Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 29 Novembre 2020

La Fondazione e la Casa Editrice "Il Rosone" insieme per un progetto didattico sulla storia di Foggia

La Fondazione Banca del Monte "Domenico Siniscalco Ceci" si e´ fatta promotrice, in collaborazione con la Casa Editrice "Il Rosone" di Foggia, di un progetto-pilota didattico dedicato alle scuole medie foggiane, per favorire la divulgazione della conoscenza sulla storia della citta´, in particolare nel periodo della Seconda Guerra Mondiale.

Si tratta della distribuzione di un cofanetto contenente "Incontro nella nebbia" -volume autobiografico che descrive la Foggia degli anni ´30-´40, scritto da Giorgio Origo, classe 1925, per i tipi del Rosone- corredato di un inserto fotografico e due fascicoli: "Brevi cenni riguardanti i bombardamenti aerei su Foggia e conseguenti disagi della mia famiglia" e "Foggia 1943: chi salvo´ il Palazzo degli Studi dalla distruzione?".

Testi e immagini sono destinati agli studenti delle classi terze delle scuole medie proprio per proseguire idealmente anche con i ragazzi le altre iniziative dedicate alla storia del territorio dalla Fondazione e dal Rosone.

Sono stati consegnati 30 cofanetti a ciascuna scuola (50 alle due "accorpate") per un totale di 280. Il materiale rappresenta un invito alla ricerca sui giorni della guerra a Foggia. Alla fine del percorso di didattica e ricerca, gli studenti produrranno lavori che dovranno essere consegnati entro il 15 aprile 2011 per un incontro finale.

Questo il testo della lettera che il Presidente della Fondazione, avv. Francesco Andretta, ha inviato alle scuole foggiane accompagnando la spedizione del materiale.
"Egr. Dirigente e Docenti, Cari Ragazzi. L´ambiente nel quale viviamo e apprendiamo i modelli culturali del popolo cui apparteniamo, e´ una fonte che contiene, in un solo spazio, tutti i tipi di testimonianze storiche possibili. Ed e´ proprio dalla conoscenza e dal rispetto del passato che bisogna partire per la costruzione del futuro del territorio che si abita. Di qui l´iniziativa, un progetto pilota, rivolta alle classi terze delle scuole medie di Foggia, in continuita´ con quanto la Fondazione Banca Del Monte, sensibile da sempre alla conciliazione tra storia e memoria, ha gia´ proposto, con l´invito alla ricerca, raccolta e socializzazione di qualsiasi tipo di documentazione inerente ai difficili giorni vissuti nel ´43 dalla nostra citta´. Nella convinzione che una scuola educativa e formativa debba integrare i 'saperi´ in prospettiva di una promozione umana e culturale e nella consapevolezza che il recupero della memoria e la valorizzazione delle risorse della propria terra sia il dovere primario di qualsiasi progetto educativo, invitiamo i docenti a guidare gli studenti alla conoscenza di quanto accaduto per formarsi all´esercizio della responsabilita´ e dei valori democratici, per tenere desta la coscienza del presente, per consolidare il senso di appartenenza. Il percorso puo´ essere affrontato attraverso una presa di coscienza iniziale, la ricerca di materiale -conservato spesso nei cassetti delle nostre case- (foto, lettere, diari, libri, proclami, avvisi comunali, stampa, pittura, cinema, teatro, cimeli, musica, ecc.), l´inventario e la raccolta di quanto rinvenuto. [...] Ai ragazzi affidiamo un "prezioso cofanetto", cosi´ amiamo definirlo, [...]. Tutti gli scritti sono autobiografici e tutti raccontano di una citta´ sottomessa all´invasione e all´invadenza altrui, una citta´ inerme sotto il fuoco delle bombe. Quella citta´ e´ Foggia. Quella citta´ e´ la nostra citta´".

L´invito e´ stato accolto con entusiasmo dalle scuole foggiane. Ci sara´ un incontro intermedio per fare il punto della situazione e, a fine progetto, una manifestazione nella quale sara´ dato rilievo ai lavori degli studenti piu´ meritevoli.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI