Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 23 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:842 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1473 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:997 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1696 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2451 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1963 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1954 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1904 Crotone

Capua - Il Club Rotary Capua Antica e Nova presenta i service rotariani anno 2011-2012

La lontana Tanzania e la vicina Castelvolturno rappresentano i luoghi raggiunti dai service rotariani più significativi dell’ anno 2011-2012 e che il presidente del club Rotary di Capua Antica e Nova, Guido Perrotta, ha illustrato ad un folto gruppo di soci ed ospiti nella conviviale tenutasi il 23 aprile presso la storica Locanda Massa. Il presidente ha ricordato che il club, sorto nel 2010 ,dopo la prima necessaria ricognizione delle esigenze del territorio e delle azioni proposte dai soci ha optato per un’equa divisione degli interventi di solidarietà e di azioni operative tra la realtà circostante e le azioni internazionali, in un unico, forte abbraccio di fratellanza. Il disagio, il malessere, la malattia, il bisogno non hanno confini ed è per questo che il club ha scelto di intervenire affiancando iniziative già sperimentate al fine di incidere efficacemente su realtà conosciute ed illustrate dai soci. ”Una mano tesa per Taraka” è un’iniziativa che partita anni fa anche da Caserta opera per costruire ed allestire piccoli centri ospedalieri in Tanzania. Il club con tale associazione ha scelto di finanziare la realizzazione di una piccola sala chirurgica/parto nell’ospedale di Pande. Un villaggio di circa 2000 anime dove non esistono presidi ospedalieri e dove la mortalità infantile è quasi al 40 %. Con la stessa volontà di essere presenti e vicini a chi affronta la sofferenza e la privazione, il club ha scelto di intervenire per contribuire al miglioramento delle condizioni di vita degli immigrati del Centro Fernandes di Castelvolturno, intervenendo,anche su indicazione del vescovo di Capua, S.E. Bruno Schettino, sul contesto fortemente degradato dell’associazione, restituendo dignità alle condizioni di accoglienza con la donazione di reti, materassi ed arredi vari. La volontà di rendere il club un motore di iniziative di ogni genere, si legge anche nel desiderio di continuare l’impegno civile e professionale di personalità che hanno onorato il proprio ruolo sul territorio. E’ questo il desiderio della famiglia Uccella che ha messo a disposizione un premio di 1000 euro, intitolato al Generale Francesco Uccella, per gli studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori al fine di promuovere tra i giovani la conoscenza reale del mondo penitenziario e delle sue tematiche. E’ stata inoltre preventivata una collaborazione con le associazioni U.N.Vo.C., A.N.P.V.I, M.A.V. per intervenire anche a fianco degli ipovedenti con una manifestazione ad essi dedicata. Un’ampia casistica di azioni ed eventi che, ricorda il presidente, è stata resa possibile mediante il lavoro sinergico con i componenti del direttivo : Francesco Chianese, Angelo Di Rienzo, Rino Faraldo, Alfredo Formichella, Carlo Iacone e Adele Vairo e con i soci proponenti i service Angelo Di Rienzo, Mariella Leonardi, Tommaso Santoro, Fulvio Trasacco, Angela Uccella, Peppe Valente ed i soci tutti.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI