Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 29 Novembre 2020

Celebrato dall’Ordinario militare, Mons. Pelvi, la Giornata della Pace

Esercito, Monsignor Pelvi, ordinario militare

 

Si è svolta ieri pomeriggio, con inizio alle ore 17.00, presso il Seminario dell'Ordinariato Militare alla Cecchignola, la celebrazione della “Giornata della Pace”. Alla funzione religiosa, officiata da Monsignor Pelvi, Ordinario Militare per l'Italia, ha partecipato il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, Generale di Corpo d'Armata Claudio Graziano ed i vertici delle altre Forze Armate. “I militari italiani sono protagonisti e costruttori di un futuro migliore” – ha affermato nell’omelia Mons. Pelvi – “Orientati prontamente ad una vocazione di Amore possono diventare una risorsa per la Pace se vivono la loro libertà in relazione con Dio. È nel dono di sé, infatti, che si vive il servizio al bene della famiglia umana” – ha proseguito l'arcivescovo Vincenzo Pelvi, a proposito del Messaggio del Papa per la Giornata mondiale della pace – “Diffondendo il messaggio pontificio si vuole proporre quel nuovo umanesimo capace di accostare la verità in maniera incisiva e serena, evitando ogni estremismo ed esasperazione. La Chiesa Ordinariato” – ha assicurato monsignor Pelvi – “ha a cuore la causa della Pace, meta cui tutti e ciascuno dobbiamo tendere. La pace infatti è un dono di Dio e noi crediamo che in Cristo si possa realizzare una civiltà dell'amore fondata sulla giustizia e la solidarietà. Oggi” – ha sottolineato ancora – “l'Ordinariato militare celebra la Giornata nella sede del Seminario nella cittadella dell'Esercito alla Cecchignola di Roma, dove vivono migliaia di giovani e famiglie, per offrire anche l'occasione di conoscere il luogo formativo dei sacerdoti che eserciteranno il ministero sacerdotale tra i militari. Non dimentichiamo” – ha concluso Mons. Pelvi citando il messaggio di Benedetto XVI, che “la via della Pace è la via dei giovani, poiché essi sono il futuro delle Nazioni. L'educazione costituisce perciò un compito di primaria importanza in un tempo come il nostro, complesso e delicato. I fedeli della nostra Chiesa sono giovani, impegnati in prima persona nel portare il Vangelo della pace nella realtà sociale, a partire dalla loro esperienza di fede”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI