Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 07 Luglio 2020

Manfredonia - “Open days 2012”

A seguito dell'accordo tra l'Agenzia Puglia Promozione di Bari e la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Puglia, dal 1 luglio al 30 settembre 2012, ogni sabato, il Museo Nazionale Archeologico di Manfredonia sarà aperto al pubblico, gratuitamente, dalle ore 20.00 alle ore 23.00. L'ingresso sarà però consentito fino alle ore 22.30.

Il Museo di Manfredonia venne istituito nel 1968 dopo che lo Stato ebbe in dono dal Comune quel Castello che Manfredi, nel 1256 circa, ebbe appena il tempo di ideare, avviandone la costruzione. Oggi ospita tutta la collezione archeologica della zona e narra, attraverso i suoi reperti, la ricca storia dell'antica laguna sipontina. I reperti dell’età neolitica documentano contatti tra questa zona e le Isole Eolie. I più antichi risalgono al IV millennio a.c., ed eccezionali sono i frammenti di vasi micenei che attestano commerci con l’oriente già nel II millennio a.c.

Il Museo espone anche reperti rinvenuti presso l'antico fiume Candelaro, dimostrazione della presenza umana nella zona sin dall'età neolitica, di particolare interesse è la raccolta delle stele daunie, risalenti al VII e VI secolo a.c., rappresentazione schematica della figura umana, provenienti in gran parte dalla zona della laguna. E' indubbio che la vera attrazione del Museo sono proprio le oltre 1500 stele daunie, tra le più importanti collezioni di arte protostorica che il nostro Paese possa vantare e tutt’oggi oggetto di studio. La loro "scoperta" risale agli anni '60 e, non essendoci decorazioni nella parte inferiore delle lastre, si pensa che esse venissero infisse nel terreno e che fungessero da segnacolo funerario, si suppone che le stele, fatte di pietra calcarea ricavata dalle vicine cave garganiche, venissero lavorate localmente. Di più difficile interpretazione, invece è l'origine delle immagini e i contenuti espressi. Le stele sono di forma rettangolare, ricche di decorazioni geometriche e raffigurazioni di vita quotidiana, completate da una testa scolpita nella stessa pietra.

Sino al 30 settembre prossimo verranno effettuate due visite guidate gratuite quotidiane, a cura del personale dell'Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica di Manfredonia, la prima alle ore 20.00 e la seconda alle ore 21.30, previa prenotazione al numero 0884-581998.

Sarà possibile visitare le collezioni archeologiche e passeggiare sul camminamento esterno del Castello con salita sul terrazzo del Bastione dell'Annunziata dove si gode una spettacolare vista sul porto di Manfredonia.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI