Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 26 Settembre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:536 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1261 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:1996 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1527 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1506 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1474 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1749 Crotone

Francavilla Fontana - L'ospedale rischia di perdere il reparto di Ostetricia

La situazione sanitaria in Puglia si aggrava sempre più e la provincia di Brindisi sembra stare peggio delle altre. Ciò che sta accadendo a Francavilla Fontana ne è un esempio eloquente. L’ospedale “Camberlingo” rischia di perdere anche Ostetricia. La sanità in questi anni di governo Vendola è come una sorta di lotteria dove vince chi riesce a conservare le posizioni iniziali e perdono tutti gli altri. Il guaio è che la lotteria è quotidiana ed inevitabilmente a perdere, alla fine, sono proprio tutti: chi meno e chi più.
La situazione a Francavilla Fontana è paradossale perché la giunta Vendola prima spende soldi per nuovi padiglioni e per attrezzarli ma poi li condanna al non utilizzo. Uno spreco di denaro pubblico proprio quando la richiesta di maggiori servizi sul territorio diventa ancora più pressante. E che dire dei sei posti letto di Terapia intensiva? E’ superfluo evidenziare che il costo di questa tipologia di posti, anche per le apparecchiature altamente tecnologiche in dotazione, è certamente molto superiore a quella di tanti altri reparti. Ebbene, a Francavilla Fontana quei posti, che servirebbero a salvare vite umane, sono vuoti perché nella logica vendoliana del “taglia tutto” quel reparto è chiuso. Eppure è una struttura assolutamente fondamentale anche per gestire casi di complicanze postoperatorie. E’ pronta da tempo ma non è mai entrata in funzione. In passato sono stati fatti cospicui investimenti in quell’ospedale perché ora lo si vuole trasformare in struttura di serie “C”?
Ricordo come agli inizi dello scorso anno il PD di Francavilla intervenne pubblicamente su questa vicenda del reparto di Terapia intensiva per accusare il centrodestra, che aveva denunciato questo specifico problema, di inventare “storie” a scopo elettorale. In quell’occasione il PD dichiarò testualmente di “rassicurare la pubblica opinione, le istituzioni e i cittadini francavillesi perché l’apertura del reparto avverrà regolarmente e nei tempi previsti, essendo i posti letto del reparto in questione dei c.d. “posti letto tecnici”, esclusi, quindi, dal novero dei posti letto da ridurre nell’ambito del piano di riordino ospedaliero della Regione Puglia, cosi come pure confermato dal Consigliere Regionale del Partito Democratico Pino Romano, componente della Commissione Sanità e politiche della Salute”. Assicurazioni che loro affermavano anche dall’assessore alla sanità Tommaso Fiore.
Il PD, inoltre, in quell’occasione affermò “che le dichiarazioni rese dagli esponenti politici del centrodestra sono il frutto di giudizi affrettati e di scarsa informazione”. E’ trascorso un anno da quelle dichiarazioni e la situazione è solo peggiorata. Il PD di Francavilla intende continuare a fidarsi dell’assessore Fiore e della giunta Vendola? La maggioranza dei pugliesi certamente ha cambiato opinione sull’affidabilità di questo governo regionale e se si andasse alle elezioni in questo momento saprebbe come punire tutto il centrosinistra.


Maurizio Friolo
Vice presidente della commissione regionale
assistenza sanitaria e servizi sociali

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI