Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 25 Settembre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:514 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1248 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:1983 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1514 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1492 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1461 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1735 Crotone

Muti dirige il Nabucco per i 150 anni dell'Unità d'Italia

Anche il Teatro dell'Opera di Roma celebra i 150 anni dell'Unità d'Italia mettendo in scena, dal 12 marzo, il Nabucco, opera risorgimentale per eccellenza di Giuseppe Verdi, quella del celebre coro Va', pensiero, sull'ali dorate, diretta per l'occasione da Riccardo Muti.
Si tratta della manifestazione musicale più importante e rappresentativa che si svolge in Italia per il 150° anniversario, con una serata in particolare, quella del 17 marzo, data ufficiale della celebrazione, dedicata ai festeggiamenti istituzionali e quindi aperta solo agli invitati.
La regia e le scene del Nabucco portano la firma di Jean Paul Scarpitta, che ha concepito l'impianto drammaturgico del nuovo allestimento come una riflessione sulla Storia, nella quale il Coro degli Ebrei incarna il profondo legame con il trascendente. Il dispositivo scenico è reso essenziale per mezzo dell'utilizzo di pochi elementi su un fondale ispirato alle illustrazioni bibliche di Gustave Doré.
Verdi con il Nabucco, attraverso il dramma degli Ebrei assoggettati al dominio babilonese, riporta in musica i valori del Risorgimento italiano. I temi della patria oppressa e della riscossa nazionale sono alla base di un capolavoro principalmente corale, il cui apice è raggiunto appunto dal famoso Va', pensiero. L'Opera è la terza scritta da Giuseppe Verdi, quella che ne decretò il primo grande successo popolare. Il Nabucco fece il suo debutto il 9 marzo 1842 al Teatro alla Scala di Milano.
Oltre che della direzione di Riccardo Muti e della regia di Scarpitta l'opera si avvale del contributo di Maurizio Millenotti per i costumi e di Urs Schönebaum per le luci. La direzione del Coro dell'Opera è affidata a Roberto Gabbiani. Nel cast Leo Nucci, che si alterna con Giovanni Meoni nel ruolo di Nabucco, Antonio Poli in quello di Ismaele, mentre Zaccaria è interpretato da Dmitry Beloselskiy e Riccardo Zanellato; nel ruolo di Abigaille si alternano Viktoriia Chenska ed Elisabete Matos, nei panni di Fenena sono Anna Malavasi ed Ezgi Kutlu.

Il Nabucco diventerà anche messaggero dei simboli dell'Unità d'Italia con una tournée a San Pietroburgo, il 27 marzo al Teatro Marijinskij, sempre con la direzione di Riccardo Muti.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI