Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 21 Settembre 2021

Santa Severina - Il trio …

Set 10, 2021 Hits:798 Crotone

Le Colonne d’Oro di Affid…

Ago 02, 2021 Hits:2618 Crotone

Maslow: non sapevo di ess…

Lug 13, 2021 Hits:2191 Crotone

Al Ministro Franceschini …

Lug 05, 2021 Hits:2130 Crotone

A Santa Severina Chopin e…

Giu 25, 2021 Hits:1723 Crotone

Michele Affidato insignit…

Giu 25, 2021 Hits:1350 Crotone

Scaramuzza: concluso un p…

Giu 25, 2021 Hits:1261 Crotone

Scaramuzza: si è svolto a…

Giu 19, 2021 Hits:1513 Crotone

Reggia di Caserta, i cittadini vogliono la riapertura della Reggia per il giorno di Pasquetta

Anche su richiesta di numerosi cittadini e lavoratori casertani, la Segreteria Provinciale della Confederazione Cisas di Caserta, con sede in Via Vico, si rivolge alle Istituzioni locali ed a quelle statali affinché Palazzo Reale sia restituito alla cittadinanza in occasione del prossimo Lunedì in Albis, come da vecchia tradizione dei reali Borboni, che aprivano le porte della Reggia e del Parco Reale al popolo perché ne potesse godere la bellezza per una intera giornata. Da qualche anno, invece, l’accesso alla Reggia in tale giornata è stato inibito ai cittadini senza neanche una preventiva motivazione o giustificazione. Si presume che la chiusura della Reggia fosse avvenuta per evitare danni ai giardini. La Segreteria della Cisas – visto il degrado in cui trovasi tutta la struttura, specie con la presenza di cumuli di rifiuti e di rottami, come spesso lamentato dalla stampa e dai cittadini, anche in questi giorni – ritiene non si possa eliminare una storica e vecchia tradizione. Il tutto sarebbe ancora più grave, nel momento in cui la stessa struttura è mal tenuta e degradata grazie anche ai tanti dipendenti addetti, che utilizzano la Reggia, spesso a titolo personale o che l’abitano senza nemmeno – sembra – pagare la regolare Tarsu, che viene scaricata sui cittadini residenti, senza tener conto dei turisti giornalieri, che – con le loro visite mordi e fuggi alla sola Reggia – creano solamente problemi, danni e disservizi costosi alla città di Caserta, amministrata dal Comune in dissesto. I cittadini casertani – almeno quelli residenti in Caserta, San Nicola La Strada, Casagiove e Recale – hanno il diritto di accedervi senza trovare la Reggia chiusa. Pertanto, la Cisas – in tempo utile – pone ai vari dirigenti locali, provinciali e regionali un problema la cui soluzione sembra essere possibile anche da un punto morale oltre che commerciale, che potrebbe servire – anche se per una sola giornata – una boccata di ossigeno al latente commercio casertano.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI