Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 27 Novembre 2020

Manfredonia nelle G.U. del Regno d'Italia

Per mezzo del Progetto Au.G.U.Sto., Automazione della Gazzetta Ufficiale Storica, il caricaturista ed appassionato di storia della satira e storia patria, Francesco Granatiero, ha individuato vari riferimenti a fatti e personaggi di Manfredonia.

 

 

Il caricaturista Francesco Granatiero, grande appassionato di storia della satira e cultore di storia patria, ha individuato nelle G.U. del Regno d'Italia vari riferimenti a fatti, notabili e uomini illustri di Manfredonia. Il periodo interessato dalle sue ultime ricerche è quello compreso tra il 1861 ed il 1926. Si va dalla Gazzetta Ufficiale del 1861, in cui si parla dei “briganti a cavallo che svaligiarono due vetture fra Taggia e Manfredonia”, a quella del 1926 in cui si fa riferimento alla dispensa dall'ufficio per limiti di età, nell'ambito del Distretto Notarile di Foggia, dello storico e musicista Michele Bellucci. “Particolarmente interessante ed attuale - dichiara Granatiero - la relazione di Sua Eccellenza il Ministro Segretario di Stato per gli Affari dell'Interno, presidente del Consiglio dei ministri, a Sua Maestà il Re, in udienza del 28 maggio 1914, sul decreto che scioglie il Consiglio Comunale di Manfredonia (Foggia). In questa relazione, infatti, ad un certo punto si parla degli  ardui problemi amministrativi affrontati dall'allora Regio Commissario Prefettizio e dell'avvio a soluzione di altri (problemi) che si connettono principalmente alla stabilità del bilancio”. “Tutto ciò è stato possibile - conclude Francesco Granatiero - grazie al Progetto Au.G.U.Sto. (Automazione della Gazzetta Ufficiale Storica). Progetto che consente la consultazione gratuita della Gazzetta Ufficiale Storica, a partire dal 1860 fino all'ultima Gazzetta del Regno d'Italia (1946)”. Si tratta dello stesso Progetto utilizzato, a suo tempo, da Francesco Granatiero per individuare i decreti relativi alle cariche onorifiche del celebre disegnatore satirico Antonio Manganaro (vedasi nostro comunicato stampa del 18/06/2012 “Il Cavaliere Ufficiale Antonio Manganaro”). Qui, di seguito, la scheda redatta da Francesco Granatiero relativa ai vari riferimenti a fatti, notabili e uomini illustri di Manfredonia contenuti nelle G.U. del Regno d'Italia:     G.U. del Regno d'Italia, n. 203 (martedì 20 agosto 1861) PARTE NON UFFICIALE ULTIME NOTIZIE “Il 7, una trentina di briganti a cavallo svaligiarono due vetture fra Taggia e Manfredonia. Avutone sentore, carabinieri e cavalleggieri corsero a briglia sciolta per raggiungerli. Raggiunti, esplosero l'armi. I briganti di corsa lasciaronsi nella vicina selva. De' briganti due uccisi, altri disarmati”.     Pag. 7155 – G.U. Del Regno d'Italia, N. 304 (martedì 27 dicembre 1887) NOMINE, PROMOZIONI E DISPOSIZIONI DISPOSIZIONI fatte nel personale dipendente del Ministero della Guerra: ESERCITO PERMANENTE. Ricompense al valor militare. “Con determinazione Ministeriale approvata da S.M. In udienza dell'8 dicembre 1887. Medaglia d'argento. Trentini Primo, carabiniere a piedi legione Ancona, a n. 1706 di matricola – La sera del 12 ottobre u.s., in Manfredonia, accorso a sedare una ribellione contro alcune guardie doganali che traevano in arresto un maniaco, e di sorpresa disarmato della sciabola da esso che tentava valersene ad offesa, senza curare il pericolo, si gettò coraggiosamente sul forsennato, riuscendo a ricuperare l'arma, riportando in quell'istante all'inguine grave ferita di coltello proditoriamente infertagli da un ribelle”.     Pag. 3462 – G.U. Del Regno d'Italia, n. 168 (mercoledì 18 luglio 1894) Vittorio Emanuele III nomina di motu proprio, su proposta dell'allora Ministro degli Affari Esteri, Cavaliere della Corona d'Italia Cessa barone avv. Michele, sindaco di Manfredonia.     Pag. 78 – G.U. Del Regno d'Italia, n. 5 (lunedì 8 gennaio 1900) Vittorio Emanuele III nomina di motu proprio, su proposta dell'allora Ministro d'Agricoltura, Industria e Commercio (decreti 7 Ottobre 1899), Cavaliere della Corona d'Italia Capparelli Vincenzo, proprietario e agricoltore di Manfredonia.     Pag. 4672 – G.U. Del Regno d'Italia, n. 240 (mercoledì 15 ottobre 1902) MINISTRO DELLA GUERRA – disposizioni fatte nel personale dipendente: UFFICIALI IN SERVIZIO ATTTIVO PERMANENTE, Sottotenenti veterinari promossi tenenti veterinari: Carpano Matteo.     Pag. 3804 – G.U. Del Regno d'Italia, n. 161 (mercoledì 8 luglio 1914) Relazione di S.E. il Ministro Segretario di Stato per gli Affari dell'Interno, Presidente del Consiglio dei ministri, a S.M. il Re, in udienza del 28 maggio 1914, sul decreto che scioglie il Consiglio comunale di Manfredonia (Foggia). “SIRE! A causa delle dimissioni del maggior numero dei componenti il Consiglio comunale di Manfredonia, quella civica azienda è da qualche tempo affidata ad un commissario prefettizio. Durante la sua gestione il Commissario prefettizio ha dovuto risolvere ardui problemi amministrativi, ed avviare a soluzione altri che si connettono principalmente alla stabilità del bilancio e che stante la loro importanza occorre subito e con unità di criterio definire. Tali questioni riguardano la definitiva sistemazione della gestione del dazio consumo, che costituisce pel comune la più cospicua fonte di entrata, la sistemazione del servizio della nettezza urbana, la riattazione del macello pubblico, la costruzione del cimitero per le frazioni. Ora per la trattazione di tali affari è opportuno e conveniente che ella amministrazione temporanea del Comune presieda, per la maggiore autorità morale ed indipendenza onde è circondato il suo ufficio, il R. commissario, in luogo del Commissario prefettizio e per ciò, in conformità di quanto ha ritenuto il Consiglio di Stato nella adunanza del 25 maggio corrente, mi onoro sottoporre alla augusta firma della Maestà Vostra l'unico schema di decreto che provvede allo scioglimento del Consiglio comunale di Manfredonia”.     G.U. Del Regno d'Italia - (mercoledì 20 dicembre 1916) Foglio delle Inserzioni n. 298 – Annuncio N. 2383 Amministrazione provinciale di Capitanata AVVISO D'ASTA per incanto definitivo a termini abbreviati   “A seguito del ribasso di ventesimo prodotto dal signor Minutillo Luigi, nella qualità di presidente della Cooperativa cavamonti di Manfredonia, per l'appalto di manutenzione della strada provinciale Manfredonia-Monte-santagelo, di lunghezza Km. 16.382, pe anni cinque, nel 30 corrente dicembre, alle ore 12, si procederà in questo palazzo provinciale all'incanto definitivo sulla base dell'annuo canone ridotto a L. 9960,84. Cauzione provvisoria L. 220, fondo presuntivo di spese contrattuali L. 1110, salvo conto finale.                           Foggia, 18 dicembre 1916.                                                                             Il segretario capo A. SANTORO                                                  2383 – A pagamento”     Pag. 204 – G.U. Del Regno d'Italia, n. 204 (Giovedì 2 settembre 1926) Foglio delle inserzioni – Parte Seconda  - Ministero della Giustizia e degli Affari di Culto – Cessazioni di Notari dall'Esercizio Legge sul notariato (16 febbraio 1913, n. 89) dispensato dall'ufficio per limiti di età, nell'ambito del Distretto Notarile di Foggia, Bellucci Michele, residente nel comune di Manfredonia.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI