Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 26 Novembre 2020

Se la vita non deve rimanere solo un discorso

I want you!

La nuova evangelizzazione, come l’evangelizzazione in genere, non può esimersi dall’annuncio esplicito di Gesù Cristo verso tutti per non impedire ad alcuno di poter venire in contatto con la parola che salva. Nel rispetto dovuto a tutti e nella prudenza delle situazioni, i nuovi evangelizzatori devono incontrare anche quanti non condividono la fede cristiana. Se l’annuncio a volte non sarà recepito ciò non significa che non si possa trovare condivisione di valori per la promozione della vita, della sua dignità e della salvaguardia del creato”. (cit. in Gli operatori pastorali europei riuniti a Roma, in L’Osservatore Romano, 30 novembre 2012, p. 8)

Lo ha ribadito l’arcivescovo Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della Nuova Evangelizzazione, intervenendo mercoledì scorso, 28 novembre, all’incontro continentale organizzato per i direttori di questo specifico settore pastorale dal Consiglio delle Conferenze episcopali europee (Ccee). Giustamente la tutela della vita umana innocente ha avuto la sua parte nel dibattito cui per tre giorni sono stati chiamati vescovi ed operatori convocati all’incontro, intitolato “Comunione per una rinnovata evangelizzazione” (Roma, 27-29 novembre 2012). Per fare comunque qualcosa di concreto ed immediato, oltre ai necessari approfondimenti, per la difesa sociale e la promozione della maternità, scuotendosi dall’apatia e dall’indifferenza che avvolgono anche i credenti nelle società opulente dell’Europa, c’è senza dubbio la partecipazione ed il sostegno del movimento dei Centri e Servizi di aiuto alla vita (rispettivamente, CAV e SAV), promossi ma autonomi rispetto ai vari nazionali Movimenti per la vita.

Ad esempio questa Domenica, 2 dicembre, un’opportunità unica per offrire un tale tipo di sostegno è offerta dalla festa per il secondo Anniversario del più importante CAV di Roma (anche se ultimo arrivato…), il Centro di aiuto alla vita “al Palatino”, che ha la sua sede presso la Basilica di S. Anastasia, al centro di Roma (http://www.cavromapalatino.it/).

La manifestazione parte alle ore 16.00 nella vicina la Casa delle Suore della Carità di Santa Giovanna Antida Thouret (via Santa Maria in Cosmedin 5), nella quale vi sarà il saluto della presidente del CAV Palatino Anna Spurio Consoli ed, a seguito, una conversazione della bioeticista Claudia Navarini, docente di Bioetica e Filosofia presso la facoltà di Psicologia del'Università Europea  di Roma. Alle 17.00, partecipando al rinfresco organizzato dalle volontarie, sarà possibile acquistare pubblicazioni o dolci natalizi fatti in casa, il cui ricavato sarà prezioso per sostenere le mamme e i bambini del CAV.

Il fatto, poi, che la Giornata del Cav si svolga proprio nell’Anno della fede fa risultare ancora più in linea un proprio contributo e partecipazione alla valenza missionaria impressa dalla Chiesa di Benedetto XVI in questo delicatissimo fine 2012.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI