Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 02 Luglio 2020

Primo giro in Fiera per Raffaele e Nichi, amici-nemici

Un primo, tradizionale giro dei padiglioni istituzionali della Fiera, circondati da un considerevole cordone di giornalisti e addetti ai lavori. Stavolta, assieme, tra centinaia di cronisti e telecamere che riprendevano i due ex contendenti nella campagna per le Regionali del 2005 fianco a fianco, come più volte sottolineato durante i discorsi inaugurali.

Sulle note di Caparezza, il ministro per gli Affari regionali Raffaele Fitto, il presidente della Regione Nichi Vendola, il presidente della Provincia Francesco Schittulli ed il “padrone di casa” Gianfranco Viesti hanno fatto tappa al padiglione della Regione Puglia per l’inaugurazione ufficiale, soffermandosi con particolare attenzione sullo stand illustrativo del Piano straordinario per il Lavoro.

La maratona dei tre è quindi proseguita in direzione del padiglione della Provincia, sede dell’esposizione di Pino Pascali dal titolo “Dalla provincia al mondo”: qui il ministro Fitto e il presidente Vendola, su iniziativa del presidente Schittulli improvvisatosi speaker per l’occasione, hanno apposto un pensiero al libro delle firme della mostra. Due riflessioni di stile antitetico ma accomunate dallo stesso spirito di estrema collaborazione già palesato nel corso della cerimonia inaugurale: al pragmatico «lavoriamo insieme per il bene della nostra Puglia» del ministro Fitto, il presidente Vendola ha risposto ricordando come «le differenze sono ricchezza, se si incontrano generano qualcosa che somiglia al bene».

Il tour tra i padiglioni è stato concluso da Fitto, sempre accompagnato da Rocco Palese, da Viesti e dal segretario generale della Fiera Leonardo Volpicella. Dopo una breve puntata nello stand di Unioncamere - con omaggio alla rassegna di “Prodotti di Puglia” e degustazione del vino bianco “Fedora” – ha fatto seguito quella al padiglione della Guardia di Finanza: il ministro, guidato dal comandante regionale Franco Patroni e dal comandante provinciale barese Vito Straziota, ha ammirato la mostra “Il vero e il falso” sulla storia della falsificazione monetaria mentre, al tradizionale taglio di nastro inaugurale, si è sostituito il più immaginifico squarcio della parete di cartapesta della finta stamperia clandestina allestita dalla Guardia di Finanza.

Prima di lasciare il quartiere fieristico Fitto, in risposta alle numerose domande dei giornalisti presenti, ha prima glissato sull’assenza di Berlusconi, ricordando i tanti impegni del presidente del Consiglio e la propria soddisfazione nel rappresentare il Governo in una manifestazione tanto importante per il Meridione come la Fiera del Levante. Poi ha annunciato «la nascita di una nuova stagione politica a cui stiamo lavorando già da tempo, nell’interesse del territorio», dicendosi fiducioso, da uomo del Sud, riguardo la fase di rinnovamento intrapresa dalla Fiera, e augurandosi che l’annunciata inversione di tendenza trovi presto effettivo riscontro nella realtà.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI