Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 02 Dicembre 2021

San Nicola La Strada - Con il porta a porta gli amministratori di condominio pretendono 5 euro a famiglia per portarli fuori e ritirarli

Un nuovo balzello, per essere buoni, altri lo chiamerebbero truffa bella e buona, si è abbattuta sugli oltre 7.000 nuclei familiari di San Nicola La Strada. Secondo quanto affermano dal Partito Democratico, a seguito della distribuzione dei bidoncini per la raccolta porta a porta distribuiti ai condominii ed ai numerosi parchi sparsi per tutta la Città, numerosi amministratori starebbero chiedendo 5 euro a famiglia affinché questi bidoncini vengano trasportati fuori i parchi e, una volta che il Comune ha ritirato la spazzatura, per riportarli all’interno dei condominii e dei parchi. “Il Partito Democratico sannicolese” – è scritto in una nota dai vertici del PD di via Bronzetti – “ha sempre proposto e sollecitato un sistema di raccolta dei rifiuti “porta a porta” sull’intero territorio cittadino. Mentre il centrodestra insisteva nel portare avanti la disastrosa esperienza dell’Unione dei Comuni, noi avanzavamo, in Consiglio e nelle Piazze, la richiesta di uscita immediata da quel che è stato un ente inutile ed incalzavamo costantemente per la modifica del precedente capitolato d’appalto. Inoltre” – hanno aggiunto – “chiedevamo con forza l’attuazione di un meccanismo di premialità a vantaggio dei cittadini che diligentemente si recavano ai centri di raccolta e pagano una salatissima bolletta. Nonostante il cambio dell’amministrazione, la musica è sempre la stessa! Il Sindaco, con l’ordinanza nr. 3 del 26/01/2012 ha dato il via al sistema “porta a porta” su tutto il territorio ma i disservizi ed i costi del nuovo metodo sono sempre più elevati ed a pagarne le spese sono sempre i residenti. Per senso di responsabilità, fino ad oggi, abbiamo evitato di criticare ed abbiamo preferito una collaborazione fattiva per contribuire a dare una svolta al sistema di raccolta ma” – sostengono Marotta e compagni – “di fronte a tanta approssimazione, non possiamo fare a meno di segnalare: la scarsissima e scadente campagna informativa; le carenze organizzative, con intere zone a cui non è stato fornito il necessario materiale; l’interruzione immediata (così si evince dall’ordinanza) del conferimento dell’umido, dell’indifferenziato e del multimateriale presso i centri di raccolta (un tale sistema può permetterselo solo chi ha già una raccolta collaudata); lo spostamento dei carrellati a carico dei residenti con gli amministratori condominiali “indotti” a richiedere fino a 5,00 EURO mensili ad appartamento. Tanto premesso, con la presente petizione, il Partito Democratico ed i cittadini sottoscrittori, chiedono all’amministrazione comunale di porre in essere ogni immediato intervento risolutivo dei predetti disservizi ed in particolare chiedono che il costo dello spostamento dei carrellati sia compreso nel servizio effettuato dalla ditta appaltatrice stante il notevole balzello già ricadente in capo ai sannicolesi”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI