Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 23 Settembre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:466 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1218 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:1954 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1485 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1464 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1432 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1705 Crotone

Manfredonia - Beni confiscati alla criminalità messi al servizio della comunità

A Manfredonia due beni confiscati alla mafia verranno utilizzati a beneficio della collettività. Questi spazi diventeranno il simbolo di una città impegnata in prima linea nella lotta alla criminalità”.

Sono le parole pronunciate dal sindaco Angelo Riccardi varcando la soglia di uno degli immobili che l’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla mafia ha destinato al Comune sipontino, durante la visita effettuata insieme all’assessore alle Politiche Sociali Paolo Cascavilla.

I due beni, un appartamento a uso stagionale con posto auto e area di pertinenza, e una villa con due unità abitative e annessa area di pertinenza, entrambi in località Siponto, saranno destinati a finalità sociali.

L’importanza del riutilizzo sociale dei patrimoni recuperati alle mafie risiede nel suo forte contenuto etico, culturale ed economico –ha affermato ancora il sindaco Riccardi-. La lotta alle varie forme di criminalità e illegalità necessita non solo di interventi repressivi, ma anche di azioni preventive. E i beni confiscati possono diventare segni tangibili di comunità libere dalle mafie”.

Tra i colpi più pesanti che la lotta alla criminalità organizzata riesce a piazzare, infatti, la confisca dei beni illecitamente acquisiti è certamente quello più significativo e incisivo: oltre a privare i mafiosi di grossi mezzi economici, i patrimoni confiscati costituiscono preziosi strumenti da riconvertire in attività a servizio di operazioni sociali.

Dei due stabili assegnati al Comune di Manfredonia, ci stiamo attrezzando a trasformare quello già in nostro effettivo possesso in un’area polivalente di pronta emergenza sociale, a sostegno di persone senza fissa dimora, di immigrati o di soggetti fragili -ha spiegato l’assessore Cascavila-. Con un uso sempre provvisorio, di emergenza, appunto. Per il secondo, invece, sono al vaglio diverse proposte. È importante sottolineare l’uso sociale e produttivo dei beni confiscati come

segnale di speranza per le nostre comunità, e soprattutto per i giovani. In questi spazi i valori di convivenza civile e di lotta alla mafia confluiranno in quelli di solidarietà e di aiuto reciproco”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI