Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 09 Luglio 2020

San Nicola La Strada - Delli Paoli dialoga con i cespugli della coalizione in preparazione del bilancio di previsione 2012

Si è svolta sabato scorso presso il Comune il richiesto incontro che i leader dei movimenti politici minori, i cosiddetti “cespugli” della coalizione di centrodestra avevano a più riprese chiesto al Sindaco Pasquale Delli Paoli annunciando, in alcuni casi, l’uscita di fatto dalla stessa maggioranza che a maggio del 2011 ha portato Delli Paoli allo scranno di primo cittadino. All’incontro erano presenti: Luigi Landolfi per il Nuovo PSI, Pierluigi Schiavone per Grande Sud, Franco Basile per Intesa Democratica e Nicola Ruggiero per Noi Sud. Tema dell’incontro era la discussione per la stesura del nuovo bilancio ma si poteva benissimo prevedere che gli argomenti iniziali fossero altri. “Infatti, subito si è sollevato il problema della mancata partecipazione alla vita politica quotidiana dell’amministrazione comunale” – ha spiegato Schiavone - “La nostra non è la pretesa di una mancata visibilità, ma vogliamo solo rivendicare i nostri diritti come partiti o liste che hanno contribuito all’elezione del Sindaco Delli Paoli. In altre parole” – precisa il coordinatore arancione – “chiediamo solo di poter dare il nostro apporto alle decisioni che il Primo Cittadino è chiamato a prendere quotidianamente”. Tesi avvalorata da tutte le altre forze politiche che hanno espresso unanimi gli stessi umori. Il Sindaco subito ha riconosciuto che, data la costituzione di un consiglio comunale composto in gran parte da volti nuovi, ha dovuto impiegare più tempo per avere una visione chiara del quadro politico d’insieme, commettendo un enorme ritardo per la convocazione di questo incontro ma chiedeva la nostra disponibilità per costituire, già dal prossimo interpartitico, un forte gruppo coeso a collaborare nel miglior modo possibile. “Abbiamo precisato” – ha proseguito Schiavone – “che i consiglieri eletti, i quali hanno scelto di dichiararsi indipendenti, rappresentano solo loro stessi e quindi non possono prendere parte alle riunioni interpartitiche, le quali devono essere composte solo dai segretari di partito. Non vogliamo entrare nel merito delle loro funzioni di consigliere comunale con tutto ciò che comporta” – ha sottolineato – “ma nemmeno loro possono sedere ad un tavolo politico rappresentando partiti nei quali non si sono più voluti riconoscere”. Il Sindaco ha riconosciuto la validità delle nostre tesi e ha voluto riscontrare la nostra disponibilità per la nostra collaborazione alle prossime riunioni. “La nostra risposta era alquanto scontata dato che più volte abbiamo rivendicato questi nostri diritti. Ora non ci tocca che attendere la prima convocazione dell’interpartitico così da poterci confrontare con le altre forze politiche di maggioranza sui temi che interessano il futuro della nostra città. Tutti noi cittadini dobbiamo sentirci partecipi della vita politica del nostro Comune, perché questa è la vera democrazia partecipata”.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI