Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 22 Settembre 2021

Santa Severina - Il trio …

Set 10, 2021 Hits:848 Crotone

Le Colonne d’Oro di Affid…

Ago 02, 2021 Hits:2629 Crotone

Maslow: non sapevo di ess…

Lug 13, 2021 Hits:2200 Crotone

Al Ministro Franceschini …

Lug 05, 2021 Hits:2143 Crotone

A Santa Severina Chopin e…

Giu 25, 2021 Hits:1729 Crotone

Michele Affidato insignit…

Giu 25, 2021 Hits:1357 Crotone

Scaramuzza: concluso un p…

Giu 25, 2021 Hits:1267 Crotone

Scaramuzza: si è svolto a…

Giu 19, 2021 Hits:1519 Crotone

San Nicola La Strada - Caiazza (Cisas): più controlli per individuare gli evasori, i lavoratori in nero e chi non emette scontrini fiscali

Luciano Caiazza, esponente sindacale della Cisas di Caserta è intervenuto sul fenomeno dei falsi invalidi, dei lavoratori in nero e sulla mancata emissione degli scontrini fiscali da parte di commercianti infedeli, chiedendo maggiori controlli anche nei riguardi degli Uffici competenti, Polizia Municipale, Carabinieri e Guardia di Finanza di Caserta. “E’ di ieri mattina la notizia, diffusa da giornali e televisioni, che la Guardia di Finanza nel primo trimestre di quest’anno ha scovato 2.000 evasori totali che non hanno dichiarato qualcosa come sei miliardi di euro. Concordo perfettamente” – ha detto Caiazza – “con le parole del Capo dello Stato quando ha detto che chi evade od elude le tasse non può chiamarsi “Italiano”. Sono furbizie che vanno solo a scapito dei lavoratori e dei cittadini che sono costretti a pagare più tasse. Ad esempio, sui falsi invalidi ed i falsi pensionati, divenuti tali anche per la compiacenza e le omissioni dei vari Uffici Sanitari ed Amministrativi dell’Inps od Asl, ove spesso regnano interessi politici e personali o corruzione, questi si scoprono solo grazie alle Forze dell’Ordine ed alla Guardia di Finanza. Non si comprende” – ha aggiunto il sindacalista della Cisas – “perché, quando vengono scoperti i falsi invalidi, non vengono effettuati contemporaneamente accertamenti anche nei riguardi di quei sanitari od amministrativi, che hanno seguito la pratica, specie quelle per l’Assegno di Accompagnamento, spesso non dovuto, e per le Pensioni Sociali a falsi poveri con regolare reddito. Non si comprende perchè non vengono controllate tutte le Pensioni ritirate da delegati ed intestate a quanti hanno superato i 70 anni. Tutto ciò, per evitare di penalizzare i veri pensionati favorendo così solo quelli che truffano. Continua il maltempo sin dalla giorno di Pasquetta, mentre i vari Agriturismi ed i posti di Ristoro si stanno preparando per il prossimo week-end del 1° Maggio, ovviamente con tanti lavoratori al nero e senza ricevute fiscali, come l’Agenzia delle Entrate e la Guardia di Finanza hanno continuamente modo di constatare. Non è più possibile, né giusto” – ha sottolineato Caiazza – “che tasse e tributi siano pagati solo da imprenditori onesti e da lavoratori dipendenti e pensionati, mentre gli evasori ed i lavoratori al nero si arricchiscono a danno di tutti. Per questo motivo, come Cisas, ritieniamo opportuno che, specie nei giorni festivi o di fine settimana, il Personale dell’Agenzia delle Entrate, Finanza, Carabinieri, Polizia di Stato e locale, unitamente a quello delle Asl e degli Uffici Ispettivi del Lavoro, effettuino controlli a tappeto presso i numerosi locali esistenti in città: pub, pizzerie, paninoteche, chioschi delle villette comunali, locali dove i bambini si divertono a giocare sulle giostre, al fine di controllare alimenti, lavoratori e fatturazioni. È quanto chiedono le persone oneste” – ha concluso Caiazza – “in questo periodo di grande crisi, visto che – nonostante le assicurazioni del Governo Monti – i colpiti dalle tasse sono maggiormente i lavoratori dipendenti ed i pensionati”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI