Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 06 Giugno 2020

Isola Capo Rizzuto - La r…

Giu 01, 2020 Hits:191 Crotone

Zero contagi a Crotone, P…

Mag 27, 2020 Hits:312 Crotone

La Lega di Crotone unita …

Mag 25, 2020 Hits:405 Crotone

Lega Giovani: La mafia pu…

Mag 23, 2020 Hits:444 Crotone

Isola Capo Rizzuto - Gior…

Mag 23, 2020 Hits:437 Crotone

Tre anni fa il gemellaggi…

Mag 19, 2020 Hits:588 Crotone

Antica Kroton, la Lega in…

Mag 16, 2020 Hits:615 Crotone

Crotone in fiore

Mag 05, 2020 Hits:793 Crotone

AssoTutela: “Casa Iride, la Asl B faccia chiarezza sul futuro”

“Una struttura preziosa per il territorio e per chi è in condizioni gravissime. Ė l’hospice ‘Casa Iride’ in via di Torrespaccata, per pazienti in stato vegetativo e minima coscienza la cui attività – premiata dal ministero della Salute - alleggerisce il peso di un ricovero ospedaliero che rischia di vedersi penalizzato sul piano assistenziale”. Lancia l’allarme Michel Emi Maritato, presidente di AssoTutela che commenta il rischio derivante dal possibile trasferimento – smentito dalla direzione generale della Asl Roma B da cui la struttura dipende ma confermato dagli operatori – di tutto lo staff professionale presso l’ospedale Pertini, afferente alla stessa azienda. “Casa Iride è una risorsa per il territorio e per quelle famiglie che hanno visto i propri congiunti, vittime di incidenti gravissimi o patologie irreversibili, entrare in stato comatoso o pre-comatoso e che, con professionisti all’uopo formati, possono riprendere a mano a mano le funzioni vitali. Purtroppo ci risulta che, causa il blocco del turn-over, la direzione aziendale intende ricorrere a cooperative esterne, riproponendo la piaga del precariato. Ci chiediamo – continua Maritato – se si sia dato corso alle gare d’appalto previste nella scorsa primavera per operatori socio sanitari e infermieri di cooperative di assistenza esterne, con un costo rispettivo annuo di 2 milioni e 800 mila euro e 4 milioni di euro, nel momento in cui dalla Regione Lazio arrivano segnali per la interrompere il blocco delle assunzioni e procedere ai concorsi per la stabilizzazione dei precari e l’assunzione di nuovi professionisti”.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI