Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 09 Dicembre 2021

Spazio aperto all’arte, ricca partecipazione di artisti in fiera

Artisti, provenienti soprattutto dal Centro-Sud, ma anche gallerie, collezionisti, scambisti di opere e tutti coloro i quali hanno idee innovative e conservative riguardanti l’arte moderna e contemporanea: prosegue nell’ambito della 75esima Campionaria la rassegna Spazio aperto all’arte, curata da Ester Milano e collocata nella piazzetta all’aperto sotto le Tettoie 108-109 e nel padiglione 3.

Athos Faccincani realizza concretamente la sua visione estetica del paesaggio. I suoi soggetti preferiti, le assolate marine e i porti pieni di imbarcazioni, campi, fiori e alberi emanano un senso di freschezza e di bellezza in una pittura in cui la natura e i luoghi presentano il loro volto più amichevole. Vedute ariose e radiose, dai colori forti ma anche straordinariamente dolci, poiché tali sono le sensazioni che i suoi dipinti trasferiscono agli occhi di chi li guarda. L’opera dell’artista si contraddistingue, infatti, per l’intensità dei colori che si accendono a vista d’occhio conferendo al genere del paesaggio una rinnovata espressività in cui l’energia del colore puro, fiammante non produce tensione emotiva ma calma interiore. Faccincani celebra con gioia l’atto pittorico in sé dimostrando che il valore spirituale di un dipinto può consistere anche solo nel suo essere un “dipinto”. La sua ricerca pittorica è quindi una sintesi tra colore, luce e interiorità espressiva.

Gabi Cilento, milanese doc, che non ha mai fatto mostre al Sud, propone interessanti pitture e monili di sua creazione. Non aderisce alle mode dell’arte e si esprime con un linguaggio personale, contemporaneo e di forte impatto emotivo. Tra le new entry anche Giuseppe Stramaglia, pittore pugliese di consolidata reputazione. Pittura ma anche scultura con gli allievi della scuola d’arte Il Verrocchio di Palo del Colle, diretta da Maurizio D’Addario e Emanuela Milia. Spazio per la prima volta in Fiera ai micromosaici di Luan Hoxhaj, presentati da Elvis Gozemi.

Presenti, poi, i giovani creativi della Galleria Elio Arcieri e dell’Associazione culturale di Marinka, Cornelia Zonno (abile nei ricami), Arianna Masiello (e i suoi bijoux), Piero Arcieri (con la pittura di tradizione), Piergilda Labbate (proveniente da esposizioni artistiche nel Centro Europa, punta su una pittura innovativa e di grande godibilità visiva). Tina Castellana (con lavori manuali suggestivi), Angelo Stancarone (e l’arte realizzata anche al computer) e Ideosfera (riproduzioni e ingrandimenti con le nuove tecnologie). Confermate le presenze “storiche” di Luigi Pacifico, Renato Sciolan, Leo Nisi, Gianni Valletta, Maria De Pasquale, Carlo Giuliani, Dino Sambiasi, Augusto Ciullo, Giuseppe D’Elia, Gagliano Arte, Loredana Boccardo a cui si aggiunge Marisa Pati.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI