Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 27 Ottobre 2021

La stampa altoatesina tesse le lodi di Pasquale Scarpati, artista casertano

Pasquale Scarpati di Caserta, ma brissinese di adozione visto che dal 1983 presta servizio in Friuli, è balzato alle cronache della stampa altoatesina. Infatti, il mensile indipendente della Valle d’Isarco “Isarco News”, lo scorso mese di gennaio ha dedicato un ampio reportage sull’artista casertano. Scarpati, sottufficiale dell’Esercito, i cui genitori risiedono tutt’ora in via Ferrara a Caserta, aveva già conquistato gli onori delle cronache culturali dell’Alto Adige grazie ad un dipinto che aveva realizzato e poi donato al Presidente della Repubblica. Ora il Maresciallo-artista di Bressanone fa nuovamente parlare di sé a livello nazionale grazie alla conquista del quinto posto alla dodicesima edizione del Premio Internazionale di Pittura e Poesia “Città di San Nicola La Strada”. Premio che l’anno scorso in concomitanza del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia aveva come tema “Nel segno della Patria. Non confusi e non divisi”. Così Scarpati aveva pensato di ritrarre (con tratti minimalisti) il Generale Garibaldi intento a brindare con il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano sullo sfondo di un Tricolore; una rappresentazione dell’Unità, dunque, che vede il massimo rappresentante dello Stato ed il primo protagonista della storia dell’Italia contemporanea. Legato da sempre alla sua terra, la Campania, cerca di rappresentarla anche nei suoi quadri. Nei suoi dipinti, infatti, sono spesso presenti il giallo, l’arancio e l’azzurro, colori vivaci che riportano alla mente l’estate. Ma anche il suo paese adottivo, il Trentino Alto Adige, lo rappresenta con colori tipici della zona: il marrone delle montagne, il verde dei prati ed il giallo “acido” che ricorda le foglie appassite delle strade nel periodo autunnale. Nella sua pittura Scarpati raffigura spesso la figura femminile che è uno dei temi fondamentali nella sua pittura, perché oltre a essere generatrice di vita, è attirato dall’incantevole bellezza delle sue forme. Il pittore dipinge solo ad acrilico, ma anche se questa è una tecnica a stesura piatta, riesce comunque a dare il volume e la plasticità delle forme. Scarpati, nato a Caserta nel novembre del 1964, si arruola nel 1982 facendo parte del 49° corso allievi sottufficiali dell'Esercito di Viterbo. Giunge in Alto Adige /Sudtirol, nel 1983, dopo una serie di cicli formativi professionali. Attualmente è in servizio presso il 6° Reggimento Alpini di stanza a Brunico, al cui comando, dallo scorso 23 settembre, c'è il Colonnello Luigi ROSSI, proveniente dal Comando Truppe Alpine di Bolzano.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI