Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 01 Dicembre 2020

San Marco evangelista - Bando di gara per il servizio di custodia e mantenimento dei cani randagi

Il problema relativo alla presenza, più o meno numerosa, dei cani randagi è stato sempre affrontato dalle amministrazioni comunali con superficialità e disinteresse, senza curarsi troppo se gli stessi, una volta “accalappiati” e trasferiti nei vari canili privati fossero trattati con amorevolezza. L’Amministrazione comunale sammarchese è sprovvisto di idoneo rifugio, per cui i cani randagi devono essere ospitati presso strutture private convenzionate. Attualmente i cani randagi catturati su territorio cittadino vengono dati in custodia e mantenuti presso il canile di Castel Volturno, il cui contratto, però, scade il prossimo 30 giugno. In previsione della scadenza, la giunta comunale ha approvato il disciplinare predisposto dal Comandante della Polizia Locale composto da n. 14 articoli, il quale stabilisce modalità , condizioni e durata del servizio, cosa prima inesistente. Lo scorso 29 marzo è stato pubblicato il bando di gara, per l'appalto mediante procedura aperta per l'affidamento del servizio di custodia e mantenimento dei cani randagi (legge n.281/91 e legge regionale n.16/2001). Negli anni passati l’amministrazione comunale sammarchese, per risolvere il problema del randagismo in città, aveva stipulato una convenzione con l’amministrazione comunale di Marcianise, secondo la quale i cani randagi che venivano “sorpresi” sul territorio cittadino venivano “accalappiati” e portati presso l’apposita struttura esistente a Marcianise. Il tutto, naturalmente, dietro un compenso giornaliero. Purtroppo, per oltre due anni l’ente di Via Foresta, non ci riferiamo ovviamente all’attuale, non ha corrisposto il dovuto all’amministrazione marcianisana. Ma San Marco non è la sola città a non pagare per il mantenimento dei “migliori amici” dell’uomo, visto che con lei c’erano anche i vicini comuni di Recale e Capodrise, anch’essi sottoscrittori di una analoga convenzione con Marcianise. L’amministrazione comunale di Marcianise, guidata dal sindaco Tartaglione, dopo ripetuti solleciti, risultati vani, attraverso Gerardo Trombetta, assessore ai diritti degli animali, ha inviato una nota ai tre Enti, ingiungendo loro di corrispondere le spettanze arretrate, e comunicando di ritenere concluso il rapporto in essere, visto che da un biennio vanta crediti nei confronti di tali Comuni, con i quali era consorziata.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI