Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 19 Aprile 2021

San Camillo de Lellis torna a Manfredonia

Dopo più di quattrocento anni San Camillo de Lellis torna con le sue spoglie mortali a Manfredonia. L’elicottero, infatti, che trasporta le reliquie del santo, conservate nella chiesa di Santa Maria Maddalena a Roma, atterrerà giovedì 31 gennaio prossimo, alle ore 11,30, nell’area del mercato settimanale. Ad accoglierle vi sarà Angelo Riccardi, Sindaco di Manfredonia, Mario Antonio Di Paolo, Sindaco di Bucchianico (in provincia di Chieti), paese natale di San Camillo, Luigi Pompilio, Sindaco di San Giovanni Rotondo, Antonio Di Iasio, Sindaco di Monte Sant’Angelo, Lucio Roberto Prencipe, Sindaco di Mattinata.

Interverranno anche Sua Eccellenza Monsignor Michele Castoro, Arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo, e il padre Rosario Messina, Superiore della Provincia siculo-napoletana dei padri Camilliani, oltre alle autorità civili e militari invitate per l’occasione.

San Camillo iniziò proprio a Manfredonia il percorso di ravvedimento che lo portò alla conversione. Il suo amore per le persone sofferenti e ospiti di strutture che molto poco avevano a che vedere con gli ospedali odierni lo fece divenire il samaritano degli infermi.

La sua opera è ancora oggi continuata dai discepoli, i Ministri degli Infermi, che si adoperano nel mondo per alleviare le sofferenze dei malati.

Il rapporto di Manfredonia con San Camillo è molto vivo: a lui sono dedicati una chiesa, l’ospedale civile, una piazza e perfino un bar oltre a due monumenti.

“L’arrivo delle reliquie del santo è un motivo in più – dice il Sindaco Riccardiper riflettere sul modo di comportarci con le esigenze dei malati, soprattutto oggi che le problematiche e i tagli ai servizi ospedalieri sono di grande attualità. E’ compito della politica interpretare e risolvere i problemi dei più deboli. Mi auguro che la nostra Manfredonia sappia accogliere le sacre reliquie secondo la sua consueta devozione”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI