Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 19 Settembre 2017

Manfredonia - Dalla multiculturalità all’interculturalità

Sabato 28 maggio 2011, a partire dalle ore 19.30, nei locali della Biblioteca Comunale di Manfredonia si terrà un incontro pubblico sul tema ‘Dalla multiculturalità all’interculturalità. La continuità e le politiche dell’estraneo’.

Relatore d’eccezione della serata sarà Ferdinando G. Menga, research fellow presso l’Università di Tübingen.

Dopo la laurea in Filosofia conseguita presso l’Università di Napoli e due dottorati di ricerca rispettivamente in Filosofia, presso l’Università di Bochum in Germania, e in Filosofia del Diritto, presso l’Università di Catania, Ferdinando Menga ha sviluppato sue considerazioni in ambito filosofico, politico e giuridico e da febbraio di quest’anno, come ricercatore presso l’Istituto di Etica di Tübingen, sta affrontando tematiche riguardanti la comunità e concetti come democrazia e potere, alterità ed estraneità, interculturalità…

Il fenomeno delle migrazioni, giorno dopo giorno, vede l’Italia trasformarsi in un Paese multiculturale, dove vivono l’una accanto all’altra persone di lingua, religione e cultura diverse –afferma l’assessore alle Politiche Sociali Paolo Cascavilla, che ha fortemente voluto questo evento-. Conoscere l’altro nella sua realtà storica, culturale e religiosa è fondamentale per la realizzazione di una convivenza pacifica, dove l’interazione non sia soltanto integrazione, ma valorizzazione delle diversità; dove le differenze possano convivere e confrontarsi, in uno spazio chiamato continuamente a ridefinirsi e a ridefinire le regole dell’agire e del comunicare”.

Dalla multiculturalità all’interculturalità, appunto.

L’incontro pubblico, che prevede anche gli interventi del sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi e dell’assessore Paolo Cascavilla, sarà preziosa occasione per riflettere insieme sull’importanza di strategie di accoglienza e incontro tra etnie che condividono un territorio, per creare un contesto relazionale caratterizzato da un rapporto dialettico costante e dall’arricchimento reciproco che deriva dal mutuo rispetto, dall’interesse per ciò che l’altro rappresenta o può rappresentare.

‘Noi’ non possiamo integrare ‘loro’ fintanto che rimaniamo ‘noi’: dobbiamo sfumare questa nozione per creare uno spazio comune in cui ‘loro’ possano essere accolti e divenire parte di un nuovo ‘noi’ (Seyla Benhabib).

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI