Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 20 Gennaio 2021

San Nicola La Strada - Schiavone (Grande Sud), proposta per l’inserimento delle donne in giunta

“L’uguaglianza tra le donne e gli uomini rappresenta uno dei principi fondamentali sanciti dal diritto comunitario, dalla nostra Costituzione e dal Decreto Legislativo 11 aprile 2006, n. 198, che, in materia di uguaglianza tra le donne e gli uomini, hanno lo scopo di assicurare le pari opportunità e l’uguaglianza di trattamento tra donne e uomini, nonché di lottare contro ogni discriminazione basata sul sesso”. A dichiararlo in una nota è Pierluigi Schiavone, Coordinatore Cittadino di Grande Sud di San Nicola La Strada, che su questo principio si gioca la propria e la credibilità del partito “arancione”. Sulla questione dell’ingresso delle donne nelle giunte cittadine, la distanza è ancora “siderale”, in quanto, secondo il punto di vista maschilista, le donne non portano voti, non si interessano attivamente alla politica, sono poco malleabili al compromesso. Opinioni ovviamente di tutt’altro avviso quelle espresse dalle donne che lamentano di essere poco o nulla considerate dalla politica fatta dagli uomini. Sta di fatto, però, che a volte quelle più testarde e cocciute riescono a smuovere le montagne e ad intaccare l’aureo mondo della politica al maschile. È il caso dell’avvocato Angelina Lanzante che ha scritto al Presidente della Repubblica. Il Ministero dell’Interno ha dato seguito al Ricorso Straordinario al Presidente della Repubblica, proposto dall’Avv. Angelina Lanzante, che con 99 voti è risultata prima non eletta del M.P.A. (Movimento per le Autonomie) alle comunali del 2011. Pertanto, il Comune di San Nicola la Strada è tenuto a dare chiarimenti circa la esclusione dalla Giunta di componenti di sesso femminile, in aperta violazione dell’art. 51 della Costituzione, che espressamente recita: “Tutti i cittadini dell'uno o dell'altro sesso possono accedere agli uffici pubblici e alle cariche elettive in condizioni di eguaglianza (...)”. Il Movimento per le Autonomie (M.P.A.), per le medesime motivazioni, con riferimento al Comune di Capodrise, ha già presentato ricorso giudiziale innanzi al TAR Campania, con esito positivo. Fra l’altro, lo Statuto del Comune di San Nicola La Strada, approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 15 del 21/03/2002 Pubblicato BURC 30/06/2002 supplemento al n.27, all’articolo 27, avente ad oggetto: “Composizione della Giunta”, non fa alcun riferimento al sesso degli assessori. L’Avv. Angelina Lanzante, d’altra parte, già si è attivata per l’attuazione di detto principio giuridico, nella qualità di componente della Commissione Pari Opportunità del Comune di San Nicola la Strada. “Su questo principio” – continua Schiavone – “presenterò a breve al Sindaco Pasquale Delli Paoli ed al Consiglio Comunale, una richiesta scritta di modifica dello statuto comunale per sanare quello che oltre ad essere un principio fondamentale è soprattutto un atto di civiltà. Il Comune di San Nicola La Strada” – prosegue Schiavone – “è uno dei pochi comuni, che non presenta in giunta nessuna donna e sembra che ciò non rappresenti alcun problema per i consiglieri, dato che ad oggi non è stato ancora affrontato seriamente il problema. Su questo punto” - conclude Schiavone – “Grande Sud sarà inflessibile e lotterà fino alla fine per porre fine ad una evidente ingiustizia perpetrata a danno delle donne e sancita anche dalle ultime sentenze dei vari TAR che si sono occupati della vicenda”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI