Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 08 Dicembre 2021

“La Tct Evergreen lasci subito il porto di Taranto ad investitori seri”

“E’ giunto il tempo, per Hutchinson e Evergreen, di fare armi e bagagli e di abbandonare il porto di Taranto, a cui lasceranno in eredità solo una caterva di ore di cassa integrazione e licenziamenti in massa”.

Aldo Pugliese, Segretario Generale della UIL di Puglia e di Bari, non usa troppi giri di parole e condanna l’operato dell’azienda che da anni, ormai, opera in esclusiva nel porto della capitale ionica, “violando – specifica il Segretario Generale della UIL regionale – il contratto 50ennale secondo il quale la stessa Tct Evergreen dovrebbe far operare altre compagnie nel porto di Taranto. Compagnie che, puntualmente e nonostante le buone intenzioni, hanno declinato l’invito scappando letteralmente via da Taranto”.

Il porto rappresenta, per Taranto, un’occasione di rilancio economico ed occupazionale troppo ghiotta per non essere sfruttata appieno. “E con la Tct – chiosa Pugliese – è impossibile intavolare qualsiasi progetto lungimirante, come dimostra la costante violazione del contratto e, ultimo in ordine di tempo, il trasferimento di buona parte dell’attività in Grecia, nel porto del Pireo. Pertanto, non è più il caso di indugiare: la Tct Evergreen lasci il campo all’ingresso di investitori degni di tal nome, che puntino per davvero al rilancio di un porto strategico per tutto il Mediterraneo”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI