Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 20 Novembre 2019

Incontro con i vertici della giunta regionale per rispondere alle problematiche addotte dall’AMT BT

Si è tenuto, martedì otto novembre presso l’Assessorato allo Sviluppo Economico della Regione Puglia, un primo incontro tra Loredana Capone Vice Presidente della Giunta Regionale con delega allo Sviluppo Economico, Filippo Caracciolo Consigliere Regionale, Gioacchino Maselli Amministratore Unico di Puglia Sviluppo s.p.a, Antonio De Vito, Direttore Generale di Puglia Sviluppo s.p.a, Michele Dibenedetto Consigliere Comunale, Presidente II Commissione Consiliare Attività Produttive e Sviluppo Socio Economico e Lavoro, dott.ssa Santa Scommegna Dirigente Settore Attività Produttive comune di Barletta, Di Palma Raffaele e Damato Giuseppe Presidente e Vice Presidente dell’Associazione Manifatturieri Terzisti [sigla AMT] BAT di Barletta. Oggetto dell’interlocuzione la situazione di grave difficoltà che sta affrontando il settore tessile a Barletta, soprattutto in conseguenza ai tragici eventi del 3 ottobre. Il crollo della palazzina di via Roma che è costato la vita a quattro operaie del settore e alla figlia dei titolari dell’opificio in cui lavoravano ha infatti acceso i riflettori sull’intero settore, che se da un lato hanno messo in risalto le condizioni di estrema precarietà in cui versa il manifatturiero nel nord barese, dall’altro ha sollevato una serie di problematiche che affliggono i piccoli imprenditori costretti ormai alla sopravvivenza, vista la concorrenza proveniente dai paesi orientali e la conseguente crisi che attanaglia il settore ormai da anni. Già nelle ultime settimane (28 ottobre ultimo scorso) una rappresentanza dei manifatturieri terzisti era intervenuta sulla stampa cercando da un lato di cancellare l’alone di sospetto che circonda il settore e dall’altro chiedendo un forte intervento delle istituzioni a favore del tessile. Tra le misure invocate: “l'abbattimento della tassa rifiuti e contributi per le ingenti spese di trasloco ed allestimenti per coloro i quali decidono di spostare la loro attività in locali idonei secondo quanto previsto dalle normative vigenti; contributi per l'esecuzione di lavori di muratura presso alcuni capannoni già individuati nella zona industriale; convenzioni con ordini professionali e consulenti; convenzioni con i mezzi di trasporto pubblico per tutte quelle lavoratrici che si recano presso il proprio luogo di lavoro.”

“Queste esigenze e proposte legittimamente portate alla luce dall’associazione Manifatturieri Terzisti Bat” – dichiara Caracciolo - “sono state portate al vaglio dei competenti ordini regionali nella convinzione che quanto prima la politica possa dare una risposta concreta all’imprenditoria sana di Barletta. ”

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI