Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 16 Gennaio 2021

Per due giorni niente auto private a Napoli

“ Come se non bastassero i problemi della nuova emergenza determinata dai rifiuti solidi urbani che si vanno accumulando di nuovo pericolosamente per le strade della Città – esordisce Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -, un’altra tegola cade sulla testa dei napoletani a seguito della lettura degli ultimi dati, rilevati dall’ARPAC, relativi all’andamento delle polveri sottili, dati che hanno indotto l’amministrazione comunale a varare in fretta e furia in data odierna ( n.d.r. 9 febbraio ) l’ordinanza sindacale prog. 211 che vieta la circolazione veicolare sull’intero territorio cittadino per i giorni di giovedì e venerdì prossimo dalle ore 7,30 alle ore 17,30 “.

“ Provvedimento che naturalmente non potrà essere opportunamente pubblicizzato, così come previsto dalle vigneti disposizioni, e che rischia di penalizzare fortemente tanti lavoratori che posseggono ancora vecchie autovetture catalogate come euro 3 o euro 2 – afferma Capodanno -. Il tutto naturalmente senza possibilità di potenziare il trasporto pubblico , specialmente quello su gomma, con diverse linee per le quali i tempi di attesa alle fermate si sono di recente fortemente allungati “,

“ Senza considerare – prosegue Capodanno -  il dato che, mentre da una parte s’invitano i napoletani ad utilizzare sempre di più il trasporto pubblico, d’altro, proprio in questi giorni, con una delibera della Giunta regionale sono stati fissati aumenti fino al 20%, rispetto al prezzo praticato nel 2010, per i biglietti del circuito Unico Campania “.

“ In particolare – puntualizza Capodanno – in base alle notizie trapelate sino ad oggi, nel caso del ticket Unico Napoli, valido nel circuito urbano della città, il tagliando orario salirebbe da 1,10 a 1,32 euro mentre il ticket giornaliero passerebbe da 3,10 a 3,72 euro. L’abbonamento mensile nel 2011 costerà 44,04 euro invece di 36,70 mentre quello annuale sarà portato a 301,80 euro, laddove nel 2010 costava 251,50. Aumenteranno anche gli abbonamenti per gli studenti che, sempre in riferimento a Unico Napoli, dovranno pagare 185,40 euro al posto di 154,50 “.

“ Aumenti decisamente notevoli, che, aggiungendosi ai precedenti, negli ultimi sei anni si attestano al 44% – continua Capodanno -. Peraltro decisi in maniera unilaterale senza un opportuno confronto con gli utenti dei mezzi di trasporto e con le associazioni che li rappresentano, e senza palesi impegni per il miglioramento del servizio, ma motivati dalla sola necessita di sopperire alla limitatezza delle risorse finanziarie “.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI