Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 22 Settembre 2021

Santa Severina - Il trio …

Set 10, 2021 Hits:848 Crotone

Le Colonne d’Oro di Affid…

Ago 02, 2021 Hits:2629 Crotone

Maslow: non sapevo di ess…

Lug 13, 2021 Hits:2200 Crotone

Al Ministro Franceschini …

Lug 05, 2021 Hits:2143 Crotone

A Santa Severina Chopin e…

Giu 25, 2021 Hits:1729 Crotone

Michele Affidato insignit…

Giu 25, 2021 Hits:1357 Crotone

Scaramuzza: concluso un p…

Giu 25, 2021 Hits:1267 Crotone

Scaramuzza: si è svolto a…

Giu 19, 2021 Hits:1519 Crotone

Manfredonia - Comune e sindacati per promuovere le Politiche Sociali

Servizi comunali e di Ambito, obiettivi indicati nel Piano Sociale di Zona, difficoltà e mancate erogazioni di fondi.

Questi i temi trattati in due incontri tenuti dal Comune di Manfredonia con le Segreterie locali e provinciali dei Pensionati e dei Confederali, per esaminare la situazione delle politiche sociali nell’attuale momento di crisi, tra povertà vecchie e nuove e la necessità di risposte più mirate e attente.

Durante questi meeting l’assessore alle Politiche Sociali Paolo Cascavilla ha fornito un quadro della situazione economica in cui versa il territorio, funestato dall’assenza di trasferimento dei fondi da parte dello Stato e dalle difficoltà nei comparti della pesca e dell’industria.

Ma nonostante la congiuntura sfavorevole, il Comune di Manfredonia ha rinnovato l’impegnato a mantenere i servizi attivati in precedenza.

In questi giorni, infatti, i Servizi Sociali dell’Ambito stanno lavorando intensamente su quattro obiettivi fondamentali e prioritari: famiglie numerose, prima dote per i nuovi nati, assegno di cura e assistenza personalizzata per soggetti non autosufficienti. Gli interventi sono indirizzati a sostenere la famiglia nella cura dei figli e degli anziani”, ha chiarito l’assessore Cascavilla.

I sindacati hanno riconosciuto gli aspetti positivi della concertazione nell’Ambito di Manfredonia, condividendo la necessità di sviluppare in modo più organico le relazioni e i rapporti, al fine di condividere le scelte e sviluppare la partecipazione.

A questo riguardo Carla Costantini, rappresentante della Cisl, ha sottolineato l’importanza di avviare un flusso costante di informazioni, con la costituzione di una cabina di regia che abbia la funzione di sperimentare e monitorare nuovi e più efficaci interventi.

Maurizio Carmeno, rappresentante della Cgil, si è soffermato sulle nuove povertà e sul conseguente bisogno di coordinare gli interventi a favore di chi ha bisogno.

L’attenzione di Giovanni Novelli e Santo Calitri, rappresentanti di SPI Cgil e FNP Cisl, si è invece soffermata sulla situazione dei pensionati, con proposte di agevolazioni sulle tariffe dei servizi comunali e dei trasporti.

Gli incontri sono stati anche occasione per i sindacati di visitare i nuovi locali dei Servizi Sociali. Locali che permettono un ascolto più puntuale dei bisogni, come dimostra l’aumentato numero di utenti, con una crescente richiesta di informazioni su occasioni di lavoro e nuove opportunità.

La proposta di una cabina di regia è molto interessante, nella prospettiva di stabilire un confronto sistematico sulle questioni fondamentali, per governare un settore che è in rapido e vorticoso cambiamento”, ha dichiarato ancora l’assessore Cascavilla-. Ogni giorno vediamo nascere nuove forme di povertà e vulnerabilità sociale, causate da malattie gravi, perdita del lavoro, cassa integrazione, separazione coniugale. Vulnerabilità è una conseguenza della fragilità del sistema del lavoro unita alla fragilità della rete familiare e sociale. Si tratta spesso di situazioni invisibili, vissute con solitudine e che provocano distacco dalla vita sociale. Affrontare la vulnerabilità significa mettere in moto un cantiere sociale: mutualità, cambiamento negli stili di vita, nei consumi, negli acquisti, nella fruizione dei servizi”.

Gruppi di acquisto collettivi, carrello-opportunità nell’ultima settimana del mese, carta famiglia, last minute market possono aiutare a ricucire legami, permettendo alle famiglie di continuare a percepirsi come cittadini con diritti, e non come utenti da aiutare.

E il campo può allargarsi, comprendendo iniziative per la cura degli anziani, l’educazione dei figli, la banca del tempo e interventi che inducano all’uso corretto dei farmaci.

E poi c’è il nuovo ruolo dei Servizi Sociali, che devono porsi come agenti di sviluppo locale piuttosto che come erogatori di prestazioni, mobilitando reti di comunità e ripensandosi in una logica di vicinanza ai problemi quotidiani dei cittadini.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI