Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 31 Maggio 2020

Zero contagi a Crotone, P…

Mag 27, 2020 Hits:180 Crotone

La Lega di Crotone unita …

Mag 25, 2020 Hits:255 Crotone

Lega Giovani: La mafia pu…

Mag 23, 2020 Hits:322 Crotone

Isola Capo Rizzuto - Gior…

Mag 23, 2020 Hits:314 Crotone

Tre anni fa il gemellaggi…

Mag 19, 2020 Hits:497 Crotone

Antica Kroton, la Lega in…

Mag 16, 2020 Hits:538 Crotone

Crotone in fiore

Mag 05, 2020 Hits:728 Crotone

Isola Capo Rizzuto - Il C…

Apr 08, 2020 Hits:1229 Crotone

Manfredonia - La Casa dei Diritti

 

Comune e associazioni per progettare insieme servizi a favore degli immigrati. I soggetti interessati potranno presentare progetti di co-progettazione ed interventi innovativi e sperimentali per la gestione del servizio.

 

L’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Manfredonia intende istituire un tavolo di progettazione, per interventi in favore dell’immigrazione, da realizzare all’interno della “Casa dei Diritti” (ex scuola elementare di Siponto ristrutturata con i fondi PON), al quale possono partecipare gli organismi che operano nel settore immigrazione.

I soggetti interessati potranno presentare progetti di co-progettazione ed interventi innovativi e sperimentali per la gestione del servizio che avverrà impiegando 105.000€ dal Progetto PON Sicurezza, quindi non fondi Comunali bensì del Ministero.

La procedura di co-progettazione si svolgerà in due fasi distinte.

L’istruttoria prende a riferimento il progetto presentato e procede alla discussione critica, alla definizione di variazioni ed integrazioni coerenti con i programmi comunali ed alla definizione degli aspetti esecutivi, in particolare:

1) definizione dettagliata delle attività da realizzare all’interno della Casa dei Diritti e degli obiettivi da conseguire;

2) definizione degli elementi e delle caratteristiche innovative e sperimentali, e miglioramento della qualità dell’intervento e del servizio co-progettato;

3) costo delle diverse prestazioni.

L’oggetto della co-progettazione è costituito dalla gestione e conduzione dello Sportello Sociale Migranti, con l’obiettivo di svolgere azioni dirette alla tutela della dignità e dei diritti dell’immigrato, al contrasto dell’opera di reclutamento da parte della criminalità organizzata, al monitoraggio del fenomeno migratorio con la creazione di banche dati.

Le attività più specifiche dello Sportello Sociale Migranti della “Casa dei Diritti” sono quelle di fornire informazioni sulla normativa vigente in Italia ai fini di un corretto inserimento nel tessuto sociale; fornire orientamento legale ai richiedenti asilo e rifugiati; assicurare un punto di ascolto e di indirizzo alla prima accoglienza. Inoltre all’interno della Casa dei Diritti si dovranno offrire servizi quali quelli di mediazione culturale e sostegno psico-sociale; realizzare una biblioteca interculturale; gestire la distribuzione di vestiario e di beni alimentari; realizzare progetti formativi relativi alla lingua italiana, alla cucina italiana.

Il primo impegno è quello di accogliere le richieste e i bisogni di coloro che si rivolgeranno ai servizi dello Sportello e orientarli verso le figure professionali specifiche e verso le strutture del territorio e, se il caso lo richiede, proporre l’intervento del servizio sociale dell’ente territoriale competente.

Nell’ambito delle attività formative che saranno realizzate, un ruolo importante avrà l’apprendimento della lingua italiana, che, per il migrante, è il primo elemento di inclusione e partecipazione sociale, indispensabile per la fruizione dei servizi di base, per l’esercizio dei diritti fondamentali, per favorire l’incontro con i cittadini italiani e la creazione di nuove identità.
“Le proposte progettuali – ha detto l’Assessore Paolo Cascavilla - devono essere presentate nella consapevolezza che il Comune di Manfredonia esplica un ruolo imprescindibile di regia e di indirizzo, con la conseguente valorizzazione del terzo settore e del lavoro in rete. Si spera di far partire entro la metà di luglio un servizio utile per una integrazione efficace”.








 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI