Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 09 Luglio 2020

Unità d'Italia, se ne è discusso al Caffè Letterario di via Patturelli

Nell’ambito delle iniziative storiche-culturali, organizzate dall’associazione “Liberalibri” di Caserta, si è tenuto sabato scorso, con inizio alle ore 18.00, presso la caffetteria Raiano, sita in via Patturelli, un incontro fra favorevoli e contrari su cosa ha rappresentato l’Unità d’Italia: Annessione o Unità di un sol popolo ? L'incontro si è svolto all'insegna della vivacità culturale e dell'antidogmatismo. Artefice del confronto con Giuseppe Vozza, editore benemerito in Casolla, e Pasquale Costagliola, scrittore e Presidente dell’Associazione ambientalista “Terra Nostra”, è stato il dinamico Enzo de Rosa e del fine dicitore a lui associato entrambi promotori del sodalizio di Liberalibri, Sonia Pagella. Nel corso del dibattito, con piglio futurista, sono stati declamati i versi di Giovanni Verga che descrivevano un episodio saliente della storia siciliana nell'epoca di Garibaldi e Bixio. All'incontro è stata presente per l'inizio della discussione la vicaria del V Circolo Didattico pur richiamata subitaneamente dai suoi impegni. Sono sempre più numerosi gli italiani che, riscoprendo la vera Storia che condusse all’Unità d’Italia, sono convinti che quella di Garibaldi è stata un'annessione del Regno delle due Sicilie al Regno Sabaudo, una congiura internazionale (Inghilterra-Cavour) per eliminare uno degli Stati più ricchi e potenti dell'Europa. Grazie all'annessione del Sud Italia si è potuto finanziare il triangolo industriale Torino-Milano-Genova. Di contro l'Unità d'Italia ha reso possibile il superamento del provincialismo e ha dato vita ad uno Stato Nazionale capace di competere in Europa con le grandi potenze del tempo.

I partecipanti alla serata culturale hanno convenuto nello spirito d'iniziativa e nella energia profusa dall'organizzatore che senza scoramenti costella la città di Caserta di iniziative culturali, quasi come una caffeina casertana, parafrasando il nomignolo attribuito a Filippo Tommaso Marinetti definito appunto caffeina d’Europa.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI