Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 17 Novembre 2019

Manfredonia - Protestano i pescatori per le date del fermo biologico

I pescatori di Manfredonia hanno espresso la loro preoccupazione per le date del periodo del fermo biologico di pesca che non tengono conto delle esigenze delle attività di pesca svolte nel golfo di Manfredonia. Una delegazione di pescatori accompagnata dall’Assessore alle Risorse del Territorio e Sviluppo Economico, Antonio Angelillis, è stata ricevuta dal Sindaco, Angelo Riccardi, al quale sono state espresse le ragioni della protesta.

Il Sindaco Riccardi ha immediatamente inviato al Ministro delle Politiche Agricole, al Direttore Generale del Ministero della Pesca, all’Assessore Regionale delle Politiche Agricole e Pesca, al Prefetto di Foggia, e per conoscenza al Comandante della Capitaneria di Porto di Manfredonia, il seguente telegramma:

“Apprendiamo con profondo disappunto e viva inquietudine che le date del fermo biologico nel Compartimento marittimo di Manfredonia, sono state così fissate: dal 6 agosto al 16 settembre 2012, mentre la marineria del Compartimento aveva richiesto di stabilire il fermo nel periodo che va dal 16 luglio al 3 settembre 2012. Se venisse mantenuto il fermo nel periodo agosto-settembre, la marineria del Compartimento andrà incontro all’ennesima penalizzazione delle attività con conseguenze disastrose per le famiglie dei pescatori e dell’economia non solo cittadina”.

“Le preoccupazioni – termina il Primo Cittadino sipontino - si estendono anche ad aspetti inerenti all’ordine pubblico. La richiesta di spostamento del periodo di fermo biologico tiene conto delle fondamentali esigenze di pesca legate alle particolari caratteristiche del golfo di Manfredonia notoriamente habitat naturale di riproduzione in particolar modo nel mese di luglio. Inoltre è forte la preoccupazione di evitare che vengano vanificati tutti gli sforzi fin qui compiuti dagli stessi pescatori nonché dalla Pubblica Amministrazione locale e dalla Regione Puglia per arginare gli effetti della crisi che ha penalizzato, come è ben noto, in modo particolare il settore della pesca. In attesa di un rapido e autorevole riscontro, porgo distinti saluti”.

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI