Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 08 Luglio 2020

Manfredonia - In Città nascono nuovi frutti

E' capitato pressoché a tutti di sentire parlare dell'orto biologico piantato dalla moglie del Presidente statunitense Barack Obama, la signora Michelle, situato nei giardini della Casa Bianca e nel quale nascono insalata e pomodori biologici. Un esempio, per i propri connazionali, che evidenzia quanto un modello alimentare più sano e naturale sia possibile.

Uno dei centri pediatrici più rinomati ed importanti sul suolo italiano ed europeo, l'Ospedale Meyer di Firenze, ha fatto nascere un vero e proprio orto per offrire ai piccoli degenti laboratori di giardinaggio e dare così loro la possibilità di fare un'importante esperienza visiva, tattile e olfattiva a contatto con la natura.

Per avere un orto, però, non è indispensabile possedere un pezzo di terra o un giardino. Può essere sufficiente anche un balcone attrezzato con vasi di diverse forme e dimensioni. Si può coltivare frutta e verdura per passione, per avere prodotti freschi e di provenienza sicura, per risparmiare o per avere un balcone un pò meno grigio.

Le ventimila famiglie manfredoniane riceveranno, nei prossimi giorni, una missiva dell'Amministrazione Comunale che si fa promotrice, in collaborazione con il Parco Nazionale del Gargano, il GAL Daunofantino, il centro commerciale Leclerc e la C.I.R. (Cooperativa Italiana di Ristorazione), di un progetto innovativo: non più solo balconi fioriti, ma anche balconi che danno frutti, ortaggi ed erbette aromatiche. Ogni famiglia sarà dotata di una bustina di sementi da orto e di un opuscolo con qualche suggerimento su come cominciare una simile, e piacevole, avventura.

“Tra i vantaggi - dice il Sindaco, Angelo Riccardi - c’è la possibilità di riscoprire sapori dimenticati, di rivivere nelle città quel calore e quell’atmosfera di campagna che stavamo dimenticando e di risparmiare sulla spesa. E poi una rinnovata attenzione per i cibi naturali, i prodotti biologici e a chilometri zero. C’è, inoltre, un aspetto educativo per i bambini perché, se coinvolti, imparano i nomi delle piante, le stagioni, i nomi degli insetti e tantissime altre cose. Coltivare un orto calma lo stress e gratifica per i prodotti che ci regala”.

Per un bambino l’esperienza di piantare un seme, quella di curare giorno per giorno una pianta e quella di raccoglierne i frutti può essere davvero istruttiva. Non occorre avere un gran pollice verde né troppo tempo o spazio a disposizione. L’orto è uno strumento di conoscenza per i bambini straordinario. Questi spazi coltivati potrebbero anche diventare punto di riferimento per le scuole che desiderano proporre forme nuove di apprendimento.

L'auspicio, come conclude il Sindaco Riccardi è che "questa iniziativa possa dare buoni frutti"!

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI