Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 02 Dicembre 2021

Capua - Sarà intitolato al caporale Briscese, eroe della Campagna di Russia, il giuramento di circa 1.300 volontari

Venerdì 18 maggio, con inizio alle ore 10.30, presso la Caserma “Oreste Salomone” di Capua, alla presenza del Generale di Divisione Antonio Zambuco, circa 1.300 Volontari in Ferma Prefissata di un anno del 1° Blocco 2012, presteranno giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana di fronte alla Bandiera di Guerra del 47° Reggimento Addestramento Volontari “Ferrara”, agli ordini del Colonnello Sergio Antonelli . Alla cerimonia, insieme alle più alte Autorità militari, civili e religiose del territorio, saranno presenti i Labari delle Associazioni combattentiste e d’arme, nonché dei Gonfaloni della Provincia e del Comune di Caserta e dei comuni ai quali sono state conferite Medaglie d’Oro al Valore. Il corso sarà intitolato al Caporal Maggiore Donato BRISCESE, del 2° Reggimento Genio Pontieri di Piacenza, decorato di Medaglia d’Oro al Valor Militare sul fronte russo con la seguente motivazione “Pontiere caposquadra mitraglieri, in aspro combattimento contro rilevanti forze, portava i dipendenti con ardita decisione all’attacco, infliggendo gravi perdite al nemico. Caduti alcuni serventi, benché ferito una prima volta, rimaneva al proprio posto incitando i suoi uomini alla resistenza ed assicurando l’efficace fuoco dell’arma. Ferito una seconda volta al capo da una scheggia di mortaio, cosciente della critica situazione per la grave minaccia nemica, rifiutava ogni cura e continuava audacemente la lotta. Rimasta l’arma inutilizzabile, si poneva alla testa dei superstiti e cercava ancora di arrestare il nemico con lancio di bombe a mano, finché, colpito a morte da raffica di mitragliatrice, immolava la propria vita, fiero di aver contrastato il passo al nemico prodigandosi oltre gli umani limiti del dovere”. Nikolajewka (fronte russo), 20 febbraio 1942”. Il Comandante del 47° Reggimento Ferrara, Colonnello Sergio Antonelli, chiamerà a sé la Bandiera di Guerra e reciterà la formula di rito, al termine della quale i soldati del 1° Blocco 2012 pronunceranno il loro “Lo Giuro”, intonando “il Canto degli Italiani” sulle note dell’Inno di Mameli. Dopo questo primo fondamentale atto, il 1° Blocco 2012 completerà l’iter formativo previsto prima di raggiungere i vari Enti e Reparti della Forza Armata, dislocati su tutto il territorio nazionale. Al termine del periodo di ferma nell'Esercito, i giovani Volontari potranno proseguire la propria crescita professionale nell'Esercito o nelle altre Forze Armate, oppure accedere ai concorsi nel Corpo Militare della Croce Rossa Italiana, nella Polizia di Stato, nei Carabinieri, nella Guardia di Finanza, nel Corpo Forestale dello Stato e nella Polizia Penitenziaria. L'anno di servizio svolto presso l'Esercito come Volontario in ferma prefissata di un anno è, infatti, il requisito indispensabile per avviare questi percorsi.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI