Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 03 Luglio 2020

La macchina dello Stato

E’ stata presentata a Roma la mostra La macchina dello Stato. Leggi, uomini e strutture che hanno fatto l’Italia che si apre il 22 settembre all’Archivio Centrale dello Stato fino al 16 marzo 2012.

Ne sono protagonisti lo Stato unitario e le sue strutture organizzative tra il 1861 e il 1948, e il ruolo che queste strutture hanno avuto nel disegnare contorni e contenuti della nuova realtà del Paese unificato.

Sede naturale della Mostra è l’Archivio centrale dello Stato che conserva il patrimonio documentario delle amministrazioni centrali dello Stato dall’Unità, riflettendone, dal centro alla periferia, la storia politica, amministrativa e sociale.

Il corpo centrale della mostra racconta in successione cronologica quei momenti in cui la Macchina dello Stato cambia il proprio modo d’essere e assume nuove competenze in nuovi settori della vita economica e sociale: dai primi anni dell’Unità alla crisi di fine secolo, dall’età giolittiana allo spartiacque della Prima guerra mondiale, dal periodo fascista agli orrori delle leggi razziali e della guerra. Poi, la rinascita con la Resistenza e la Repubblica.

L’esposizione è completata da un settore dedicato ai “numeri”, con i quadri statistici che fissano le grandezze dell’evoluzione socio - economica del Paese, e da uno spazio con monitor, filmati, touch screen, pareti attrezzate con tecnologia QR Code, che permettono ai visitatori di consultare banche dati e “prelevare” in formato digitale alcuni dei documenti esposti.

La mostra, pensata per un pubblico ampio, rivolta specialmente ai giovani e al mondo della scuola, si avvale non solo delle fonti documentarie conservate presso l’Archivio, ma anche di altre forme della memoria: gli strumenti del lavoro, oggetti, arredi, materiale iconografico e documenti filmati provenienti da altri musei e istituzioni.

Alla conferenza stampa di presentazione, coordinata da Giuliano Amato, Presidente dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana e del Comitato dei Garanti, erano presenti Francesco Maria Giro, sottosegretario al Ministero per i beni e le Attività Culturali, Giuseppe Galasso, Accademico dei Lincei e Presidente del Comitato scientifico della mostra, Guido Melis, docente universitario e referente scientifico della mostra, Paolo Peluffo, Consulente del Presidente del Consiglio dei Ministri per le celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, Giancarlo Bravi, Coordinatore Unità Tecnica di Missione per le celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, Luciano Scala Direttore Generale per gli Archivi, Agostino Attanasio, Sovrintendente all’Archivio Centrale dello Stato.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI