attorno ai valori della solidarietà e del servizio, dell’incontro e dell’inclusione, con questi due nuovi mezzi di trasporto destinati a persone con ridotta capacità motoria. Per coprire distanze geografiche e sociali”.

Con queste parole l’arcivescovo Michele Castoro ha aperto la cerimonia di inaugurazione dei due ulteriori pulmini con cui il Comune di Manfredonia ha potenziato la propria linea dei trasporti.

I nuovi automezzi, di recentissima immatricolazione, appartengono alla flotta del ‘Consorzio Re Manfredi’, la ditta appaltatrice del servizio, e sono predisposti al trasporto in funzione di ogni tipologia di disabilità e di ogni necessità dell’utenza.

Questa mattina, a partire dalle ore 9.30, schierati l’uno di fianco all’altro sul sagrato della chiesa Cattedrale, i due veicoli hanno assistito a una funzione di benedizione semplice ma sentita, che insieme al vescovo ha visto il sindaco Angelo Riccardi, l’assessore alle Politiche Sociali Paolo Cascavilla e il presidente del ‘Consorzio’ Antonio Pio Gramazio.

Il sindaco Riccardi, dopo aver ringraziato le autorità civili e militari per la presenza, ha ribadito il desiderio del Comune di Manfredonia di continuare il percorso intrapreso verso la piena inclusione e partecipazione delle persone con disabilità alla vita della comunità.

Il momento è dei più difficili –ha continuato il primo cittadino-. Il nuovo bilancio ci vede costretti a chiedere ulteriori sacrifici ai nostri concittadini e a fare tagli in tutti i settori, per portare gradualmente il Comune, nei prossimi anni, dall’attuale spesa di 40milioni di euro ai 35milioni di euro imposti dal Patto di Stabilità: questo ci consentirà di diventare una città virtuosa, che potrà guardare con fiducia al futuro. Ma nessun taglio verrà fatto nell’ambito delle politiche sociali: preserveremo la tutela delle fasce più deboli e terremo alta la guardia sui bisogni, mantenendo salda la barriera di protezione attorno alla città”.

Il sindaco ha poi rivolto un ringraziamento speciale all’assessore Cascavilla e al personale dei Servizi Sociali, esempio di come le cose possano funzionare pur tra mille difficoltà, con abnegazione e trasparenza.

Il sindaco ha detto una cosa inesatta –è intervenuto Paolo Cascavilla con fare scherzoso-. Ci avviamo a grandi sacrifici, ma non è vero che manteniamo i servizi esistenti. Li aumentiamo. I pulmini erano tre, oggi sono cinque. È in corso una trattativa con l’Asl per potenziare il trasporto da e verso il centro riabilitativo ‘Cesarano’. La settimana prossima approveremo un bando di integrazione scolastica biennale per disabili di 525mila euro. Tutto questo significa nuova occupazione sociale, e garanzia di movimento, istruzione e integrazione per le persone anziane e disabili”.

L’assessore ha ricordato, ancora, il centro polivalente per disabili che sorgerà nei pressi della chiesa ‘San Carlo’, e la ‘Casa della Carità’, attorno a cui si sta dialogando fittamente, ma sono tanti gli interventi attivi sul territorio comunale a favore delle fragilità.

Nessuna voce riguardante le politiche sociali è stata eliminata, e tutte le risorse del Piano Sociale di Zona sono state messe a frutto. Anche grazie a una potente rete cittadina di solidarietà”.

Il presidente del ‘Consorzio Re Manfredi’ ha, quindi, spiegato le caratteristiche dei due automezzi, che assicureranno spostamenti non soltanto verso le destinazioni abituali, come scuola, lavoro, centri sociali o sanitari, ma anche verso centri ricreativi e del tempo libero.

Inoltre i pulmini, poiché sono stati immatricolati come ‘noleggio con conducente’, saranno disponibili su richiesta dei privati per il trasporto di disabili, anche nelle forme più gravi”, ha spiegato Gramazio.

Questi pulmini esprimono il desiderio di servire chi è meno fortunato di noi e chi con il passar del tempo vede diminuire le proprie forze. Sono un segno di civiltà e spirito cristiano”.

L’ultimo messaggio del vescovo prima del taglio del nastro e poi via, lungo le strade della città, per il viaggio inaugurale.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI