Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 10 Luglio 2020

asem bari-volley capitanata

Peccato. Il rammarico al termine della trasferta barese è tanto. Arriva una nuova sconfitta, 3-2, in casa della Prisma Asem Bari. Un punto è stato portato a casa, però la cronaca del match non può che lasciare l’amaro in bocca per l’evolversi degli avvenimenti.

Partenza sprint e foggiani subito avanti 0-2. Primo e secondo set perfetti dei ragazzi di coach Pino Tauro, con il doppio 22-25 e con una prestazione maiuscola. Nel terzo set la strada era stata intrapresa nel migliore dei modi, poi la partita diventa tiratissima e i padroni di casa riescono a portare la Volley Capitanata oltre il venticinquesimo punto. Sul 24-25 e 27-28 due match point sciupati e poi la chiusura barese a 30-28. Il quarto set potrebbe arrivare la chiusura in favore dei foggiani ma, dopo essere stati avanti al timeout tecnico 8-16, la “luce” si spegne e Foggia non riesce più a mettere a terra punti preziosi fino al 16-18, al 20-23 e al 22-23. Match point sul 23-24 ancora sciupato e chiusura dei padroni di casa 29-27.

Nel quinto set, sempre molto tirato, sul 14-13 barese un ace di Incampo chiude la contesa 15-13, con la Prisma Asem Bari che serve la rimonta su un piatto gelido, dal sapore amaro.

LO SCORE DELLA GARA:

Prisma Asem Bari: Mazzarelli 1, Mancini 25, Incampo 16, Martielli 15, De Tellis 13, Ruggiero 3, Dammacco (L1) , Di Gregorio 4, Pagano 0, Dellino 0, Stigliano 0, Santoro ne, Muschio ne.
Coach. F. Valente

Volley Capitanata: Marcone R. 10, Nitti 20, La Rosa 18, De Martino 11, Porro 12, Maccione 4, Pellegrino (L1), Tauro ne, Terazzi 0, Corteggiano ne, Perilli ne.
Coach. G. Tauro

 

SERIE D – Sfortuna anche al PalaPreziuso, con in campo la squadra di serie D del coach Danilo Patt. La seconda squadra foggiana ha perso al tiebreak contro la Fides Triggiano, con i parziali di 25-22, 20-25, 25-27, 25-19, 8-15. Rossoblu che mantengono il secondo posto in classifica con 6 punti, alle spalle della capolista Trani.


UNDER 19 – Nella settimana scorsa in campo anche l’Under 19 di Danilo Patt che si è imposta 3-0 sul Volley Club Manfredonia. “I ragazzi sono stati più puliti e ordinati rispetto all’uscita precedente contro il Lucera”. Ha ammesso il giovane tecnico foggiano. “Sono stati attenti a tutti i passaggi perché volevano riscattare proprio la sconfitta contro gli svevi”. La squadra rossoblu resta seconda proprio alle spalle di Lucera.

Ammontano a 1.510.000€ (di cui 1.172.000€ utilizzabili al momento) le risorse che la Regione Puglia erogherà per interventi di prevenzione del rischio sismico su edifici privati. Interventi che possono essere di rafforzamento locale, di miglioramento sismico, ma anche di eventuale demolizione e ricostruzione.

La richiesta di contributo è scaricabile dalla sezione ‘Protezione civile’ del sito della Città di Manfredonia e dovrà pervenire, in busta chiusa con la dicitura “Richiesta di contributo per interventi di prevenzione sismica - O.C.D.P.C. N. 171/2014 - Annualità 2013”, entro le ore 13,00 del 23 novembre 2015, presso l’ufficio Protocollo del Comune di Manfredonia a mezzo spedizione con posta raccomandata A/R, oppure manuale.

La documentazione utile alla procedura di assegnazione dei finanziamenti e la relativa modulistica sono reperibili anche sul sito istituzionale della Regione Puglia, nella sezione ‘Amministrazione trasparente - Provvedimenti Organi Indirizzo Politico’.

Barattare i debiti, mettendosi a disposizione del proprio Comune con lavori ‘utili socialmente’. Si chiama baratto amministrativo, lo ha anticipato l’assessore al Bilancio e Patrimonio della Città di Manfredonia, Pasquale Rinaldi, nel corso dell’ultimo Consiglio comunale, sebbene altri si appuntino la medaglia sul petto e, tra l’altro, anche prima che venga adottato l’apposito regolamento. Parliamo di una misura introdotta dallo ‘Sblocca Italia’, adottata già da alcuni Comuni e in fase di studio per quanto concerne gli altri. Sono circa un centinaio le città che si sono sintonizzate su questo tema, forse il segno che c’è fame di manodopera e bisogno di affidare alla responsabilità dei cittadini i beni comuni.

“Per le fasce deboli – commenta il sindaco Angelo Riccardi - potrebbe rivelarsi un provvedimento utile, un’alternativa al trauma del pignoramento del frigorifero o del divano”. Chi ha difficoltà a far quadrare i conti, infatti, potrebbe, rendendosi utile per la comunità, saldare i suoi debiti con il Comune sistemando le aree verdi della città, per esempio, oppure effettuando la manodopera in piazze e strade, il recupero di aree e di beni immobili inutilizzati.

Il concetto alla base è quello dello scambio: il cittadino pota degli alberi, imbianca delle aule o aiuta i netturbini e in cambio riceve uno sconto sulla tassa dei rifiuti o sull’occupazione del suolo pubblico, sulla Tasi (prima casa) o su altri tributi.

“Per dare concreta attuazione a questa azione di sostegno alle fasce deboli, è necessario rivedere i regolamenti tributari comunali e disciplinare in maniera più specifica le azioni di intervento. Occorre verificare – aggiunge il sindaco - la coerenza della proposta con il sistema di tassazione locale e il rispetto delle disposizioni vigenti in materia di lavoro, previdenza e assicurazione. Da qui l’esigenza di cominciare ad operare nell’annualità 2016”.

E’ lo stesso Comune, quindi, a dover stabilire quali tributi possono essere soggetti a scambio, per quanto tempo consecutivo può essere effettuato il lavoro, i destinatari di questa possibilità. “Stabiliti i criteri di base, il Comune – spiega l’assessore Pasquale Rinaldi - passa a definire nel dettaglio gli interventi che possono fruire di questo tipo di compensazione. Come? Dapprima attraverso una fase di approfondimento nel Consiglio comunale e, successivamente, con l’approvazione del regolamento che l’Amministrazione vorrebbe far coincidere con quella del bilancio di previsione 2016”.

“Un’opportunità in più per la salvaguardia del rispetto della persona – termina Rinaldi - una chance, quella di trasformare il lavoro in denaro, che si va ad aggiungere alla rateizzazione, ad esempio: un altro strumento che hanno le persone che si trovano in debito con l’ente comunale”.

Al di là degli incentivi e degli sconti, importanti e vitali per determinate fasce della popolazione, quello che si cerca è anche un diverso rapporto tra chi vive nella città e gli spazi che usa. Rendere più belle e pulite le proprie città diventerebbe più facile, garantendo di mettersi a posto col fisco a chi ha difficoltà nel far quadrare i conti.

CIRIBENI_VS_MONTEGRANARO

Cade in piedi la Allianz Cestistica San Severo, sconfitta in casa dalla corazzata Bigioni Poderosa Montegranaro.

Gli uomini di coach Piero Coen hanno subito il secondo stop consentivo, dopo quella esterna a Senigallia. Entrambi per mano di formazioni ben attrezzate ed entrambe solo per un soffio.

Quella con Montegranaro si è risolta sul suono della sirena finale, con un canestro di Di Trani.

La Allianz, ancora una volta, ha dimostrato di potersela giocare a viso aperto anche con formazioni allestite per puntare al salto di categoria.

Primo quarto all’insegna dell’equilibrio, con un mini allungo finale grazie alla tripla di capitan Scarponi, sul suono della sirena.

Nel secondo quarto coach Coen comincia a cambiare difese e i frutti si vedono (31 - 21 al 13’) con il canestro di Quarisa che, questa volta sfiora la “doppia doppia”, con 8 punti e 15 rimbalzi.

La Bigioni non si scompone, prima ricuce il break e poi va addirittura in vantaggio (35 - 36 al 18’) con Broglia.

Nella ripresa, l’Allianz Pazienza ci riprova. Ikangi infila i primi 5 punti e lancia il break di 9 - 0 (46 - 36 al 23’).

Trionfo e Rossi infilano due triple chirurgiche e riaprono di nuovo la contesa.

Nel quarto finale Di Trani pareggia a quota 63, con poco meno di 3’ da giocare.

Nel finale Broglia sorpassa con un 2/2 dalla lunetta a 49” ma Ricci risponde firmando in penetrazione il 65 -65.

A 24” dal termine, l’ultimo pallone va a Di Trani, che sfrutta il blocco di Broglia e realizza.

I sanseveresi escono a testa alta, consapevoli di aver dato il massimo, sfiorando una vittoria che avrebbe avuto il sapore dell’impresa stagionale.

In classifica Montegranaro resta al primo posto, imbattuta insieme a Falconara mentre la Allianz scende al sesto posto.

I tabellini

ALLIANZ PAZIENZA SAN SEVERO – DINO BIGIONI SHOES MONTEGRANARO 65 - 67

SAN SEVERO: Marmugi 12, Vitanostra ne, Ricci 12, Ciribeni 14, Dimarco 5, Cena, Quarisa 8, Ikangi 5, Scarponi 9, Coppola ne. All.: Coen.

MONTEGRANARO: Fabi 4, Sanna, Gatti, Rossi 10, Marzullo ne, Quondam ne, Broglia 15, Trionfo 15, Di Trani 19, Rosignoli 4. All.: Steffè.

PARZIALI: 23-18, 14-18, 18-12, 10-19.

 

Seconda vittoria per la Allianz Pazienza Assicurazioni Cestistica San Severo. La formazione sanseverese si aggiudica il derby con la casa Euro Taranto e bissa il successo di domenica scorsa a Pescara.

Buona prestazione di Taranto, che approfitta di qualche passaggio a vuoto dei “neri”, grazie all’ottimo impatto di Maggio (ex Cestistica) e Circosta. Gli ospiti raggiungono anche un vantaggio di 11 lunghezze.

Nel secondo quarto la Allianz comincia a macinare il suo gioco. Antonello Ricci (nella foto di Paolo Marolla) mette energia e il pareggio è cosa fatta a metà frazione. Sale di tono anche la prestazione di Andrea Quarisa (ancora in doppia doppia, con 15 punti e 16 rimbalzi) e Taranto inizia ad accusare le prime difficoltà. La Allianz mette la freccia e torna negli spogliatoi con un buon margine di vantaggio.

Nel terzo quarto sono ancora i padroni di casa a prevalere. I Tarantini vanno spesso in difficoltà ad attaccare la difesa a zona di Cena e compagni.

Nel quarto finale la Allianz gioca un basket, a lunghi tratti, spettacolare. Difesa chiusa a doppia mandata e attacco immarcabile. Il punteggio premia la Allianz con il massimo vantaggio al 32’ (76 – 49).

La Allianz si conferma al primo posto in classifica, insieme a Montegranaro, Falconara, Ortona e Monteroni. La differita andrà in onda questa sera, su 99Tv TeleRadioSanSevero, al termine di TuttoSport, in programma alle ore 20,30.

 

ALLIANZ SAN SEVERO – CASA EURO TARANTO 85 - 71

Allianz San Severo: Marmugi 6, Vitanostra, Cagnetta n.e., Ricci 19, Cena 5, Quarisa 15, Scarponi 14, Ciribeni 6, Dimarco 8, Ikangi 11. All. Coen.

Casa Euro Taranto: Osmatescu 2, Circosta 13, Malfatti 25, Iaia, Potì 10, Conte 2, Tinto 4, Pannella n.e., Panzieri 3, Maggio 12. All. Putignano.

Arbitri: Cosimo Schena di Castellana Grotte e Nunzio Spano di Sannicandro di Bari.

Parziali: 13 – 22; 42 – 35; 68 – 49; 85 – 71.

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI