Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 18 Settembre 2019

Campodimele ritorna a raccontare fiabe

A partire dal 25 maggio 2011 si svolgerà a Campodimele (Provincia di Latina) la terza edizione del progetto internazionale della fiaba Un paese incantato, ideato e diretto dallo psicologo Giuseppe Errico e l'artista Bruno Leone, promosso dall'assessore alla cultura Zhara Pecchia del Comune di Campodimele e Angela La Torre dell'associazione Agenzia Arcipelago Onlus. Giunta alla sua terza edizione, la manifestazione Un paese incantato ha via via  assunto, in questi anni, una sua precisa identità nel panorama attuale di eventi e progetti sul tema delle fiabe. L'obiettivo  era ed è quello di mettere insieme una proposta che possa coniugare arte e psicologia,  racconto e didattica. Il progetto infatti tende a valorizzare le  narrazioni orali  e a promuovere, attraverso  artisti e studiosi (psicologi, ecc.), esperienze, iniziative sociali e aggregative. Seppur in presenza delle ristrettezze di bilancio  che gravano sul comparto dei Comuni, ma consapevole  nel contempo dell'importanza di tale progetto, la Città  di Campodimele si è impegnata affinché l'iniziativa continui a crescere puntando a traguardi sempre più significativi e imporanti. Dunque una città delle fiabe che lungo le vie del Borgo medievale, accoglierà bambini, adulti e turisti. Irrinunciabile infine, il fitto calendario che, oltre a celebrare Il "racconto fiabesco", prevede  anche numerosi e interessanti appuntamenti con illustratori,   artisti, studiosi, autori e scrittori.

Il progetto è patrocinato dal Ministero dei beni e attività culturali, l'Assessorato alla cultura della Regione Lazio, la Provincia di Latina ed è sotto l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica.  Per tre giorni, nei giorni 25-26-27 maggio 2011 in questo angolo verde del Sud Pontino, adulti e bambini potranno osservare il mondo attraverso il racconto fiabesco.

La manifestazione sarà ricca di iniziative ed eventi, come per gli anni precedenti, i bambini e i giovani saranno i veri protagonisti.  Tra gli appuntamenti da non perdere lo spettacolo della commedia dell'arte del Maestro Bruno Leone e le fiabe di Tonino Taiuti, le musiche ritmiche di Toni Cercola, i racconti orali di Giudo Primicitile Carafa (Nakote Teatro), le marionette e burattini di Roberto Vernetti, la mostra di antichi strumenti del cinema "La Lanterna Magica" dell'artista Claudio Correale, le poesie fiabesche di Cinzia Demi, i racconti di Sandro Mascia, Salvo Pitruzzella, Pino Ionta e Lorenzo Ciufo,i laboratori di Loredana Mariciano, Alessandra Vitelli, Paola Legnaro, Enrico Vannucci,  i racconti orali dei narratori Anna Rita Persechino,  Carola Flauto, Simona Sagone (Ass. Youkali di Bologna), la fiaba dello scrittore Alessandro Pitruccelli narrata da Marcherita Agresti,   le opere di Tiziana Grassi (Ospedale delle bambole di Napoli), i racconti del Carnevale di Viareggio di Enrico Vannucci. Per la giornata finale è previsto un incontro con lo studioso Michele Rak che leggerà una Fiaba tratta dal testo "Lo Cunto de li cunti" di Basile e darà via al primo seminario permanente europeo della fiaba "Lo conto".

Tra le numerose iniziative  in programma spettacoli orali dal vivo (burattini, marionette, teatro di strada), mostre, incontri, giochi all'aperto, attività di  laboratorio ludico, film, musica. Inoltre ci saranno anche numerosi artisti e ospiti d'eccezione: il professore Vincenzo Cappelletti, presidente della Fondazione Nazionale Carlo Collodi; Michele Rak, teorico delle dinamiche delle culture e della funzione dei linguaggi d'arte nel mutamento sociale (anch'egli membro del comitato scientifico del progetto di Campodimele coordinato dal dottor Giuseppe Errico). A settembre, durante una giornata speciale del festival, saranno presenti lo scrittore, poeta e regista Giuliano Scabia, tra i fondatori del Dams di Bologna e il musicista e premio Oscar Ennio Morricone.



Durante i tre giorni dedicati alla fiaba si susseguiranno, in uno scenario naturale di festa, partecipazione e allegria, spettacoli e mostre, eventi, giochi.



Novità di quest'anno una nuova iniziativa rivolta ai bambini ovvero un concorso a tema sulle fiabe dal titolo suggestivo: "Raccontami una fiaba".   



Tale  concorso rivolto, esclusivamente, ai bambini della Provincia di Latina e bambini che frequentano  ludoteche, associazioni, biblioteche, accoglie lavori singoli o di piccoli gruppi ovvero fiabe inedite, scritte, disegnate, illustrate e filmate.  Il concorso  è rivolto coloro che hanno una età compresa tra i 3 e i 10 anni che possono partecipare con lavori individuali o di gruppo, frutto di attività didattiche e sperimentali sulle "fiabe". La finalità è quella di far scoprire ai bambini il mondo della fiaba  valorizzando le esperienze e stimolando ulteriormente operatori, maestre, insegnanti e bambini a cimentarsi nella creazione di nuove fiabe.  I lavori inviati entro la data di scadenza verranno quindi esaminati da una commissione presieduta dal Sindaco di Campodimele, dottor Roberto Zannella.



I lavori scelti dalla commissione saranno premiati, con opere artistiche dell'Ospedale delle Bambole di Napoli, alla presenza del sindaco e della giuria del concorso.  Nella giornata  finale del festival (27 maggio 2011) si svolgerà sia la consegna dei premi.



Nella stessa giornata avverrà la premiazione "La Fiaba Magica"  al quale partecipano studiosi, scrittori e artisti che si occupano di fiabe. Quest'anno, in presenza delle istituzioni locali, saranno premiati i seguenti artisti e studiosi per il loro lavoro:  Michele Rak, Vincenzo Cappelletti.



Questo territorio del sud pontino  continuerà  a realizzare, oltre al festival,  il suo grande progetto: divenire un punto di riferimento internazionale per lo studio, la ricerca e la sperimentazione delle fiabe attivando collaborazioni con centri di ricerca a livello internazionale e eventi di formazione. Campodimele è, una delle cittadine più caratteristiche e suggestive del Sud Lazio, con i suoi antichi borghi e le sue chiese secolari, anche in questa edizione, pertanto, accoglierà bambini e famiglie intere nella splendida cornice delle colline e di una natura incontaminata. 



Hanno aderito all'iniziativa il Comune di Castel Ritaldi (Provincia di Perugia), la Fondazione Nazionale Carlo Collodi - Pinocchio, l'Ospedale delle Bambole di Napoli, l'Osservatorio Europeo Permanente sulla Lettura dell'Università degli Studi di Siena, l'Università degli studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, la casa editrice Il Narratore, le Associazioni Lux in Fabula, l'associazione  Yourkali di Bologna, La Libreria di Margherita di Formia, l'I.P.E R.S. di Formia.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI