Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 24 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:871 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1486 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1010 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1709 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2468 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1976 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1967 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1917 Crotone

Manfredonia - L’ambasciatore polacco ringrazia la ‘buona rete’

Nella mia qualità di Capo dell’Ufficio Consolare dell’Ambasciata della Repubblica di Polonia di Roma desidero partecipare un caloroso ringraziamento alla ‘buona rete’ che, con grande impegno, straordinaria disponibilità e spiccata professionalità, in data 17 gennaio 2011 ha permesso il rimpatrio in Polonia del concittadino polacco Piotr”.

È l’incipit della lettera giunta ieri al sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi e all’assessore alle Politiche Sociali Paolo Cascavilla, da parte del Consigliere d’Ambasciata Jadwiga Pietrasik, per ringraziarli a nome di tutti quanti collaborarono a tramutare una triste vicenda in una favola a lieto fine.

Da quel giorno di Natale in cui Piotr venne accompagnato e ricoverato presso l’Ospedale ‘San Camillo’ di Manfredonia, alla domenica del 17 gennaio che lo vide riabbracciare la mamma e tornare in patria sano e salvo.

In mezzo la ‘rete’ costituita da medici e paramedici dell’Ospedale, dai mediatori e operatori del Sert, dall’Ufficio Servizi Sociali di Manfredonia, dal Centro interculturale ‘Baobab sotto la stessa ombra’, gestito dalla cooperativa sociale ‘Arcobaleno’ del Comune di Foggia, dai padri micaeliti, dagli Scalabriniani, dalla Paser…

Un particolare ringraziamento rivolgo a tutte le persone che hanno collaborato al caso, medici, volontari e singoli cittadini –continua la lettera dell’ambasciatore-. Ritengo opportuno rilevare che il ritorno in patri del nostro connazionale presentava aspetti difficili, dovuti sia alle condizioni di salute, sia alle difficoltà di rintracciare e attivare i parenti in Polonia, e solamente grazie a uno sforzo comune e a una stretta collaborazione di tutte le Autorità interpellate è stata portata a termine con successo”.

Una buona rete crea legami che scaldano anche a distanza di tempo e di spazio.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI